Dakar, clamoroso: Barreda rimane a secco di carburante!

Joan Barreda ha perso tutte le sue possibilità di vincere la sua prima Dakar nell'11esima dell'edizione 2021, dopo aver finito il carburante al km 267.

Dakar, clamoroso: Barreda rimane a secco di carburante!

Le speranze di vincere la Dakar 2021 di Joan Barreda, che era quarto assoluto, 15:40 dietro al compagno di squadra Kevin Benavides, sono state infrante sulla strada per Yanbu (464 km cronometrati) questo giovedì, ma nel modo più inaspettato.

Il pilota spagnolo, partito secondo nella prova speciale, tre minuti dopo il compagno di squadra Ricky Brabec, è stato tra i migliori, nonostante abbia aperto la pista dal km 127, dopo aver raggiunto l'americano.

Ma un inspiegabile errore ha fatto scattare l'allarme intorno alle 10.30 ora locale (8.30 CET): lo spagnolo, secondo l'ASO, non si era fermato al rifornimento obbligatorio al km 174. Il rischio: una significativa penalità di tempo nella generale (due minuti per ogni 30 secondi non rispettati, che sarebbe l'equivalente di un'ora e 20 minuti se avesse mancato l'intera zona di rifornimento) e soprattutto rimanere senza carburante.

Secondo l'articolo 15.3.1 del regolamento della Dakar per moto e quad - modificato il 1° gennaio 2021 -: "Durante le Tappe in cui dovrà esserci un rifornimento nella Sezione Selettiva, questo rifornimento avverrà sotto forma di una neutralizzazione di 20 minuti, che sarà automaticamente detratta dal tempo della Sezione Selettiva". Il tempo di neutralizzazione era prima di questa modifica di 15 minuti.

Leggi anche:

Così, sebbene Barreda abbia stabilito il miglior record nella parte successiva - km 215 - lo spagnolo ha resistito solo per pochi chilometri ancora, rimanendo a secco di carburante al km 267 della prova speciale, in una zona di tortuose piste sterrate che si alternavano tra grandi vallate e fiumi in secca.

Qualche ore dopo il pilota spagnolo ha pubblicato un post sui suoi canali social, che lo ritrae in una stanza dell'ospedale di Yanbu, dove è stato elitrasportato dopo essere stato recuperato dall'organizzazione.

"Mi dispiace amici. Sono in ospedale a fare una TAC alla testa. La caduta di due giorni fa, nella quale ho perso conoscenza per qualche minuto, oggi mi ha fatto perdere i sensi", ha detto Barreda, la cui TAC non ha rivelato anomalie, come confermato successivamente dall'ASO.

"Volevo continuare la gara e finire nel miglior modo possibile, ma non è potuto essere così. Voglio ringraziare il team Monster Energy Honda e tutti voi per il vostro sostegno", ha aggiunto lo spagnolo, che ora sarà trasferito in un ospedale di Jeddah, dove rimarrà in osservazione e a riposo per qualche giorno.

 

La Honda quindi non ha più la possibilità di occupare l'intero podio nella categoria moto in questa edizione 2021, ma Kevin Benavides e Ricky Brabec continuano, con l'argentino che apre la pista dopo aver raggiunto il californiano, che si è perso tra il km 215 e il 260.

Una battuta d'arresto pesante per lo spagnolo, che ha gareggiato in quella che potrebbe essere la sua ultima Dakar in moto, dopo 11 edizioni nelle quali ha colto 27 vittorie di tappa ed un 5° posto nel 2017 come miglior risultato fino ad oggi.

condividi
commenti
Dakar, Camion, Tappa 11: Shibalov raddoppia, Macik quarto
Articolo precedente

Dakar, Camion, Tappa 11: Shibalov raddoppia, Macik quarto

Articolo successivo

Sainz amaro: "In questa Dakar ci è successo di tutto!"

Sainz amaro: "In questa Dakar ci è successo di tutto!"
Carica i commenti