Presentata la Dakar 2021: 12 tappe e percorso nuovo al 90%

La gara sarà composta dal prologo del 2 gennaio e da 12 speciali per 7.700 chilometri di gara. Il percorso sarà nuovo tra l'80 e il 90%. Scende del 14% di partecipanti la entry list rispetto all'anno passato.

Presentata la Dakar 2021: 12 tappe e percorso nuovo al 90%

La Dakar 2021 sarà quasi interamente inedita. Parte da questo eccellente presupposto la presentazione della prossima edizione del rally raid più famoso al mondo, presentata questo pomeriggio.

La seconda edizione della Dakar in Arabia Saudita scatterà ufficialmente il 2 gennaio con il prologo, una tappa di 11 chilometri che servirà a delineare l'ordine di partenza per la prima tappa vera e propria che si terrà il 3 gennaio.

Le prove cronometrate saranno 12 in totale, con la giornata di riposo prevista per il 9 gennaio. Il chilometraggio complessivo della gara sarà di 7.646 chilometri, di cui 4.767 cronometrati. Il resto, ovviamente, di trasferimento.

Presente anche la consueta Tappa Marathon con i team che non potranno usufruire dell'assistenza. Quest'anno è posta tra la Tappa 7 e la 8 (10 e 11 gennaio, dunque dopo la giornata di riposo) e andrà da Ha'll a Neom con il bivacco previsto a Sakaka.

I partecipanti alla 43esima edizione della Dakar, quella del 2021, saranno in tutto 555, per un totale di 321 veicoli. Questo significa una riduzione non troppo rilevante rispetto ai numeri registrati lo scorso anno (563 partecipanti per 342 veicoli). Da registrare la presenza di 16 donne al via del rally raid.

La pandemia da COVID-19 ha così ridotto i numeri della Dakar a causa delle difficoltà di spostamento, dell'emergenza sanitaria e dei problemi economici divenuti inevitabili dopo i lockdown adottati in gran parte del pianeta.

Bisogna considerare anche un lieve calo del chilometraggio cronometrato, che è del 63% del percorso complessivo rispetto al 65% dell'edizione 2020. C'è però da considerare il fatto che, dall'arrivo di David Castera come direttore della Dakar, la competizione ha visto diminuire i tratti di trasferimento e aumentare quelli di gara.

A tal riguardo, proprio Castera ha sottolineato come il percorso 2021 della Dakar sia nuovo tra l'80 e il 90% rispetto a quello utilizzato l'anno scorso. Un bel cambiamento, che renderà ancora più imprevedibile l'edizione numero 43 del rally raid.

"Abbiamo cambiato tutte le strade, sono tra l80 e il 90% nuove, e questo è possibile perché l'Arabia Saudita offre tanto posto nuovi e aree dove puoi organizzare ben 5 Dakar senza ripetere le zone già utilizzate", ha detto Castera a Motorsport.com.

"Sarà un percorso molto differente da quello dell'anno scorso. La prima idea è avere un bilanciamento migliore di percorso tra le due settimane di gara. Abbiamo cercato di lavorarci su per tenere alta l'attenzione sull'aspetto sportivo sino alla fine, all'ultima tappa. La tappa più dura sarà la 11esima. Sarà un percorso che alcuni non ameranno".

"Nella prima settimana avremo 2 o 3 tappe difficili, ma poi saranno seguite da una più semplice, con distanze minori, che permetterà di respirare un po' prima del giorno di riposo".

"Anche il ritmo di gara cambierà di prova in prova. Ci saranno 300 chilometri in meno di gara rispetto alla passata edizione, ma questo non influirà se i chilometri di gara dovranno essere affrontati in maniera più impegnativa. Sono certo che l'edizione 2021 della Dakar sia più difficile rispetto a quella passata. Nelle Tappe 2 e 3 ci sarà da affrontare il deserto aperto, le dune".

Da segnalare anche la presenza di 26 veicoli storici che prenderanno parte alla Dakar Classic, nuova categoria che correrà in parallelo alla Dakar vera e propria con vetture storiche che hanno preso parte al rally raid prima del 2000.

condividi
commenti
Dakar 2021, Meeke: "La mia velocità è un problema. Dovrò gestirla"
Articolo precedente

Dakar 2021, Meeke: "La mia velocità è un problema. Dovrò gestirla"

Articolo successivo

Al-Attiyah: "Con questa Toyota ora possiamo vincere la Dakar!"

Al-Attiyah: "Con questa Toyota ora possiamo vincere la Dakar!"
Carica i commenti