Clamorosa vittoria in rimonta per Edoardo Mortara in Gara 1

condividi
commenti
Clamorosa vittoria in rimonta per Edoardo Mortara in Gara 1
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
19 mag 2018, 13:04

In una gara dove i colpi di scena non sono mancati, il pilota della Mercedes è perfetto nella strategia e nelle lotte precedendo Glock ed Eng, mentre Auer e Spengler masticano amaro. Pauroso volo di Rast, SC e bandiera rossa in avvio.

Edoardo Mortara centra una fantastica vittoria in rimonta al Lausitzring, dove Gara 1 del DTM è stata non solo emozionante, ma anche da brividi per quanto accaduto nelle fasi iniziali.

Il pilota del Team HWA ha sfruttato al meglio la strategia del pit-stop effettuato più avanti, girando con tempi bassi mentre gli altri erano coinvolti in bagarre, per poi andare a prendersi un successo meritatissimo e da grande pilota, con grinta e determinazione.

Ma partiamo dallo spegnimento dei semafori, quando il poleman Lucas Auer, con la sua Mercedes-AMG C63 DTM, è andato a stringere brutalmente a muro la BMW M4 DTM di Philipp Eng (Team RBM), che aveva auto uno spunto migliore. Questo ha consentito al ragazzo del Team HWA di mantenere la leadership e a Bruno Spengler (Team RBM) di salire al secondo posto.

I guai sono avvenuti nelle retrovie, con Nico Müller che ha stallato e l'incolpevole Jamie Green (Team Rosberg) non ha potuto evitare l'Audi RS5 DTM del collega del Team Abt SportsLine. L'impatto ha distrutto le due macchine e sparso detriti ovunque, per cui la Safety Car è dovuta intervenire per consentire la pulizia della pista.

La vettura di sicurezza è uscita di scena con 40' sul cronometro e nella partenza lanciata i piloti hanno mantenuto pressoché le medesime posizioni fino alla curva 8, quando l'Audi di Loïc Duval (Team Phoenix) ha toccato quella di René Rast (Team Rosberg). Il Campione in carica si è girato e finendo nell'erba la RS5 si è prima capottata, poi impuntata atterrando rovinosamente con la carrozzeria distrutta.

 

Rast, uscito dall'abitacolo con il volto sporco di terra per la nuvolona di polvere alzata, fortunatamente non si è fatto nulla, ma la direzione gara a quel punto ha optato per sospendere la corsa.

 

 

L'auto incidentata di René Rast, Audi Sport Team Rosberg, Audi RS 5 DTM
L'auto incidentata di René Rast, Audi Sport Team Rosberg, Audi RS 5 DTM

Photo by: Alexander Trienitz

La bagarre è ricominciata con 19'30" sul cronometro. Auer ha mantenuto la vetta, seguito da Spengler, Eng e Timo Glock (BMW - Team RMG), Pascal Wehrlein (Mercedes - Team HWA), Paul Di Resta (Mercedes - Team HWA), Marco Wittmann (BMW - Team RMG) e Mortara.

Al giro 10 sono incominciati i pit-stop e i primi a fermarsi sono stati Spengler, Eng, Di Resta, Augusto Farfus (BMW - Team RMG) e Mike Rockenfeller (Audi - Team Phoenix), poi alla tornata successiva è toccato ad Auer, Wehrlein, Wittmann e Daniel Juncadella (Mercedes - Team HWA).

Glock ha effettuato la sosta al giro 12 e quando è rientrato si è ritrovato in lotta con Auer, che nel tentativo di superarlo ha spalancato la porta ad Eng, il quale ne ha approfittato per passare entrambi e mettersi all'inseguimento di Mortara, che nel frattempo aveva cambiato le gomme al giro 14 mantenendo la testa della gara.

L'austriaco ha però approfittato degli pneumatici freddi del ragazzo italo-svizzero per superarlo alla curva 1 al giro 15, ma "Edo" non ha mollato il colpo e continuando a tenere la scia del rivale della BMW, al giro 18 si è ripreso il primo posto.

Qui si è decisa la gara perché Mortara è poi scappato via, a conferma che le Mercedes al Lausitzring si trovano molto bene come già visto nelle tre sessioni di prove cronometrate, andando a conquistare un successo magnifico e acclamato con i cori da stadio all'arrivo da tutti gli uomini della sua squadra.

Glock ha invece beffato Eng nella lotta per la piazza d'onore, mentre Auer e Spengler masticano amaro concludendo quarto e quinto.

A punti vanno anche Di Resta e Wittmann, sesto e settimo rispettivamente, con il Campione di un paio di anni fa che è riuscito a difendersi dagli attacchi finali di Wehrlein. Completano la Top10 Paffett e Farfus.

A mani vuote restano Rockenfeller, Joel Eriksson (che aveva tentato la carta di fermarsi per ultimo, senza successo), e Robin Frijns, incappato in due penalità comminategli dai giudici (5" per partenza anticipata e Drive-Through per non aver rispettato la procedura in regime di SC), seguiti da Juncadella.

Cla #PilotaAutoGiriTempoGapDistaccoPitsPunti
1   48 italy Edoardo Mortara Mercedes-AMG C63 DTM 21 57'54.520       25
2   16 germany Timo Glock BMW M4 DTM 21 57'55.440 0.920 0.920   18
3   25 austria Philipp Eng BMW M4 DTM 21 57'57.407 2.887 1.967   15
4   22 austria Lucas Auer Mercedes-AMG C63 DTM 21 57'57.705 3.185 0.298   12
5   7 canada Bruno Spengler BMW M4 DTM 21 57'59.614 5.094 1.909   10
6   3 united_kingdom Paul di Resta Mercedes-AMG C63 DTM 21 58'00.281 5.761 0.667   8
7   11 germany Marco Wittmann BMW M4 DTM 21 58'00.923 6.403 0.642   6
8   94 germany Pascal Wehrlein Mercedes-AMG C63 DTM 21 58'01.801 7.281 0.878   4
9   2 united_kingdom Gary Paffett Mercedes-AMG C63 DTM 21 58'02.127 7.607 0.326   2
10   15 brazil Augusto Farfus BMW M4 DTM 21 58'02.889 8.369 0.762   1
11   99 germany Mike Rockenfeller Audi RS5 DTM 21 58'03.278 8.758 0.389    
12   47 sweden Joel Eriksson BMW M4 DTM 21 58'04.042 9.522 0.764    
13   4 netherlands Robin Frijns Audi RS5 DTM 21 58'07.461 12.941 3.419    
14   23 spain Daniel Juncadella Mercedes-AMG C63 DTM 21 58'08.387 13.867 0.926    
  dnf 28 france Loïc Duval Audi RS5 DTM 7 33'00.489 14 giri 14 giri    
  dnf 33 germany René Rast Audi RS5 DTM 6 15'23.941 15 giri 1 giro    
  dns 51 switzerland Nico Müller Audi RS5 DTM 0          
  dns 53 united_kingdom Jamie Green Audi RS5 DTM 0        

 

Prossimo articolo DTM

Su questo articolo

Serie DTM
Evento Lausitzring
Location EuroSpeedway Lausitz
Piloti Timo Glock, Edoardo Mortara, Philipp Eng
Team HWA AG
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Gara