DTM | Liimatainen: "Audi certi giochi non li fa, altri invece..."

Il capo del Team Rosberg torna a parlare dei giochi di squadra che hanno caratterizzato negativamente il finale di stagione 2021, dicendosi tranquillo sull'operato della propria compagine, ma non su eventuali ripetizioni da parte di altri in quella che è la nuova annata alle porte.

DTM | Liimatainen: "Audi certi giochi non li fa, altri invece..."

La stagione 2022 del DTM non è ancora iniziata, ma si continua a parlare di quanto accaduto al termine di quella 2021.

Gli strascichi polemici non sembrano scomparire e i dubbi alleggiano anche sulla nuova annata che la serie tedesca si prepara ad affrontare, la seconda con le GT3.

A tornare sull'argomento degli episodi controversi del Norisring è Kimmo Liimatainen, responsabile del Team Rosberg, che a Motorsport.com ha espresso il suo parere sul comportamento dei piloti delle squadre motorizzate Mercedes, tutti uniti e pronti a farsi da parte per garantire il successo a Maximilian Götz.

Secondo il Team Principal finlandese, questo va contro lo spirito del campionato e del concetto 'corse clienti' che adotta chi utilizza le GT3, le quali come sappiamo dovrebbero essere vetture gestite unicamente dalle squadre e non dai marchi. Che però alla fine uno zampino ce lo mettono comunque...

"Per come la vedo io, ho trovato molto stupido che un Costruttore sia intervenuto di nuovo decidendo un finale di stagione - dice Liimatainen alla nostra testata - Lo sportivo che è in me è chiaramente contrario a tutto ciò e il DTM dovrebbe essere un campionato che vede una squadra contro l'altra, pilota contro pilota".

"Personalmente non ho nulla contro gli ordini di scuderia per il bene del team, ma qui parliamo di un'altra cosa perché improvvisamente abbiamo avuto sette auto di un marchio pronte a mettersi in gioco per esso".

Nico Müller, Team Rosberg, Audi R8 LMS GT3

Nico Müller, Team Rosberg, Audi R8 LMS GT3

Photo by: Alexander Trienitz

Come noto, il comportamento dei portacolori della Stella di Stoccarda non è andato per niente giù a tutti gli altri team, con critiche e discussioni animate che hanno inevitabilmente sporcato quello che doveva essere solamente un puro risultato di sport.

Il promoter ITR ha fatto presente che non tollererà più certi atteggiamenti in pista, ma Liimatainen storce ugualmente il naso in ottica futura.

"Le discussioni ci sono state, ma bisogna anche dire che i commissari sono impotenti quando si tratta di certi trucchetti. Mettiamo che un pilota rientri improvvisamente ai box, oppure rallenti 'per puro caso' durante un pit-stop, per non parlare di un ritiro... cosa si dovrebbe fare?"

"In Formula 1 l'avevano vietato, poi abbiamo visto scene come 'Fernando è più veloce di te' comunicate via radio. Come si fa a provare che qualcuno si sia fermato apposta sacrificando la sua corsa per un altro? È molto difficile".

Dal canto suo, Liimatainen si mostra invece tranquillo per quello che è il marchio da lui rappresentato, ovvero Audi Sport.

"Capisco entrambe le parti e posso comprenderle. Per fortuna, non è una decisione che mi riguarda, perché devo semplicemente difendere l'operato di Audi".

"Loro non hanno detto nulla in merito, anche se Kelvin Van Der Linde era ancora in lotta per il titolo, nessuno è venuto a dirci di comportarci in un modo o nell'altro".

"Semplicemente ci hanno detto: siete team indipendenti e liberi di correre. Questa è la filosofia dell'Audi. Altri Costruttori potrebbero avere un'opinione diversa, ci sta".

"D'altra parte, più sostegno finanziario c'è da parte loro per le rispettive squadre, più potere hanno. Per questo sapevo che sarebbe andata così, quando uno ti dà tanti soldi poi si aspetta qualcosa in cambio. Naturalmente questa è una speculazione, perché io non ho questo problema".

condividi
commenti
DTM | Niente Assen, la stagione 2022 sarà di otto eventi
Articolo precedente

DTM | Niente Assen, la stagione 2022 sarà di otto eventi

Articolo successivo

DTM | Nel 2022 torna René Rast con il Team Audi ABT Sportsline

DTM | Nel 2022 torna René Rast con il Team Audi ABT Sportsline
Carica i commenti