Biasion ci racconterà la sua Dakar giorno per giorno

Biasion ci racconterà la sua Dakar giorno per giorno

Troverete il diario di bordo del pilota di punta del Petronas team De Rooy Iveco fra i favoriti nei camion

È arrivato a Mar del Plata, in Argentina, la località a 400 km a sud di Buenos Aires dove si sono svolte le verifiche tecniche e dove avverrà il 1. gennaio 2012 la partenza della 33. edizione della Dakar. Miki Biasion, due volte campione del mondo rally con la Lancia Delta, sarà al via del massacrante rally raid che si concluderà il 15 gennaio a Lima, in Perù, dopo 14 giorni di gara e 8.373 km con il camion Iveco Trakker Evolution 2 numero 511 del Petronas Team De Rooy Iveco. OmniCorse.it avrà il privilegio di seguire la massacrante corsa attraverso gli occhi del pilota di Bassano del Grappa, una gara che per la quarta volta si disputa in Sud America dopo l'abbandono dei tradizionali territori africani, sempre più impraticabili visto il proliferare degli attacchi terrorisstici nelle ultime edizioni. Vivremo insieme a Miki Biasion un'avventura entusiasmante che lo porterà dagli insidiosi deserti di sabbia bianca alle alture dei passi andini. Cercheremo di farvi vivere emozioni, gioie (e speriamo pochi tormenti) di un campione che saprà raccontarci alla fine di ogni tappa non solo il resoconto della giornata, ma anche come si affronta e come si vive una Dakar, dove coraggio, temerarietà, nervi saldi e capacità di guida si fondano con altre caratteristiche come l'umanità, l'organizzazione e la tecnica. Una Dakar non si vince solo nel corso delle prove speciali: serve una struttura preparata che sa intervenire sui mezzi e soprattutto sia in grado di affrontare tutte le insidie che un raid marathon nasconde lungo un percorso che attraversa tre nazioni del Sud America. Gli esperti assicurano che quello di quest'anno è un tracciato molto duro e selettivo: alla partenza ci saranno 447 equipaggi in rappresentanza di 50 nazionalità. L'elenco degli iscritti vede 161 auto, 181 moto, 74 camion e 31 quad. L'equipaggio del Petronas Team De Rooy Iveco formato da Miki Biasion (pilota), Giorgio Albiero (navigatore) e Michel Huisman (meccanico) ha l'ambizione di lottare per le posizioni di vertice della classifica riservata ai camion. Il successo al Rally del Marocco con l'Iveco Trakker Evolution 2 fa ben sperare anche per la Dakar: l'olandese Team De Rooy vanta una consolidata esperienza nelle gare di tipo africane e ha trovato l'importante appoggio di uno sponsor come la Petronas che sfrutterà la massacrante maratona per speriementare nuovi lubrificanti in condizioni estreme. Insomma Miki Biasion dispone di una struttura molto organizzata e un mezzo competitivo come l'Iveco Trakker Evolution 2: è giusto, quindi, che il pilota italiano sia considerato uno dei grandi favoriti insieme a Vladimir Chagin che gareggia con il russo Kamaz ed è un campione che vanta già sette vittorie di categoria. Da domani, fino al 15 gennaio vi aggiorneremo con il diario di bordo di Miki Biasion in questa Dakar: l'appuntamento è per la seconda serata (considerate il fuso orario con l'Argentina e il fatto che i camion partono in coda a moto e auto). L'obiettivo è di offrire a voi la testimonianza di un protagonista assoluto e la speranza è che i lettori con i loro commenti possano diventare il quarto membro dell'equipaggio sul Trakker Evolution 2 del Petronas Team De Rooy Iveco...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie