Dakar 2018: Moto
Topic

Dakar 2018: Moto

Dakar, Moto, Tappa 6: zampata di Meo, Benavides nuovo leader

Il francese della KTM vince la speciale accorciata con 30" di vantaggio sull'argentino della Honda, che passa in testa alla generale con 1'57" su van Beveren, oggi solo decimo con la sua Yamaha. In crescita Price.

Dakar, Moto, Tappa 6: zampata di Meo, Benavides nuovo leader

La sesta tappa della Dakar 2018 è stata caratterizzata da un percorso accorciato per le moto: inizialmente avrebbero dovuto affrontare due tratti cronometrati nel percorso tra Arequipa e La Paz, primo arrivo in Bolivia, ma in realtà sono arrivate in trasferimento fino alla seconda speciale (si temeva possibili problemi legati al maltempo), correndo solo per circa 190 km.

Per questo oggi non ci sono stati particolari colpi di scena, con tutti gli uomini di classifica che hanno chiuso compresi nello spazio di meno di cinque minuti. Nonostante questo, abbiamo un nome nuovo nell'elenco dei vincitori di tappa, ma soprattutto un nome nuovo anche in cima alla classifica generale.

A trionfare nella tappa odierna è stato Antoine Meo, che con la sua KTM è venuto fuori alla distanza: ottavo al WP6, il francese si è presentato terzo al 7, secondo all'8 e sotto al traguardo ha preceduto di 30" la Honda di Kevin Benavides, che con questo ottimo risultato si è portato in vetta alla generale.

L'argentino entrava nella speciale di oggi con appena un minuto da recuperare nei confronti della Yamaha di Adrien van Beveren, che però non ha brillato particolarmente, piazzandosi decima a 3'27". Un risultato che lo ha fatto arretrare al secondo posto nella generale, distanziato di 1'57" dal nuovo battistrada.

Tra le altre cose, van Beveren ha perso terreno anche nei confronti di Matthias Walkner, oggi ottavo, ma sempre terzo nell'assoluta con la sua KTM, ma ora a meno di un minuto dalla piazza d'onore ed a 2'50" dalla vetta.

Per una Yamaha che ha perso una posizione, un'altra ne ha invece guadagnata una: si tratta di quella di Xavier de Soultrait, risalita al quarto posto ai danni della Honda di un Joan Barreda che non ha mai trovato il ritmo giusto, chiudendo 11esimo a poco più di tre minuti, scivolando a poco meno di 10' dal leader nella generale.

La tappa di oggi però rischia di essere importante perché ha anche provato che Toby Price sembra pronto per attaccare. Il vincitore dell'edizione 2016, al rientro dopo il grave infortunio dello scorso anno, ha comandato la speciale quasi per tutta la distanza e alla fine ha chiuso terzo a 30". In questo modo, ha ridotto a soli 9'39" il suo gap da chi comanda, ma si è portato anche ad appena 15" dal quarto posto.

Il successo odierno poi ha permesso anche a Meo di reinserirsi prepotentemente nell'elenco dei candidati alla vittoria finale, essendo ora settimo a poco più di dieci minuti da Benavides. Dopo le difficoltà di ieri, si è infilato nuovamente tra i migliori anche Pablo Quintanilla, anche se con la sua Husqvarna ora è ottavo a 16'42".

Nel trenino poi c'è sempre anche il veterano Gerard Farres, nono a 18'08" nella generale, mentre dal decimo in giù i distacchi iniziano a farsi più pesanti, perché Stefan Svitko paga già quasi mezz'ora.

Per quanto riguarda gli italiani, oggi il migliore è stato Jacopo Cerutti, 28esimo a 9'50" con la sua Husqvarna. Nella generale però il migliore dei nostri rimane Alessandro Botturi, 25esimo con la sua Yamaha, nonostante oggi abbia vissuto una giornata decisamente storta, pagando ben 22 minuti.

Il "Bottu" comunque è ancora a poco meno di un'ora e mezza dalla leadership assoluta e mantiene un margine di 55 minuti su Cerutti, che proprio come nella tappa odierna occupa la 28esima posizione. Continuando a scorrere la classifica, in 37esima troviamo poi l'altra Husqvarna di Maurizio Gerini.

Pos.PilotaMotoTempo/GapPenalità
1 Kevin Benavides Honda 16.33'20”  
2 Adrien van Beveren Yamaha +1'57"  
3 Matthias Walkner KTM +2'50"  
4 Xavier de Soultrait Yamaha +9'24"  
5 Joan Barreda Honda +9'33"  
6 Toby Price KTM +9'39"  
7 Antoine Meo KTM +10'42"  
8 Pablo Quintanilla Husqvarna +16'42"  
9 Gerard Farres KTM +18'08"  
10 Stefan Svitko KTM +29'11" +1'00"

 

condividi
commenti
Dakar, Peugeot respinge le proteste Toyota: "Sono stupide!"
Articolo precedente

Dakar, Peugeot respinge le proteste Toyota: "Sono stupide!"

Articolo successivo

Dakar, Quad, Tappa 6: Gonzalez fa centro a La Paz, Casale amministra

Dakar, Quad, Tappa 6: Gonzalez fa centro a La Paz, Casale amministra
Carica i commenti