Dakar 2022 | Auto
Topic

Dakar 2022 | Auto

Dakar | Auto, Tappa 3: Sainz regala la prima gioia ad Audi

Sainz regala il primo successo di tappa all'Audi, battendo di pochi secondi il pilota ufficiale della Toyota Henk Lategan. Terzo posto per Peterhansel, mentre crolla Loeb a causa della rottura dell'albero di trasmissione.

Dakar | Auto, Tappa 3: Sainz regala la prima gioia ad Audi

Per Audi buona la terza. La Tappa 3 della Dakar 2022, la seconda ad anello di questa 44esima edizione, ha sancito il primo successo di tappa di una vettura a propulsione totalmente elettrica nel rally raid più celebre al mondo.

A rendere tutto possibile è stato Carlos Sainz, autore di un'ottima prestazione in cui ha avuto la meglio nei confronti di Henk Lategan, pilota ufficiale Toyota Gazoo Racing South Africa, proprio nell'ultima parte di tappa.

Sainz ha duellato con il sudafricano per tutto il percorso cronometrato. I due sono stati a stretto contatto per tutto il tempo, con Lategan che ha comandato sino all'ultimo WayPoint prima dell'arrivo. A quel punto Sainz ha dato il colpo di reni decisivo per portare la sua RS Q e-tron davanti a tutti, cogliendo inoltre la 40esima affermazione di tappa della sua strepitosa carriera. Per Lategan una tappa beffarda, in cui si è trovato relegato al secondo posto per appena 38 secondi.

Per Audi Sport una bella soddisfazione dopo la terribile giornata d'apertura in cui ha visto svanire quasi tutte le opportunità di vittoria e di podio, salvo cataclismi sportivi nel corso delle prossime giornate di gara. Sainz, dal canto suo, si è riscattato dopo i problemi di navigazione nella Tappa 1 che lo avevano portato a perdere oltre 2 ore dal leader della classifica generale, Nasser Al-Attiyah.

La giornata di Audi Sport è stata resa ancora più bella dall'ottimo Stéphane Peterhansel, terzo di tappa a 1'41" dal compagno di squadra, ma anche dal quinto posto di un Mattias Ekstrom sempre più a proprio agio con il mezzo e con la Dakar. Lo svedese ha chiuso a poco meno di 3 minuti da Sainz, venendo battuto da Nani Roma, quarto, al volante della prima Hunter del team Bahrain Raid Xtreme.

Per trovare il leader della classifica generale dobbiamo scendere sino all'ottavo posto, con Al-Attiyah alle spalle del suo compagno di squadra Giniel De Villiers e staccato di 5'10" da Sainz. Per il qatariota, però, un'ottima tappa, perché non solo ha perso pochi minuti da piloti che non possono contendergli la vittoria, ma ha addirittura guadagnato 28 minuti nei confronti di quello che è, almeno al momento, il suo unico rivale: Sébastien Loeb.

Il pilota alsaziano del team Bahrain Raid Xtreme è andato incontro a una giornata a dir poco nera, con una serie di problemi che lo hanno colpito sin dai primi chilometri. Prima una foratura, poi la rottura dell'albero della trasmissione avvenuta dopo 10 chilometri che lo ha costretto ad affrontare le dune e l'intera tappa con sole 2 ruote motrici. Poi ecco un'altra foratura.

Tutto questo spiega i 33 minuti di ritardo da Sainz, ma apre ulteriormente le porte ad Al-Attiyah verso la fuga per la vittoria. Certo, alla Dakar nulla può essere dato per scontato, soprattutto dopo appena 3 giorni di gara e ancora 9 da disputare. Però ora il qatariota della Toyota potrà gestire il suo considerevole vantaggio, cercando di prendere meno rischi possibili almeno sino alla giornata di stop.

La classifica generale vede ora Al-Attiyah in testa, con un vantaggio di 37'40" nei confronti di Sébastien Loeb, primo degli inseguitori. Terzo posto per Lucio Alvarez, l'ottimo argentino del team Overdrive Toyota, che si trova ora molto vicino a Loeb. Giniel De Villiers torna in quarta posizione dopo la penalità comminata ieri dai commissari di gara per aver investito un motociclista nel corso della tappa e non essersi fermato a prestare soccorso.

Sale in quinta piazza Yazeed Al Rajhi, bravo a usare un passo regolare e competitivo dopo le iniziali difficoltà avute nella prima tappa. Torna settimo Martin Prokop con la sua Ford Raptor RS Cross Country, mentre ieri aveva gettato alle ortiche il terzo posto nella generale con una tappa al di sotto delle aspettative.

Light Weight Prototypes: Quintero torna al successo, Lopez Contardo controlla

Con la disastrosa giornata di ieri andata in archivio, Seth Quintero è tornato alla carica vincendo anche la Tappa 3 della Dakar destinata ai Light Weight Prototypes con una prova maiuscola.

Il pilota del team Red Bull Off-Road Junior ha infilato il terzo successo di speciale sulle quattro disputate sino a ora (includendo anche il Prologo disputato il 1 gennaio), battendo di 5'16 il primo degli inseguitori, nonché leader della classifica generale della categoria, Francisco Lopez Contardo.

Per l'americano del team Red Bull sarà molto complesso recuperare, avendo subito un ritardo di 16 ore nella giornata di ieri (6 più 10 per aver finito la tappa oltre il limite di tempo consentito). Non è un caso che abbia deciso di attaccare subito, per cercare di vincere più tappe possibili e, perché no, magari scalare la classifica giorno dopo giorno.

Intanto Lopez Contardo continua nella sua marcia molto importante che lo mantiene al comando davanti al compagno di squadra Sebastian Eriksson. Lo svedese del team EKS South Racing ha ora un ritardo di 9'09" dal cileno, mentre al terzo posto c'è sempre Pavel Lebedev (MSK Rally Team), staccato di 27'05" da Lopez Contardo.

Tutti gli altri hanno invece distacchi già considerevoli, perché il quarto, il francese Philippe Pinchedez, si trova a un'ora e diciannove minuti dalla vetta. Insomma, ormai la lotta per la vittoria sembra circoscritta ai primi tre dopo appena 3 tappe. Da segnalare inoltre che l'avventura alla Dakar - la prima della carriera - di Andreas Mikkelsen è già finita a causa della rottura della gabbia di protezione dell'equipaggio sulla sua vettura.

Dakar 2022 - Auto - Classifica generale dopo la Tappa 3

 

condividi
commenti
Dakar | Audi rinuncia a presentare reclamo sulla prima tappa
Articolo precedente

Dakar | Audi rinuncia a presentare reclamo sulla prima tappa

Articolo successivo

Dakar | Camion, Tappa 3: Sotnikov non molla, Van Kasteren si sveglia

Dakar | Camion, Tappa 3: Sotnikov non molla, Van Kasteren si sveglia
Carica i commenti