Video | Nei segreti della Dakar: la magia del Bivacco

Pochi sono i luoghi magici della Dakar come il bivacco. Qui i piloti, al termine di una dura giornata di gara, arrivano per affidare il proprio mezzo alle sapienti mani dei meccanici o, nel caso degli Original, per mettersi al lavoro in prima persona. Il bivacco,, però, è molto più di questo...

L’idea di fondo è tanto semplice quanto affascinante e indispensabile. Un porto sicuro, un luogo dove veder luce e speranza, capace di muoversi in maniera itinerante a supporto e sostegno di piloti, meccanici e non solo. Il paddock della Dakar, come per ogni singolo elemento legato al Rally Raid più imponente e difficile al mondo, si è evoluto negli anni, mantenendo comunque la propria anima ben definita. E’ una sorta di gigantesco Paddock, in cui però, le anime – quella odierna e quella più volta con lo sguardo agli anni di Sabine – continuano a fondersi costantemente. E’ un contrasto ben evidente, ma al contempo estremamente affascinante.

Leggi anche:

Così, bastano pochi passi per accorgersi da un lato delle tende che accompagnano i sonni di giornalisti, piloti e addetti al settore, e dall’altro lato la grande tenda box hospitality del team BRX Prodrive, mentre Dave Richards e Carlos Sainz scambiano amichevolmente quattro chiacchiere. 
Non per tutti la Dakar è così: molti piloti si rifugiano nei loro camper, nei loro motorhome. Questione di priorità, di obiettivi da portare a casa, di approccio, che non va biasimato, perché ad oggi, l’estremizzazione della sfida dakariana, ha raggiunto apici simili a quanto si è già visto in Formula 1  o MotoGP.

Zona Team Audi Sport Audi

Zona Team Audi Sport Audi

Photo by: Red Bull Content Pool

Un contrasto che, alzando lo sguardo, ti permette di capire che comunque – nell'Anno Domini 2022 – la sfida vive dell’avventura ma anche della programmazione: il bivacco si trova infatti all’interno della città, più precisamente all’interno della “città universitaria” per sole donne. Ecco, questa è la Dakar d’Arabia, che non vuole perdere le sue origini certo, ma che pensa anche alla visibilità e all'ospitalità per ospiti più o meno importanti.

Già, l’area ristoro e libagioni: anche qui il servizio è degno di un paddock MotoGP. Un Cathering che sì, forse stride un minimo con quell'idea cosi rigida di questo rally raid, ma che comunque permette di rifocillarsi insieme a colleghi o ritrovarsi alle proprie spalle un Romain Dumas in solitaria, o un Carlos Checa pronto a scambiare quattro parole, per poi uscire fuori e ritrovarsi davanti ad un falò, mentre alle spalle passano le immagini della giornata di gara.

Zona Team Audi Sport Audi

Zona Team Audi Sport Audi

Photo by: Red Bull Content Pool

L'amore ed il fascino per questo posto però, si manifesta tutto nella notte, dove passeggiando puoi trovare meccanici intenti a riparare il proprio mezzo, tra camion, auto e buggy. C'è poi il capannone Audi, che ricorda davvero tanto una Hospitality nel deserto tanto somigliante alla 24 ore di Le Mans.  
Come ci racconta Marco Pastorino, team coordinator, ad Ingolstadt hanno voluto portare la loro mentalità all'interno di un contesto del genere. Più di 80 ingegneri lavorano sulle tre auto, sulle tre e-tron RS Q che stanno correndo questo Rally raid. C'è fermento ma organizzazione nell'area box certo, mentre sul lato sinistro si intravedono le due stanze dedite a briefing e strategie.

Un approccio differente certo, che ha portato finora ad una vittoria di tappa e dei podi. Un segnale forte, che dimostra come il livello di competitività si sia elevato chiaramente, ma che al contempo deve comunque fare i conti con le regole e le leggi della Dakar.

E' notte al bivacco. Si lavora a fondo. C'è una seconda settimana da affrontare per vedere la bandiera a scacchi. 

#52 Red Bull KTM Factory Racing: Matthias Walkner
#52 Red Bull KTM Factory Racing: Matthias Walkner
1/10

Foto di: Red Bull Content Pool

#52 Red Bull KTM Factory Racing: Matthias Walkner
#52 Red Bull KTM Factory Racing: Matthias Walkner
2/10

Foto di: Red Bull Content Pool

#90 Tech 3 KTM Factory Racing: Danilo Petrucci
#90 Tech 3 KTM Factory Racing: Danilo Petrucci
3/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Bahrain Raid Xtreme Prodrive area
Bahrain Raid Xtreme Prodrive area
4/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Dave Richards, Prodrive
Dave Richards, Prodrive
5/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Mechanic of #1 Red Bull KTM Factory Racing: Kevin Benavides
Mechanic of #1 Red Bull KTM Factory Racing: Kevin Benavides
6/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Sven Quandt, Director of Q Motorsport
Sven Quandt, Director of Q Motorsport
7/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Sven Quandt, Director of Q Motorsport
Sven Quandt, Director of Q Motorsport
8/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Zona Toyota Gazoo Racing Toyota
Zona Toyota Gazoo Racing Toyota
9/10

Foto di: Red Bull Content Pool

Zona Team Audi Sport Audi
Zona Team Audi Sport Audi
10/10

Foto di: Red Bull Content Pool

condividi
commenti
Dakar | Sanders si ritira dopo un incidente in trasferimento!
Articolo precedente

Dakar | Sanders si ritira dopo un incidente in trasferimento!

Articolo successivo

Dakar | E' cambiato ancora l'ordine di partenza delle Auto

Dakar | E' cambiato ancora l'ordine di partenza delle Auto
Carica i commenti