Dakar 2022 | Audi
Topic

Dakar 2022 | Audi

Hoffmann: "La Dakar oggi con l’elettrico e questa tecnologia. Le Mans domani"

A tu per tu con Oliver Hoffmann, a capo del board di sviluppo tecnico di Ingolstadt per parlare dell’Audi RSQ e-tron, del perché quest’auto non ha un “semplice range extender” ma un sistema più sofisticato da poter essere usato anche in altre gare di durata. E su Valentino Rossi e Formula 1 non chiude la porta.

Hoffmann: "La Dakar oggi con l’elettrico e questa tecnologia. Le Mans domani"

L'Audi RS Q e-tron sta facendo parlare di se in questa Dakar. Non si tratta però di una semplice questione di risultati, anche perché una corsa come quella del Rally Raid più famoso del deserto, vive alla giornata. Oggi sei in paradiso, domani in un inferno di sabbia tra problemi e navigazione.

La visione che però Ingolstadt ha portato a queste latitudini no, quella rimane costante, e si lega ad una pianificazione ad ampio respiro che vede i Quattro Anelli puntare forte alla Dakar ora e negli anni futuri, alla 24 Ore di Le Mans, senza dimenticarsi di Formula 1 e, perché no, anche Valentino Rossi per il futuro. Il presente traccia quindi nuove strade tecnologiche e questa edizione 2022 non è che un preamoblo.  

Non si tratta di supposizioni però: questo è il pensiero di Oliver Hoffmann, a capo del board di sviluppo tecnico di Ingolstadt, che abbiamo intercettato nel bivacco di Riyhad.

"Sono davvero orgoglioso di tutto il team, è la nostra prima Dakar ed in meno di 12 mesi abbiamo sviluppato e finito l'auto. Sono davvero orgoglioso. Avevamo detto che se saremmo entrati nella Dakar, lo avremmo fatto in maniera non tradizionale, quindi non con un motore a benzina. Il concept RS Q e-tron sta lavorando molto bene, e la motorizzazione elettrica sta convincendo. Siamo orgogliosi di aver vinto fin da subito una tappa con Carlos Sainz (bissata poi con la vittoria di Ekstrom ndr) nella prima gara che sta disputando la macchina. Tutto il board è contento ad Ingolstandt".  

Hoffmann ed Audi hanno una tradizione importante per le gare di durata come la 24 ore di Le Mans. La maratona della Sarthe rivedrà protagonista Ingolstadt a partire dal 2023, con una LMDh. Quello stesso 2023 in cui si punterà alla vittoria tra le dune.  

#202 Team Audi Sport Audi: Carlos Sainz, Lucas Cruz

#202 Team Audi Sport Audi: Carlos Sainz, Lucas Cruz

Photo by: A.S.O.

Già, ma quale dei due è il programma più importante? 
"Non posso dire quale sia il più importante per noi, posso dire quale è più importante per l'apporto tecnologico. Abbiamo una grande storia a Le Mans, ed è fondamentale per noi. Qui alla Dakar però, ci stiamo spingendo verso nuovi limiti. Stiamo sviluppando una tecnologia nuova nel deserto" 

Più di una volta è stato sottolineato come questo prototipo sia "semplicemente" un prodotto elettrico con un range extender, tanto più che la ICE è un motore Turbo benzina TFSI derivante dall'unità DTM...
"La ICE non è parte del concept dove ci siamo concentrati maggiormente. Noi possiamo cambiare anche la nostra unità termica come Energy Converter, e valutare anche altre soluzioni per il futuro. Ci stiamo concentrando sul peso e sull'efficienza della parte elettrica".  

Lei sta definendo il propulsore termico come energy converter e non range extender. Quale differenza c'è tecnicamente? 
"Il concetto è simile, ma l'impostazione è differente. L'unità termica lavora in funzione di controllo dell'autonomia della batteria, ma anche dello stato di carica della batteria stessa". 

Questo elemento risulta fondamentale e interessante, ma va approfondito.  L'Audi e-tron RSQ infatti, ogni sera viene ricaricata. Il motore elettrico, la terza unità MGU per essere più precisi, prende energia dal motore termico, con quest'ultimo che dunque serve per "creare energia", non per dare potenza. Anche se, sotto questo punto di vista, per come è la natura di una batteria, più è elevato il SOC, lo State of Charge, più si avrà potenza da sfruttare.   

Proprio per questo motivo, quando intervistammo Stephane Peterhansel, Mr Dakar ci raccontò come il motore a scoppio fosse acceso per metà del tempo durante i passaggi più semplici, mentre sulle dune e sulla sabbia morbida, il motore termico rimane acceso al 100%. In situazioni di richiesta di potenza e coppia infatti, mantenere il SOC della batteria sempre su valori di "piena carica" aiuta ad avere più potenza, ma anche una coerenza di risposta sul pedale dell'acceleratore. Un sistema dunque molto interessante che non si "limita" solo a fungere da range extender.  

#200 Team Audi Sport Audi: Stéphane Peterhansel, Edouard Boulanger

#200 Team Audi Sport Audi: Stéphane Peterhansel, Edouard Boulanger

Photo by: Red Bull Content Pool

Discorsi tecnici a parte, Hoffmann si concentra sull'aspetto sportivo della Dakar stessa... 
"Non mi aspettavo proprio questi risultati, ad essere onesto. E' solo la nostra prima gara, questo va comunque sottolineato. Certo, se avessimo potuto scegliere, la Dakar non sarebbe stata la prima gara da disputare, ma non mi aspettavo questa velocità e questi risultati. Per questo siamo emozionati. Ho visto la Dakar in passato, avere Carlos, Stephane e Mattias con noi è qualcosa di speciale". 

Su cosa vi concentrerete in termini di sviluppo? 
"Lavoreremo molto sul peso e sulla densità energetica su tutti. Dobbiamo e vogliamo rendere questa auto più efficiente. Questo è il motivo per cui abbiamo scelto la strada tecnica dell'Energy Converter. C'è spazio per svilupparlo, dobbiamo svilupparlo, ma l'obiettivo per quest'anno comunque rimane la fine della Dakar".  

Avete deciso che altre gare correre? 
"Non ancora, di sicuro la prossima Dakar. Ne dobbiamo ancora discutere, ma la febbre per questo Rally Raid ha contagiato Ingolstadt".  

Adatterete questa tecnologia in altre competizioni del motorsport?  
"Sicuramente. Abbiamo alcune idee perché è un modo molto intelligente per spingere la motorizzazione elettrica, e per renderla efficace per le lunghe distanze. Perché per noi, per essere chiari, il nostro futuro è elettrico, il drivetrain elettrico è il nostro futuro e per questo stiamo spingendo su questo. Su questo punto...abbiamo preso una decisione riguardo la Le Mans, vedremo in futuro quale sarà...".

Il discorso, evidentemente si allarga e si amplia. E la domanda sull'eventuale ingresso in Formula 1 è - per certi versi - anche scontata. Hoffmann non si sbilancia, ma sottolinea più volte l'apprezzamento per i futuri cambi regolamentari, con l'abbandono della MGU-H.
"Penso che riguardo la formula 1 la FIA abbia preso delle buone decisioni riguardo al futuro della serie. L'ultima stagione è stata molto interessante e loro hanno preso delle buone decisioni, ma...vedremo. Ora siamo focalizzati su questo...Dakar e Le Mans...vedremo nel futuro. Negli ultimi anni comunque, abbiamo volto lo sguardo verso molte serie del motorsport che avessero senso per noi, in qualità di brand".  

Magari una serie GT con Valentino Rossi, visto il recente test con la R8 EVO del team WRT sul Cheste di Valencia. 
"Io amo Valentino e...[sorride]. Perché no! Ha provato alcune settimane fa un esemplare WRT. Abbiamo avuto anche gare DTM interessanti con un pilota MotoGP (Andrea Dovizioso nda)....perché no quindi!".

Valentino Rossi, WRT Audi R8 GT3 LMS

Valentino Rossi, WRT Audi R8 GT3 LMS

Photo by: Ferdi Kräling Motorsport-Bild GmbH

condividi
commenti
Dakar | Auto, Tappa 9: Toyota risponde ad Audi con una tripletta
Articolo precedente

Dakar | Auto, Tappa 9: Toyota risponde ad Audi con una tripletta

Articolo successivo

Dakar | Petrucci: "Non capisco perché si fermi solo la mia moto"

Dakar | Petrucci: "Non capisco perché si fermi solo la mia moto"
Carica i commenti