Dakar, Menzies: "L'incidente? Ho fatto un errore terribile"

Bryce Menzies ha ammesso che è stato un suo errore a portare all'incidente che lo ha costretto al ritiro dalla Dakar per i troppi danni procurati al suo Buggy X Raid, ma anche per la frattura della caviglia del suo navigatore.

Dakar, Menzies: "L'incidente? Ho fatto un errore terribile"
#314 X-Raid Team Mini: Yazeed Al-Rajhi, Timo Gottschalk
#314 X-Raid Team Mini: Yazeed Al-Rajhi, Timo Gottschalk
#314 X-Raid Team Mini: Yazeed Al-Rajhi
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen, crashed car
#310 X-Raid Team Mini: Bryce Menzies, Peter Mortensen, crashed car

Menzies, alla sua prima esperienza alla Dakar, era entrato nella seconda giornata di gara con la palma di miglior pilota della X Raid, visto che aveva chiuso la prima tappa quarto, a soli 38 secondi dal vincitore.

Tuttavia, dopo appena pochi chilometri nella seconda speciale ha letteralmente distrutto il suo buggy, inoltre il navigatore Peter Mortensen si è fratturato una caviglia. Una situazione che ha obbligato al ritiro l'equipaggio.

"Il mio navigatore mi aveva avvisato, ma ho controllato e mi era sembrato un bumpo più piccolo di quanto pensassi" ha detto Menzies.

"Lo abbiamo urtato abbastanza velocemente, si è scaricato il posteriore e si è impuntato l'anteriore. A quel punto penso che ci siamo capottati sette o otto volte".

"Non è il modo in cui volevo che andasse la mia prima Dakar. Ero così entusiasta di correre con questa macchina per migliorarla, ma ho commesso un errore davvero terribile".

"Ero molto preoccupato per le dune, per i primi cinque giorni, perchè il nostro buggy è due ruote motrici, ma nella prima tappa aveva dimostrato di poter essere competitivo. Per questo doversi già ritirare è straziante".

"Io sono ferito solamente nell'ego, mentre il mio copilota si è rotto una caviglia. Mi dispiace per lui, anche perché mi aveva avvisato ed avrei dovuto ascoltarlo".

"Comunque torneremo e staremo più attenti alla navigazione, alle note, per essere ancora più forti nel 2019".

 

Informazioni aggiuntive di Sergio Lillo

condividi
commenti
Fotogallery: le immagini più belle della seconda tappa della Dakar

Articolo precedente

Fotogallery: le immagini più belle della seconda tappa della Dakar

Articolo successivo

Dakar, Moto, Tappa 3: Sunderland torna al top, Barreda fa flop

Dakar, Moto, Tappa 3: Sunderland torna al top, Barreda fa flop
Carica i commenti