Dakar, Auto, Prologo: Al-Attiyah e Baragwanath alla pari!

Toyota sugli scudi nel Prologo della Dakar 2021 con Al-Attiyah, Al-Rajhi, Przygonski e Ten Brinke. Ma Baragwanath firma lo stesso tempo del qatariota. L'unica Mini in Top 10 è quella di Terranova. Loeb inizia con il decimo tempo, mentre sono indietro le MINI di Peterhansel e Sainz (foratura).

Dakar, Auto, Prologo: Al-Attiyah e Baragwanath alla pari!

La Dakar 2021 è ufficialmente iniziata e, almeno dal punto di vista della categoria Auto, lo ha fatto con un lampo di Nasser Al-Attiyah, uno dei principali pretendenti alla vittoria finale. Il pilota qatariota del team Toyota Gazoo Racing ha firmato il miglior tempo nel prologo odierno di 131 chilometri (ma appena 11 i chilometri cronometrati) con il tempo di 5'48". Per lui si tratta della 36esima vittoria di speciale alla Dakar

Al-Attiyah, partito per secondo nel prologo, ha battuto un altro pilota al volante di una Toyota Hilux, quella di Yazeed Al-Rajhi e del team Overdrive. Mentre tutti sembravano già convinti del poker della Casa giapponese, è arrivato Brian Baragwanath al volante della seconda Century - stesso team di Mathieu Serradori - il quale ha sorprendentemente firmato il miglior tempo al pari di Al-Attiyah. La vittoria del Prologo è però andata al pilota della Toyota per averlo firmato prima rispetto al sudafricano.

In generale, la giornata odierna - che fa classifica e determina l'ordine di partenza nella prima tappa prevista domani - ha sorriso alle Toyota. Dietro alle prime 2 Hilux, ne troviamo altre 2 di piloti che dovrebbero rivelarsi protagonisti con ambizioni di alta classifica.

Stiamo parlando del polacco Jakub Przygonski, terzo a 12" da Al-Attiyah e Baragwanath, e Bernhard Ten Brinke, più lento di appena 2" rispetto al polacco. A spezzare l'egemonia delle vetture giapponesi ecco la prima MINI, quella di Orlando Terranova autrice dello stesso tempi firmato da Ten Brinke.

Mathieu Serradori, una delle sorprese più belle della scorsa edizione della Dakar, ha mostrato di avere ancora tanta voglia di stupire firmando l'ottavo tempo al volante della sua Century, al pari di Khalid Al Quassimi, ma su Peugeot 3008DKR. 

Sébastien Loeb è tornato alla Dakar difendendo i colori del team Prodrive. Oggi il 9 volte iridato di WRC ha ottenuto il decimo tempo al volante dell'Hunter creato negli ultimi mesi dalla struttura britannica di David Richards. Nani Roma, al volante della seconda Hunter, è 15esimo. Loeb ha preceduto di poco un altro ex pilota del WRC, Martin Prokop, presentatosi anche in questa edizione della Dakar al volante di una Ford.

Se buona parte dei piloti di punta di Toyota si trovano in Top 10, MINI ha le sue punte di diamante tutte fuori. 11esimo tempo per il pluri-vincitore della Dakar Stéphane Peterhansel, mentre il vincitore uscente del rally raid, Carlos Sainz, è 28esimo a causa di una foratura patita nel primo chilometro del Prologo che gli ha fatto perdere 36" dalla vetta.

Domani, dunque, due dei principali contendenti alla vittoria finale avranno l'opportunità di partire molto più tardi dei rivali, cercando di avvantaggiarsi seguendo anche le tracce di chi è entrato in tappa prima di loro. Va però detto che il madrileno del team MINI X-Raid dovrà anche fare i conti con la polvere alzata da chi partirà prima di lui. Dunque un avvio di Dakar 2021 tutt'altro che facile, per Carlos e Stéphane.

Lightweight Vehicles: Kris Meeke subito al top

C'era timore sull'esordio di Kris Meeke alla Dakar 2021, invece il nord-irlandese ha piazzato subito il miglior tempo al volante della Zephyr del team PH Sport.

Meeke, assieme al suo navigatore Wouter Rosegaar, ha colto il miglior tempo nel prologo della categoria Lightweight Vehicles, precedendo di appena 2" un altro equipaggio rookie, quello formato dallo statunitense Seth Quintero e dal tedesco Dennis Zenz.

In questa categoria da segnalare il 13esimo tempo di Tomas Enge, ex pilota con un passato nei circuiti, così come il 18esimo dell'ex stella di DTM e Rallycross Mattias Ekstrom. Avvio prudente per Santiago-Prado Losada: il figlio di Luis Moya non è andato oltre il 48esimo tempo di categoria.

SSV: Austin Jones precede Reinaldo Varela

Austin Jones e Gustavo Gugelmin hanno firmato il miglior tempo nel prologo dedicato ai mezzi SSV in questa edizione della Dakar davanti all'equipaggio di compagni di squadra nel team Monster Energy Can-Am formato dai brasiliano Reinaldo Varela e Maykel Justo.

A firmare la tripletta per il team sono stati i polacchi Aron Domzala e Maciej Marton, mentre Francisco Lopez Contardo - leggenda della Dakar per aver vinto la gara di categoria nel 2019 e delle tappe nel 2020 - non è riuscito ad andare oltre il quarto posto davanti a due equipaggi esordienti, quelli formati da Jeremie Warnie e Steven Griener e da Michal Goczal e Szymon Gospodarczyk.

Da segnalare l'ottavo tempo del qatariota Khalifa Al-Attiyah con accanto l'italiano Paolo Ceci, che compongono l'equipaggio del team South Racing Can-Am.

Dakar 2021 - Prologo - Classifica generale

Pos. Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Al-Attiyah/Baumel Toyota Hilux 4X4 5'46”  
2 Baragwanath/Perry Century CR6 +0'00"  
3 Al Rajhi/von Zitzewitz Toyota Hilux 4X4 +0'08"  
4 Przygonsky/Gottschalk Toyota Hilux 4X4 +0'12"  
5 Ten Brinke/Colsoul Toyota Hilux 4X4 +0'14"  
6 Terranova/Graue MINI JCW Rally +0'14"  
7 Lategan/Cummings Toyota Hilux 4X4 +0'15"  
8 Serradori/Lurquin Century CR6 +0'16"  
9 Al Qassimi/Panseri Peugeot 3008DKR +0'16"  
10 Loeb/Elena Prodrive BRX Hunter +0'17"  
condividi
commenti
Audi alla Dakar 2022 con il motore termico DTM come supporto?

Articolo precedente

Audi alla Dakar 2022 con il motore termico DTM come supporto?

Articolo successivo

Barreda: "Meglio partire davanti domani che nella 2° tappa"

Barreda: "Meglio partire davanti domani che nella 2° tappa"
Carica i commenti