Dakar, 8° Tappa: cinque auto all'arrivo, prova annullata

Dakar, 8° Tappa: cinque auto all'arrivo, prova annullata

Chicherit vince la speciale, ma i guadi impraticabili hanno fermato i concorrenti. Camion in trasferimento

Quella che doveva essere la speciale più difficile di questa edizione della Dakar, che doveva portare i concorrenti da Salta a San Miguel de Tucuman, (850 km da percorrere con 470 di speciale), è stata bersagliata dalle piogge torrenziali che hanno reso in vari punti il percorso impraticabile: il tratto cronometrato delle auto è stato neutralizzato al controllo 2, quando cinque vetture erano già riuscite ad arrivare al traguardo, mentre la tappa dei camion è stata cancellata e i mezzi si sono trasferiti direttamente a San Miguel Tucuman utilizzando la strada asfaltata. L’acqua ha reso impraticabili molti guadi: i torrenti si sono trasformati in fiumi in piena che era impossibile attraversare: cinque auto sono riuscite a completare il percorso nonostante una serie di tagli consigliati dagli organizzatori, prima che la speciale fosse dichiarata neutralizzata. Moltissimi i concorrenti che sono rimasti impantanati nel fango o nell’acqua e diversi si sono persi cercando dei passaggi alternativi. Gli organizzatori hanno attribuito a tutti il tempo di Stephane Peterhansel mantenendo aperta la gara. E così la tappa è stata vinta da Guerlain Chicherit sul buggy SMG di che ha preceduto Orlando Terranova con la BMW e Robby Gordon con l’Hummer, davanti alle Mini di Peterhansel e Nani Roma che sono riusciti a raggiungere il traguardo dopo molte traversie. Proprio Stephane Peterhansel, leader della corsa, ad un certo punto ha perso la rotta per seguire alcune tracce lasciate dai motociclisti, ma si trattava di un gruppo che aveva perso la retta via. "Ho commesso l’errore più grosso dall’inizio della gara - ha spiegato Peterhansel - ho voluto seguire i segni lasciati da alcune moto, ma erano nella direzione sbagliata. Anche se Jean-Paul Cottret mi consigliava di prendere un’altra direzione, ho insistito per due chilometri e mezzo prima di decidere di ritornare sui miei passi. Così ho perso 9 minuti e pensavo che Al-Attiyah ne potesse approfittare, ma poi ho saputo che volevano annullare la prova. E non sarebbe una brutta idea…". Nasser Al-Attiyah, invece, quando si è trovato davanti ad un guado impraticabile si è messo in contatto con gli organizzatori sul da farsi ed è stato avvisato che la speciale era stata sospesa. Oggi la carovana si concederà un giorno di riposo nell’unica giornata di sosta che era prevista nel programma della corsa. La direzione gara avrà modo di rimettere ordine nelle classifiche in tempo per la tappa di domani di 852 km che porterà i concorrenti a Cordoba. DAKAR 2013, Ottava tappa, 12/01/2013 Classifica generale auto (primi dieci) 1. Peterhansel/Cottret - Mini - 18.31'04" 2. Al-Attiyah/Cruz - Buggy - +3'14" 3. De Villiers/Von Zitzewitz - Toyota - +44'03" 4. Novistkiy/Zhiltsov - Mini - +48'54" 5. Chicherit/Garcin - SMG - +1.04'50" 6. Chabot/Pillot - SMG - +1.34'51" 7. Roma/Perin - Mini - +1.38'27" 8. Terranova/Fiuza - BMW - +1.58'25" 9. Errandonea/Debron - SMG - +2'02"18 10. Sousa/Ramalho - Great Wall - +2.07'29"

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie