WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
FP2 in
01 Ore
:
54 Minuti
:
27 Secondi
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
FP1 in corso . . .
IndyCar
20 set
-
22 set
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
6 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
62 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prossimo evento tra
12 giorni
Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP1 in
03 Ore
:
39 Minuti
:
27 Secondi
ELMS
20 set
-
22 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara 1 in
20 Ore
:
09 Minuti
:
27 Secondi
Dakar 2019: Motul
Topic

Dakar 2019: Motul

Dakar, Original by Motul: quando a fare la differenza è lo spirito di squadra

condividi
commenti
Dakar, Original by Motul: quando a fare la differenza è lo spirito di squadra
Di:
7 gen 2019, 10:16

Due olandesi, Sjors van Heertum e Mark Tielemans partecipano alla Dakar con due KTM: il primo è pilota che non sa niente di meccanica, il secondo corre per fare il rialzo delle moto a ogni fine tappa nella categoria di chi corre senza assistenza al seguito.

“E’ più facile insegnare ad un meccanico ad andare in moto, piuttosto che imparare i segreti della meccanica”. L’olandese Sjors van Heertum (KTM #83) ha così deciso di avvalersi del supporto dell’amico e connazionale Mark Tielemans (KTM #123) per lanciarsi nell’avventura della categoria senza assistenza Original by Motul.

“Posso definirmi un pilota esperto con diverse Dakar alle spalle, ma corse tutte con un team di assistenza. Sono un buon navigatore e buon pilota, ma non posso certo dire la stessa cosa per le mie qualità di meccanica - racconta Sjors van Heertum - Come ogni appassionato, correre la Dakar senza assistenza rappresenta la sfida nella sfida e volevo mettermi alla prova. Ma come pensare di finire la gara se non sai mettere le mani sulla moto?”.

Così l’olandese ha avuto un’idea ed ha convinto il meccanico del Bas Team con cui ha corso lo scorso anno a mettersi alla guida di una KTM.

Per Mark si tratta di un vero e proprio debutto come pilota...
“Il mio obiettivo è terminare il rally, non vincere la categoria. Ma per farlo avevo bisogno di un amico-meccanico. Faremo la corsa insieme - continua Sjors - io lo aiuterò nella tecnica di guida e nel road book, Mark con la maccanica”.

Fedeli al dna della Dakar, dove aiutarsi tra concorrenti è consentito e costituisce parte integrante dello spirito della corsa, il duo olandese ha così sopperito ad una difficoltà con un’idea originale.
Anche questa è la Dakar...

Articolo successivo
Dakar 2019, video: ecco tutto il percorso di questa edizione tappa per tappa

Articolo precedente

Dakar 2019, video: ecco tutto il percorso di questa edizione tappa per tappa

Articolo successivo

Dakar 2019, Cerutti: "Vorrei finire nella top 15, un obiettivo alla mia portata"

Dakar 2019, Cerutti: "Vorrei finire nella top 15, un obiettivo alla mia portata"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 1: Lima - Pisco
Autore Maria Guidotti