Dakar 2022 | Moto
Topic

Dakar 2022 | Moto

Dakar | Sunderland: "Questa tappa è stata come un casinò"

Sam Sunderland ha ammesso che oggi è stato abbastanza frustrante perdere 26 minuti e la leadership della Dakar in una tappa che ha definito come un "casinò" in termini di navigazione.

Dakar | Sunderland: "Questa tappa è stata come un casinò"

Passato quest'anno a difendere i colori della GasGas, Sam Sunderland ha preso il comando della gara riservata alle moto della Dakar nella seconda tappa, mantenendolo fino al giorno di riposo di sabato, al quale si era presentato con un margine di 2'39" su Matthias Walkner.

Tuttavia, le speranze del britannico di ottenere un secondo successo alla Dakar, dopo quello del 2017, hanno subito un duro colpo durante i 402 km della speciale che ha condotto da Riyadh ad Al Dawadini di domenica, nella quale ha avuto grosse difficoltà di navigazione, chiudendo a 25'55" dal vincitore di tappa José Cornejo.

Questo significa che Sunderland è scivolato al quarto posto nella generale, anche se con un ritardo di solo 5'38" sul nuovo leader Adrien van Beveren, visto che il più vicino dei suoi inseguitori, Matthias Walkner, ha vissuto a sua volta una giornata difficile.

Leggi anche:

Il compito di Sunderland poi è stato reso ancora più difficile dall'incidente in trasferimento che è costato il ritiro al compagno di squadra Daniel Sanders, perché questo gli ha imposto di aprire la pista, visto che venerdì si era piazzato secondo proprio alle spalle dell'australiano.

"E' stata una giornata dura", ha detto Sunderland. "E' iniziata male, con l'incidente di Sanders nel trasferimento e poi la speciale è stata davvero difficile a livello di navigazione, quindi non era ideale per aprire la pista".

"C'è stata un po' di pioggia dopo la macchina 00, quindi molte delle piste sono state lavate via, è stato un po' un casinò. In alcuni punti dovevi lansciare una moneta e sperare di andare dalla parte giusta. Onestamente, è un po' frustrante, ma allo stesso tempo sono sicuro che nei prossimi giorni sarà lo stesso per altri piloti".

"Anche ieri, quando mi chiedevano se fossi entusiasta di essere in testa alla gara, naturalmente è bello, ma non significa nulla nel giorno di riposo. Abbiamo ancora tanti giorni di gara davanti a noi e sono sicuro che ci saranno altre opportunità per attaccare, per recuperare un po' di terreno".

#3 Gasgas Factory Racing: Sam Sunderland

#3 Gasgas Factory Racing: Sam Sunderland

Photo by: Red Bull Content Pool

Il pilota della Yamaha, van Beveren, ha concluso la tappa al decimo posto, pagando 12'34" su Cornejo, ma ora ha un margine di 5'12" sulla KTM di Walkner nella classifica generale quando mancano cinque tappe al termine.

"Ho cercato di attaccare ovunque potessi, ma è stata una speciale difficile dal punto di vista della navigazione", ha detto il nuovo leader della generale. "Sapevo che poteva pagare, quindi ho dato il massimo ed ha funzionato".

"Farò del mio meglio per difendere il mio vantaggio, ma senza impazzire. Il mio obiettivo è quello di arrivare al traguardo. L'ho detto fin dall'inizio e questo non è cambiato. Farò tesoro della mia esperienza e mi atterrò al piano originale".

"Manca ancora tanto alla fine ed ho intenzione di continuare a spingere. Se andrà tutto bene, sarà fantastico".

#42 Monster Energy Yamaha Rally Team: Adrien Van Beveren

#42 Monster Energy Yamaha Rally Team: Adrien Van Beveren

Photo by: Yamaha Motor Racing

condividi
commenti
Dakar | Auto, Tappa 7: Loeb vince e recupera minuti ad Al-Attiyah
Articolo precedente

Dakar | Auto, Tappa 7: Loeb vince e recupera minuti ad Al-Attiyah

Articolo successivo

Dakar | Camion, Tappa 7: Shibalov svetta, Van Kasteren soffre

Dakar | Camion, Tappa 7: Shibalov svetta, Van Kasteren soffre
Carica i commenti