Dakar, Auto, Tappa 11: vince Loeb. Peterhansel vede il successo finale

Sébastien Loeb ha vinto la Tappa 11 della Dakar 2017 per appena 18" di vantaggio su Peterhansel. Quest'ultimo, però, è a una stage dall'ennesimo successo assoluto della carriera. Stupisce Terranova con la Mini.

Dakar, Auto, Tappa 11: vince Loeb. Peterhansel vede il successo finale
#309 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Sébastien Loeb, Daniel Elena
Stéphane Peterhansel, Peugeot Sport, Sébastien Loeb, Peugeot Sport
#309 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Sébastien Loeb, Daniel Elena
Cyril Despres, Peugeot Sport
#307 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR : Cyril Despres, David Castera
#302 Toyota Gazoo Racing Toyota: Giniel de Villiers, Dirk von Zitzewitz
#302 Toyota Gazoo Racing Toyota: Giniel de Villiers, Dirk von Zitzewitz
#308 X-Raid Team Mini: Orlando Terranova, Andreas Schulz
#308 X-Raid Team Mini: Orlando Terranova, Andreas Schulz
Orlando Terranova, X-Raid Team Mini

18 è un numero che, probabilmente, Sébastien Loeb ricorderà a lungo. 18 è il numero dolce che contrassegna i secondi con cui è riuscito a battere nella penultima tappa della Dakar 2017  la San Juan - Rio Cuarto di 759 chilometri - il compagno di squadra Stéphane Peterhansel. Ma sono sempre 18 i secondi amari che non bastano affatto a recuperare il gap aperto proprio da Peterhansel dopo il successo ottenuto ieri e, a ben vedere, se domani non dovesse avvenire un vero e proprio cataclisma sportivo, sarà proprio "Mister Dakar" a centrare l'ennesimo successo della carriera nel celebre rally raid.

Loeb coglie il quarto successo di tappa della sua seconda esperienza alla Dakar. Ma è una vittoria amara, specialmente per i minuti preziosi persi nei WP appena precedenti al traguardo della speciale odierna. Certo, questi non avrebbero permesso comunque a Séb di balzare al comando della classifica generale, ma comunque di ridurre sensibilmente il gap da Peterhansel, sperando poi nell'ultima tappa.

Ora, come detto, solo un miracolo - e un dramma sportivo vero per Peterhansel - potrà assegnare la prima Dakar della carriera al 9 volte iridato WRC. C'è però chi continua a sorridere: è la Peugeot, che anche oggi ha siglato una grande doppietta e sa di avere il successo finale in pugno. La 3008 DKR è stata decisamente troppo per tutti. Troppo affidabile, troppo veloce. Il resto lo hanno messo Peterhansel, Loeb e Despres, i quali si trovano nelle prime tre posizioni nella graduatoria generale.

Splendido terzo posto di giornata per un Orlando Terranova salito di colpi nella seconda settimana, dopo i primi 7 giorni passati a prendere le misure alla versione 2017 della Mini preparata dal team X-Raid. L'argentino, però, non ha avuto alcun modo di lottare con le più performanti Peugeot, accontentandosi di chiudere sul gradino più basso del podio a 6'37" dal vincitore della tappa.

Dietro il sudamericano della Mini ecco la prima Toyota Hilux in classifica, quella di Giniel De Villiers, oggi quarto di tappa a meno di 30" dal terzo posto occupato da Terranova. Il sudafricano è stato ancora una volta il miglior pilota del team nipponico, perché Nani Roma ha continuato a trovarsi in difficoltà non andando oltre la nona posizione assoluta.

Un altro pilota che ha sorpreso nella seconda settimana è Yazeed Al-Rajhi. Il saudita della Mini ha seguito pedissequamente la crescita del compagno di squadra Terranova e, dopo uno dei ritiri più brevi della storia, si è rilanciato cogliendo risultati piuttosto importanti negli ultimi giorni, come il quinto posto odierno.

Molto distante dai compagni di squadra Cyril Despres con la terza Peugeot 3008 DKR. Il gap da Loeb e Peterhansel è quantificabile in 7'32", ma il francese è comunque quasi certo del terzo posto in classifica generale che sarebbe per lui il miglior risultato in carriera da quando corre alla Dakar nella categoria dedicata alle vetture.

Peterhansel, manca una tappa alla gloria

Stéphane Peterhansel è a un passo dalla vittoria finale. Nell'ultima tappa prevista per domani dovrà gestire un vantaggio abbastanza cospicuo: 5'32" su Sébastien Loeb, a cui non è bastata la vittoria di oggi per riaprire i giochi.

Praticamente chiusa anche la lotta per il terzo posto. Cyril Despres si trova a oltre mezz'ora da Peterhansel, ma potrà contare su un vantaggio di un'ora e 17 minuti di vantaggio su un Giniel De Villiers (Toyota) accesosi nelle ultime giornate di gara.

Si infiamma invece il duello tra il sudafricano della Toyota e Orlando Terranova, primo pilota in classifica della Mini. I due sono divisi da appena 2 minuti e non è detto che domani l'argentino non voglia tentare un ultimo, disperato attacco per chiudere ai piedi del podio, ma dietro Nani Roma, ormai sicuro di essere quarto.

Classifica generale al termine della Tappa 11

PosizionePilota/navigatoreAutoTempo/distacco
1 Peterhansel-Cottret Peugeot 28h20'16”
2 Loeb-Elena Peugeot +5'32"
3 Despres-Castera Peugeot +32'54"
4 Roma-Haro Bravo Toyota +1h15'01"
5 De Villiers-Von Zitzewitz Toyota +1h49'37"
6 Terranova-Schultz Mini +1h51'40"
7 Przygonsky-Colsoul Mini +4h12'58"
8 Dumas-Guehennec Peugeot +4h22'42"
9 Rautenbach-Howie Peugeot +4h39'32"
10 Abu Issa-Panseri Mini +4h50'50"
condividi
commenti
Dakar, Moto, Tappa 11: svetta Goncalves, Sunderland amministra

Articolo precedente

Dakar, Moto, Tappa 11: svetta Goncalves, Sunderland amministra

Articolo successivo

Dakar, Quad, Tappa 11: tris di Karyakin che mette le mani sulla corsa!

Dakar, Quad, Tappa 11: tris di Karyakin che mette le mani sulla corsa!
Carica i commenti