Dakar 2018: Auto

Dakar, Auto, Tappa 11: svetta Ten Brinke. Sainz, la vittoria si avvicina

Il pilota olandese della Toyota eredita la prima posizione al WP3 dopo l'incidente che mette K.O. Hirvonen e vince la tappa. Sainz chiude 3° davanti a Peterhansel e dietro a Despres. Attardato Al-Attiyah.

Toyota torna a battere un colpo dopo giorni di dominio Peugeot grazie a Bernhard Ten Brinke, vincitore della Tappa 11 della Dakar 2018 che ha portato la carovana da Belen a Chilecito dopo 469 chilometri totali di percorso tra stage e trasferimento.

Il pilota olandese è subito scattato molto bene, rimanendo alle spalle di Mikko Hirvonen sino al WP3. A quel punto il pilota finlandese del team MINI X-Raid è stato costretto a fermarsi a causa di un incidente che ha danneggiato il suo buggy 2 ruote motrici, lasciando la vetta della tappa proprio a Ten Brinke. Orlando Terranova, compagno di squadra di Hirvonen, si è fermato per prestare aiuto al compagno di squadra. Per questo motivo ha perso tante posizioni e tempo prezioso che lo hanno tolto dai pretendenti per la Top 5 della stage odierna chiudendo alla fine in nona piazza.

A quel punto il pilota del team Toyota Gazoo Racing non ha più avuto difficoltà a gestire il suo margine di vantaggio sui primi inseguitori, anche se, va detto, non ha mai potuto godere di un gap rassicurante sino al traguardo. A sorpresa al secondo posto si è piazzato Cyril Despres al volante della prima Peugeot 3008DKR ufficiale.

Il francese ha sempre navigato attorno alla sesta posizione, poi nelle ultime fasi della tappa ha improvvisamente accelerato, beffando il suo compagno di squadra Carlos Sainz. Lo spagnolo può comunque sorridere, perché pur avendo perso la seconda posizione oggi ha chiuso in terza, ovvero davanti ai primi inseguitori nella classifica generale.

Stéphane Peterhansel ha fatto poco peggio di Sainz, chiudendo la stage a 10" dal madrileno, ma non sono serviti per recuperare tempo utile per un eventuale attacco al compagno di squadra. Il francese è però riuscito ad aumentare il suo vantaggio nei confronti di Nasser-Al Attiyah, oggi solo, quinto a oltre 6' dal compagno di squadra Ten Brinke, rafforzando così la sua seconda posizione nella classifica generale.

Per Peugeot è stata una tappa piuttosto semplice. C'è il rammarico di non aver portato a casa un'altra vittoria parziale dopo quelle degli ultimi giorni, ma ha fatto effetto vedere Despres, Sainz e Peterhansel racchiusi in appena 15" quando tutti e tre hanno terminato la prova.

Non è certo stata una buona giornata per Giniel De Villiers. Il terzo pilota Toyota si è dovuto accontentare della sesta posizione, perdendo inoltre 4 minuti da Al-Attiyah che lo ha preceduto. La prima MINI che è riuscita a terminare la prova di oggi è stata quella del polacco Jakub Przygonski, che si conferma il pilota più solido del team X-Raid, precedendo la Peugeot 3008DKR del team PH Sport affidata a Khalid Al-Qassimi.

Gravi problemi per la Ford F150 EVO di Martin Prokop. Il ceco era partito bene, ma dopo il WP1 ha iniziato ad accumulare un ritardo considerevole sino a non transitare al WP4. Questo gli farà perdere con tutta probabilità la Top 10 nella classifica generale dopo una Dakar decisamente all'altezza delle aspettative.

Dakar 2018 - Classifica generale dopo la Tappa 11(in aggiornamento)

    PosizionePilota/navigatoreVetturaTempo/distacco
1 Sainz/Cruz* Peugeot 3008 DKR 36.26'45”
2 Peterhansel/Cottret Peugeot 3008 DKR +50'45"
3 Al-Attiyah/Baumel Toyota Hilux +1.14'02"
4 Ten Brinke/Perin Toyota Hilux +1.17'35"
5 De Villiers/von Zitzewitz Toyota Hilux +1.22'48"
6 Przygonski/Colsoul MINI John Cooper Works +2.44'18"
7 Al-Qassimi/Panseri Peugeot 3008 DKR +3.16'19"

* 10' di penalità

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Evento Dakar
Sub-evento Stage 11: Bélen - Chilecito
Articolo di tipo Tappa
Topic Dakar 2018: Auto