Dakar 2018: Moto
Topic

Dakar 2018: Moto

Dakar, Moto, Tappa 4: Sunderland va ko, passa in testa van Beveren

Il vincitore dell'edizione è stato portato al bivacco in elicottero, perché dolorante alla schiena. Il francese firma la doppietta Yamaha insieme a De Soultrait ed ora comanda la generale con 1'55" su Quintanilla. Terzo c'è Benavides.

Dakar, Moto, Tappa 4: Sunderland va ko, passa in testa van Beveren

Il direttore sportivo Marc Coma lo aveva detto da subito che la Dakar di quest'anno sarebbe stata durissima e bisogna dire che sono bastati davvero pochi giorni di gara per capire che lo spagnolo non mentiva.

Le prime quattro tappe hanno già regalato tantissimi colpi di scena e oggi probabilmente il più importante è arrivato dalla categoria moto, nella quale è stato costretto ad alzare bandiera bianca il vincitore della passata edizione, il britannico Sam Sunderland.

Il pilota della KTM, che era leader dopo aver vinto due delle prime tre tappe, è stato vittima di un acciacco nella fase conclusiva della speciale ad anello di San Juan de Marcona: ha subito una forte compressione atterrando da un salto ed ha subito manifestato un forte dolore alla schiena. Per questo è stato trasportato al bivacco in elicottero.

Questa quarta tappa ha sorriso invece alla Yamaha, che ha piazzato un grande 1-2 con Adrien van Beveren e Xavier De Soultrait. Una grande prova soprattutto per il primo, vincitore con 5'01" di vantaggio ed ora anche leader della classifica generale.

Un grande passo avanti per lui, che ieri era settimo ad oltre 10 minuti da Sunderland ed invece ora comanda con 1'55" di margine sull'Husqvarna di un regolarissimo Pablo Quintanilla, oggi quarto al traguardo di tappa con un distacco di 7'32".

Meglio di lui ha fatto la KTM di Matthias Walkner, 22" più rapido a completare il tratto cronometrato odierno. Tuttavia, l'austriaco è al quarto posto nella classifica generale, alle spalle di un Kevin Benavides che invece oggi non ha brillato particolarmente con la sua Honda.

Nelle primissime posizioni però la situazione rimane davvero apertissima, perché anche Benavides e Walkner sono distanziati rispettivamente di 3'15" e 5'23". Ma il secondo posto di tappa ha permesso di fare un bel salto avanti anche a De Soultrait, ora quinto a 7'34" con l'altra Yamaha.

Attenzione poi a Toby Price, che per il momento non ha ancora piazzato zampato, ma rimane sornione nelle posizioni di vertice: il pilota della KTM, al rientro dopo l'infortunio dello scorso anno, è sesto a 10'14", davanti alla Honda del cileno Josè Cornejo, che sta facendo molto bene il sostituto dell'infortunato Paulo Goncalves.

A completare la top 10 della generale ci sono poi Franco Caimi (Yamaha), Gerard Farres (KTM) ed Antoine Meo (KTM). Per quanto riguarda la tappa vanno invece segnalate le ottime prestazioni di Stefan Svitko e Daniel Oliveras Carreras, che hanno chiuso rispettivamente al quinto ed al sesto posto di giornata, con lo slovacco che ora è 11esimo nella generale.

E' stata un'altra giornata interlocutoria poi per Joan Barreda: l'alfiere di casa Honda è partito a razzo nella prima parte ed ha dettato il ritmo fino al WP4, poi però ha perso terreno e si è presentato sul traguardo con un distacco di 10 minuti dal vincitore. Nella generale, dunque, ora occupa il 13esimo posto, ma staccato ancora di 22'08" dal leader.

Il migliore dei piloti di casa nostra rimane sempre Alessandro Botturi, che con la sua Yamaha oggi ha pagato 20'20" dal vincitore, ma in questo modo si è portato in 20esima posizione nell'assoluta, a poco più di un minuto da Laia Sanz, che lo precede 19esima. Continuando a scorrere la classifica poi troviamo Jacopo Cerutti 32esimo, Maurizio Gerini 40esimo ed Alessandro Ruoso 45esimo. Questo per quanto riguarda gli "azzurri" nella top 50.

Pos.PilotaMotoTempo/Gap
1 Adrien van Beveren Yamaha 11.03'23"
2 Pablo Quintanilla Husqvarna +1'55"
3 Kevin Benavides Honda +3'15"
4 Matthias Walkner KTM +5'23"
5 Xavier de Soultrait Yamaha +7'34"
6 Toby Price KTM +10'14"
7 José Cornejo Honda +12'06"
8 Franco Caimi Yamaha +12'48"
9 Gerard Farres KTM +13'05"
10 Antoine Meo KTM +13'47"

 

condividi
commenti
Dakar dura? I ritiri lo confermano: sono più di 40 in tre tappe!

Articolo precedente

Dakar dura? I ritiri lo confermano: sono più di 40 in tre tappe!

Articolo successivo

Dakar, Quad, Tappa 4: Kariakin ferma la striscia vincente di Casale

Dakar, Quad, Tappa 4: Kariakin ferma la striscia vincente di Casale
Carica i commenti