DTM
23 ago
-
25 ago
Evento concluso

Nico Müller mago della pioggia, vince Gara 2 ad Hockenheim

condividi
commenti
Nico Müller mago della pioggia, vince Gara 2 ad Hockenheim
Di:
6 ott 2019, 13:30

Lo svizzero è perfetto sotto al diluvio e batte Rockenfeller e Rast, con Glock che è quarto seguito da Green ed Eriksson, il cui azzardo della sosta all'ultimo non paga. Dennis una Aston a punti nell'ennesima figuraccia delle Vantage, Wittmann penalizzato, indietro le Super GT.

Nico Müller è il mago della pioggia ad Hockenheim, andando a chiudere la stagione 2019 del DTM con la vittoria in Gara 2 sotto all'acquazzone che ha costretto la direzione gara ad accorciare di 6' l'ultimo evento dell'anno.

Forte della pole position conquistata in qualifica stamattina, il pilota del Team Abt Sportsline è partito molto bene allo spegnimento dei semafori - dopo i tre giri di formazione per capire le condizioni del tracciato - mantenendo la sua Audi RS 5 davanti a quella di un René Rast partito come un fulmine dall'ottava casella.

La gara è però stata interrotta dopo poche curve, causa l'uscita di scena di Nick Cassidy e Daniel Juncadella. Per il neozelandese del Team Tom's c'è stata una toccata nelle retrovie con l'Audi RS 5 di Jonathan Aberdein (Team WRT) che ha spedito a muro la Lexus LC500 del pilota Super GT alla curva 7, mentre l'ennesimo problema tecnico ha messo K.O. l'Aston Martin dello spagnolo griffato R-Motorsport/HWA alla curva 3, con la Vantage ad inondare il circuito di olio.

Passato un quarto d'ora, la bagarre è ripresa con Müller a guidare davanti a Rast e Mike Rockenfeller, fino al giro 5, quando praticamente mezza griglia di partenza si è fermata ai box a cambiare gomme.

Qui il Team RMG ha commesso l'errore dell'unsafe release con Marco Wittmann, la cui BMW M4 ha sfiorato il posteriore di Aberdein; inevitabile il Drive-Through comminato al Campione 2014-2016, scivolato fuori dalla zona punti proprio quando era quarto.

La stessa punizione è stata inflitta anche a Pietro Fittipaldi (Audi Sport Team WRT) e Philipp Eng (BMW Team RMR), dato che i rispettivi meccanici hanno lavorato sulle loro vetture oltre i 3' prima della ripartenza. Sia il brasiliano che l'austriaco sono rientrati immediatamente in pit-lane, finendo nelle retrovie.

Intanto, nelle posizioni di testa, Rockenfeller si è fermato ai box del Team Phoenix al giro 5, Müller al 6 e Rast al 7; quest'ultimo è saltato davanti alle Audi dei rivali, ma ha avuto problemi nello scaldare le gomme cedendo quindi il passo allo svizzero e a "Rocky" in un paio di giri.

Chi invece ha provato la carta della sosta all'ultimissimo giro non ha avuto fortuna. Nello specifico parliamo di Jamie Green e Joel Eriksson, per 25 passaggi al primo e secondo posto con le loro Audi e BMW, per poi sostituire gli pneumatici in extremis, senza però riuscire a restare sul podio.

Müller è quindi passato in testa tagliando meritatamente il traguardo vittorioso con 3"8 di margine su Rockenfeller e 8"4 su Rast, il quale nel finale ha desistito dopo essere riuscito a ricucire parzialmente lo strappo che lo divideva dai rivali.

Timo Glock deve invece accontentarsi del quarto posto, seppur il portacolori del Team RMR fosse riuscito a qualificarsi secondo; il pilota BMW ha scavalcato Green appena se l'è trovato davanti quando questi è uscito dai box, battendo lui ed Eriksson sfruttando le gomme più calde.

Settimo abbiamo Robin Frijns con la seconda Audi RS 5 del Team Abt Sportsline, mentre prende punti Jake Dennis con l'Aston Martin della R-Motorsport/HWA, dove però non possono certamente sorridere (e dovranno lavorare parecchio per risolvere gli innumerevoli problemi causa di figuracce epocali per tutto l'anno) dato che oltre a Juncadella, anche Paul Di Resta si è dovuto ritirare - addirittura nel giro di formazione - per una rottura, mentre l'impresentabile Ferdinand Von Habsburg conferma ancora una volta di non essere all'altezza della situazione.

Tornando alla Top10, Bruno Spengler è nono sulla BMW M4 del Team RBM, seguito dall'Audi RS 5 di Loïc Duval (Team Phoenix), davanti a Von Habsburg, Wittmann, Sheldon Van Der Linde (BMW Team RMG), Eng e Fittipaldi.

Fanalini di coda le altre due vetture "ospiti" del Super GT, ovvero la Honda NSX-GT di Jenson Button (Team Kunimitsu) e la Nissan GT-R GT500 di Ronnie Quintarelli, entrambi alle prese con macchine nettamente inferiori rispetto alle DTM, soprattutto sul bagnato. Questa cosa andrà assolutamente affrontata e risolta nel weekend della "Dream Race" previsto al Fuji a novembre, per il quale si parla già di un possibile Balance of Performance per equilibrare le prestazioni di DTM e Super GT, togliendo già i sistemi DRS e 'push-to-pass' delle auto tedesche.

Rast chiude quindi la sua trionfale stagione da Campione battendo Müller e Wittmann, con il Team Rosberg che si aggiudica il titolo per le squadre e l'Audi Sport a conquistare quello per i marchi.

Cla # Pilota Auto Giri Tempo Distacco Distacco Pits Punti
1 51 Switzerland Nico Müller
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'45.023 1 25
2 99 Germany Mike Rockenfeller
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'48.858 3.835 3.835 1 18
3 33 Germany René Rast
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'53.426 8.403 4.568 1 15
4 16 Germany Timo Glock
BMW M4 Turbo DTM 27 1:04'56.872 11.849 3.446 1 12
5 53 United Kingdom Jamie Green
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'58.117 13.094 1.245 1 10
6 47 Sweden Joel Eriksson
BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'01.271 16.248 3.154 1 8
7 4 Netherlands Robin Frijns
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:05'07.195 22.172 5.924 1 6
8 76 United Kingdom Jake Dennis
Aston Martin Vantage DTM 27 1:05'21.977 36.954 14.782 1 4
9 7 Canada Bruno Spengler
BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'36.342 51.319 14.365 1 2
10 28 France Loïc Duval
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:05'40.90 55.877 4.558 1 1
11 62 Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen
Aston Martin Vantage DTM 27 1:05'43.861 58.838 2.961 1
12 11 Germany Marco Wittmann
BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'44.790 59.767 0.929 2
13 31 South Africa Sheldon Van Der Linde
BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'45.440 1'00.417 0.650 1
14 25 Austria Philipp Eng
BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'46.896 1'01.873 1.456 2
15 21 Brazil Pietro Fittipaldi
Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:06'15.074 1'30.051 28.178 2
16 1 United Kingdom Jenson Button
Honda NSX-GT 27 1:06'40.266 1'55.243 25.192 1
17 35 Japan Tsugio Matsuda
Nissan/ R35 26 1:05'52.908 1 Lap 1 Lap 2
dnf 27 South Africa Jonathan Aberdein
Audi RS 5 Turbo DTM 14 42'18.347 13 Laps 12 Laps 3
dnf 23 Spain Daniel Juncadella
Aston Martin Vantage DTM 0 27 laps
dnf 37 New Zealand Nick Cassidy
Lexus LC500 0 27 laps
Articolo successivo
DTM, Hockenheim: Rockenfeller il più rapido, ma la pole è di Muller

Articolo precedente

DTM, Hockenheim: Rockenfeller il più rapido, ma la pole è di Muller

Articolo successivo

La portiera difettosa costringe Glock a guidare con una mano!

La portiera difettosa costringe Glock a guidare con una mano!
Carica i commenti