DTM
23 ago
-
25 ago
Evento concluso

Rast-Rockenfeller-Duval-Tréluyer, ecco il poker Audi per il Fuji

condividi
commenti
Rast-Rockenfeller-Duval-Tréluyer, ecco il poker Audi per il Fuji
Di:
27 set 2019, 11:52

La Casa dei Quattro Anelli ha ufficializzato i piloti che scenderanno in pista nell'evento giapponese di DTM e Super GT, con le rispettive RS 5 che saranno preparate dai Team Rosberg, Abt, Phoenix e WRT-Hitotsuyama.

Comincia a delinearsi la griglia di partenza della "Dream Race" che i piloti di DTM e Super GT affronteranno il weekend del 22-24 novembre al Fuji.

Dopo l'annuncio della BMW, che schiererà tre M4, una delle quali sarà nelle mani di Alex Zanardi, oggi è arrivata la conferma che Audi Sport avrà quattro vetture in pista in Giappone.

A condurre le RS 5 saranno il neo-Campione 2019 René Rast, Mike Rockenfeller, Loïc Duval e una novità per la serie turismo tedesca, ovvero Benoît Tréluyer. Rast correrà seguito dal Team Rosberg, che lo ha portato a trionfare in questa stagione, mentre Rockenfeller passerà sulla vettura del Team Abt Sportsline (con il quale era già stato in passato), lasciando il solo Duval come portacolori del Team Phoenix.

Come invece era stato anticipato nei giorni scorsi, ci sarà la Hitotsuyama Racing, compagine locale seguita da Audi Japan, la quale collaborerà con il Team WRT per mettere a punto il mezzo del debuttante Tréluyer.

“Ci sarebbe piaciuto portare in Giappone tutti i nostri piloti, chiaramente, ma con l'avvio della Formula E non era possibile - ha spiegato il Capo di Audi Motorsport, Dieter Gass - Sono felice che tutti e tre gli Audi Sport Team del DTM siano in pista al Fuji, e che la WRT possa lavorare assieme alla squadra locale venendo con noi".

Per Rast sarà una avventura totalmente nuova: "Non sono mai stato in Giappone e sono entusiasta di vedere cosa ci aspetta. Sono sicuro che sarà un grande evento. Il Fuji ha un rettilineo lunghissimo e l'ultimo settore è molto tecnico, con curvoni veloci e lunghi che ho provato al simulatore. Sarà molto interessante anche vedere il consumo gomme".

Rockenfeller, come detto, ritrova la squadra con la quale vinse la sua prima gara nel 2011: "Conosco molti meccanici e ingegneri del team e non vedo l'ora di essere con loro in Giappone. Non ci sono mai stato e ho sentito tanti bei racconti di questo paese, delle gare e della loro cultura".

Duval invece vanta parecchi fan in Giappone, avendo vissuto a Tokyio nell'anno della vittoria del titolo in Super GT (2010): "Ho passato momenti fantastici e sono impaziente di tornare in Giappone. Sono entusiasta di poter presentare a "Rocky" questo mondo e la sua cultura. Sarà bello incontrare i fan di Super GT e Super Formula nuovamente, ho la certezza che verranno numerosi per vedere noi e il DTM. Spero che il meteo sia buono, al Fuji in novembre è sempre un'incognita".

Anche Tréluyer è molto popolare nel Sol Levante, avendo in bacheca il titolo di Formula Nippon 2006 e quello 2008 del Super GT: "Correre al Fuji nel DTM è un sogno che si avvera perché unisce due fattori chiave dei miei successi in carriera: il Giappone ed Audi. Ovviamente in tre anni ho corso poco e non sarà semplice per me ritrovare il ritmo subito, ma darò il massimo e spero di non deludere il Team WRT, Audi e i miei fan giapponesi".

Articolo successivo
Rast: "Non sono un pilota nella storia, a me interessa il futuro"

Articolo precedente

Rast: "Non sono un pilota nella storia, a me interessa il futuro"

Articolo successivo

BMW ingaggia Kobayashi per la Dream Race DTM-Super GT

BMW ingaggia Kobayashi per la Dream Race DTM-Super GT
Carica i commenti