Suzuki si fa in due per il Cross Country Rally

Suzuki si fa in due per il Cross Country Rally

Accanto al programma ufficiale nel Tricolore, prosegue il Suzuki Challenge per i clienti

C’è qualcosa di nuovo nel Cross Country italiano. Suzuki cambia marcia e rafforza il messaggio sportivo dando continuità al programma che la porterà a lottare per sesto titolo Tricolore, favorendo al contempo alla formazione di un giovane alla sua seconda stagione nelle competizioni. I confermatissimi Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo avranno ancora una volta il non facile compito di portare il Marchio al vertice della specialità fuoristradistica nazionale per il sesto anno. A bordo della Grand Vitara 3.6 V6 T1, preparata nella pausa invernale per affrontare al meglio la stagione, il già sei volte campione italiano e il navigatore emiliano affronteranno gli sterrati delle sette competizioni che compongono il calendario della serie Tricolore con l’intento di rafforzare l’immagine di connubio vincente e indissolubile, auto–pilota, inseguendo l’obiettivo di diventare l’equipaggio più vittorioso nella specialità. Andrea Dalmazzini e Daniele Fiorinisono il più bel “prodotto del vivaio Suzuki Italia”, sul quale si concentrano le attenzioni, partecipando attivamente alla loro formazione e crescita schierandoli nel campionato a bordo di un secondo Grand Vitara, il conosciuto 2.7 6 cilindri e 3 porte in versione T1 con il quale Codecà ha conseguito le prime affermazioni nella serie Tricolore. Il 2014 vede quindi Suzuki tornare sulla scena con un dream team, al quale nulla potrà sfuggire: "Dalmazzini si è meritato la promozione sul campo – puntualizza Massimo Nicoletti, team manager di Emmetre Racing – dopo aver vinto nel 2013 il Challenge Suzuki e la Coppa T2. Siamo certi che saprà farsi valere anche in questa nuova dimensione agonistica, più elevata e professionale. Il monomarca con i Grand Vitara 1.9 DDiS si dimostra un serbatoio di talenti in grado di dare emozioni e spettacolo anche all’Italian Baja". Suzuki vuol quindi giocarsi tutte le carte per mantenersi al massimo livello nella specialità dove il DNA sportivo del brand trova la sua naturale connotazione. Un rilevante impegno, un segnale forte della Casa volto a contribuire in prima persona alla promozione del Cross Country Rally nazionale che si traduce anche con la riproposizione del Suzuki Challenge. Il trofeo dei Grand Vitara 1.9 DDiS, fiore all’occhiello di Suzuki Italia, è un raro esempio di longevità sportiva di una serie che quest’anno festeggia il quindicesimo anno di presenza. Quindici anni di attività e costante presenza in tutte le competizioni italiane, un percorso condiviso con tanti piloti e team che hanno partecipato e vinto alle settanta e più gare che hanno punteggiato la storia del monomarca. Il quindicesimo anno del Suzuki Challenge si articolerà nell'ambito del Calendario del Campionato Italiano 2014 del Cross Country Rally, rappresentando un appuntamento molto atteso nel mondo del fuoristrada agonistico nazionale. Suzuki Challenge è il banco di prova ideale per tutti gli aspiranti piloti di rally e per i campioni di domani, che vogliono mettersi alla prova al volante delle Grand Vitara 3p DDiS, allestite con le specifiche tecniche del gruppo “T2 - veicoli di serie". Il Challenge 2014 si articolerà su un totale di sei prove, al termine delle quali saranno incoronati i vincitori delle diverse categorie. Il Suzuki Challenge 2014 presenta una formula semplice e al contempo attraente. Circa 60.000 euro il montepremi in palio che, come da tradizione, prevede inoltre, 3 auto e 3 moto per i primi 6 classificati; oltre a premi in denaro per il 1° navigatore e per il Concessionario che affiancherà il vincitore. All’Italian Baja, prima tappa dell’anno, hanno annunciato la loro presenza sei equipaggi, ma altrettanti sono attesi nelle prossime gare a calendario. Col numero 300 sulle portiere sarà identificabile l’equipaggio Lolli e Forti; col 301 Bordonaro e Bono; 302 per Spinetti e Giusti; il 303 è per Mancusi e Castellani; il 304 di Luchini – Bosco; 305 per Accadia – Darchi, tutti su Suzuki New Grand Vitara 1.9 DDiS. Il trofeo si articolerà su un totale di sei prove: dopo la partenza in terra friulana, la competizione attraverserà alcuni tra i territori più belli della penisola, fino a giungere, a ottobre, in Sicilia alla Baja Terra del Sole dove si svolgerà la tappa conclusiva del campionato e verranno incoronati i vincitori delle diverse categorie. Il programma dell’Italian Baja prevede a Pordenone giovedì 13 le operazioni preliminari delle Verifiche dei concorrenti, che proseguiranno venerdì 14; alle 16 da Sacile lo start alla Super Special Stage Memorial Claudio “Caco” Azzaretti. Alle 17.20 terminerà la Tappa SuperSpecial Stage Memorial Claudio “Caco” Azzaretti. Sabato 15 marzo 7.50 Partenza per Tappa 2 “Pasch” – Cordenons Fiera Pordenone, l’arrivo alle 16 a Fiera Pordenone. Domenica 16 marzo alle 7.40 il via alla Tappa 3 “Valvasone” Fiera Pordenone, mentre alle 17 è previsto termine della Baja – Podio & Premiazioni a Fiera Pordenone.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie