Dakar 2018: Motul
Topic

Dakar 2018: Motul

Leloup: il sogno Dakar - Original by Motul realizzato con una... lotteria!

Il francese ha sempre voluto partecipare al più grande dei rally raid, ma per farlo servivano moto e soldi, raccattati con uno stratagemma singolare che ha funzionato alla grande.

Leloup: il sogno Dakar - Original by Motul realizzato con una... lotteria!
#138 KTM: Romain Leloup
#138 KTM: Romain Leloup
#138 KTM: Romain Leloup

La Original, ex Malle Moto, by Motul continua a collezionare storie bellissime da raccontare durante questa Dakar 2018.

Storie che a casa sicuramente faranno sorridere più di qualcuno ma che in effetti testimoniano l'amore e la passione per questa gara che da molti, e in Sud America, da tutti viene riconosciuta come la più dura del pianeta.

La storia di oggi riguarda Romain Leloup, francese di 25 anni in gara con il numero 138 nella classe Original, appunto. Il suo sogno di partecipare alla Dakar stava chiuso in un cassetto da quando suo papà e suo zio gli raccontavano le loro storie vissute alla Dakar: quattro edizioni per lo zio, due per suo papà ed una di queste l'aveva corsa nella categoria Malle Moto.

L'idea di Romain, il sogno, era quella di partecipare al compimento dei 18 anni, come pilota più giovane della Dakar ma fin da subito si è reso conto che la cosa, soprattutto a livello di budget, non era così semplice. Così nel 2016 Romain è venuto in Italia, al Sardegna Rally Race – gara allora valida per il Mondiale di specialità - e ha cominciato a impratichirsi con road book e navigazione.

A 25 anni dunque, per questo giovane pilota, era arrivato il momento di concretizzare la sua partecipazione alla Dakar ma nel 2017 il budget non era ancora completo. Così ha avuto la prima idea per cominciare a raccogliere la cifra necessaria per quadrare il bilancio e iscriversi.

Ha riesumato una vecchia moto dal suo garage, l'ha risistemata e ci ha lavorato sopra giorno e notte fino a tirarne fuori una bella Cafè Racer. Metterla in vendita però era troppo semplice e forse, addirittura non avrebbe raccolto poi così tanto. E così si è fatto venire un'altra idea e ha indetto una lotteria con un unico enorme premio: la sua moto. Un successo su tutti i fronti: ha fatto stampare i biglietti della lotteria e li ha messi in vendita a 10 euro l'uno ricavandone 6000 euro.

Questa operazione però, come spesso avviene in Francia, ha richiamato l'attenzione di diversi sponsor che lo hanno aiutato a chiudere il budget consentendogli di partire con una cifra minima, iscrivendosi appunto nella Original by Motul.

In questo momento Romain alla sua prima Dakar occupa la 66a piazza assoluta ed ha scalato la classifica giorno dopo giorno dalla 98a piazza della prima speciale in Perù e poi via via 90a, 74a, 69a e ora appunto 66a assoluta.

condividi
commenti
Tupiza, il girone dantesco boliviano della Dakar

Articolo precedente

Tupiza, il girone dantesco boliviano della Dakar

Articolo successivo

Dakar, in viaggio con Toyota: 10 ore di pullman e (finalmente) la doccia calda!

Dakar, in viaggio con Toyota: 10 ore di pullman e (finalmente) la doccia calda!
Carica i commenti