WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Formula E
22 nov
-
22 nov
Libere 1 in
08 Ore
:
31 Minuti
:
59 Secondi
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
1 giorno
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Prove libere in
7 giorni
Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
ELMS
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
21 giorni

Dakar: impresa del Rastrojero, un'auto anni 70 arriva al traguardo!

condividi
commenti
Dakar: impresa del Rastrojero, un'auto anni 70 arriva al traguardo!
Di:
17 gen 2017, 16:39

El Rastrojero Rapido, vettura argentina prodotta dal 1965 al 1079, ha chiuso al 36esimo posto assoluto la Dakar 2017.

Si chiama El Rastrojero Rapido ed è una vettura argentina degli anni Sessanta, o meglio un veicolo storico che è stato il riferimento di tutta una epoca per le utilitarie del Paese, ed è riuscita a concludere la Dakar 2017 – al 36° posto assoluto - realizzando uno dei sogni proibiti di due argentini Luciano A. Gagliardi, classe 1980 e José Antonio Blangino di otto anni più vecchio.

Quest'ultimo, il pilota, ha già partecipato a sei Dakar di cui due portate a termine ma quest'anno ha pensato di realizzare un sogno e cioè farlo con il mezzo su cui suo padre gli aveva insegnato a guidare. “Noi due abbiamo imparato a guidare con il Rastrojero. I nostri padri lo usavano per lavorare ed è stato per entrambi il primo veicolo – raccontano entrambi. - Lo hanno costruito fra il 1965 e il 1979, nella fabbrica di automobili di Cordoba, poi è andato fuori produzione”. Sotto in realtà c'è una base Toyota ma il motore è quello di una Camaro benzina – mentre quello originale era diesel – da 370 cavalli e con ben 42 anni di età”.

Hanno pensato di portare a termine questa avventura proprio nell'anno in cui la Dakar in Sud America è risultata la più difficile da quando si è trasferita oltre oceano. “Non c'è alcun confronto con l'edizione dell'anno scorso (che i due avevano terminato insieme in 59. posizione). Solo la quarta e la quinta tappa di quest'anno rappresentano tutta la Dakar del 2016. Lo scorso anno c'era più strada, più pista, questa volta invece le sospensioni hanno sofferto parecchio, così come il motore”, spiega Blangino.

Gagliardi – il copilota - invece si emoziona ricordando di come a otto anni imparò a guidare questa curiosa vettura e come già allora con suo fratello sognavano la Dakar. “Fare la Dakar con questo mezzo è stato dapprima un gioco, e poi un sogno, anche perché papà questo mezzo lo usava per lavorare”.

E prima di quest'anno aveva già corso nel 2016, in auto, e poi nel 2011, 2012 e nel 2013 in quad. “La Dakar è difficile da descrivere – spiega ancora – è una emozione molto grande”. El Rastrojero uscì di produzione nel 1979, oggi, 48 anni dopo, vive ancora, e lo ha dimostrato salendo sul podio della Dakar 2017.

Articolo successivo
Dakar, Boasso: "La Honda sta già pensando alla Dakar 2018"

Articolo precedente

Dakar, Boasso: "La Honda sta già pensando alla Dakar 2018"

Articolo successivo

Il Perù vuole tornare a ospitare la Dakar a partire dal 2018

Il Perù vuole tornare a ospitare la Dakar a partire dal 2018
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar 2017
Autore Elisabetta Caracciolo