Dakar: Audi presenta la sua nuova arma, la RS Q e-tron

Audi ha presentato la vettura con cui prenderà parte alla Dakar 2022. E' totalmente elettrica ed è basata sulla RS Q stradale. Sarà guidata da grandi piloti del calibro di Carlos Sainz, Stéphane Peterhansel e Mattias Ekstrom.

Dakar: Audi presenta la sua nuova arma, la RS Q e-tron

Alla Dakar 2022 mancano ancora sei mesi. Metà anno. Ma l'interesse sulla prossima edizione del rally raid più celebre al mondo si è accesa nel primo pomeriggio di oggi. A qualche chilometro da Monaco di Baviera, Audi ha presentato la sua arma per cercare di vincere la prossima Dakar. Stiamo parlando della RS Q e-tron.

Il nome della vettura dei 4 anelli vi suonerà certamente famigliare, perché riprende il nome del SUV attualmente in vendita nel mercato automotive. Ma questa vettura ha molto, molto di più. Innanzitutto potrà essere condotta da tre equipaggi di assoluto valore. Carlos Sainz, Stéphane Peterhansel e Mattias Ekstrom saranno gli incaricati per portare al successo la RS Q e-tron sin dall'edizione d'esordio.

Ma a essere interessante, al di là dei grandi piloti che la guideranno, è proprio la RS Q e-tron. La vettura sarà spinta da una propulsione totalmente elettrica. Il motore, la powertrain, è quella attualmente in utilizzo dal team Audi in Formula E, categoria da cui uscirà proprio al termine del 2021.

Leggi anche:

Il motore elettrico sprigiona 250 kW ed è sistemato nel cofano anteriore, sopra l'assale. Le batterie, composte da 13 moduli di 266 celle (52 kWh e 375 kg di peso) sono state alloggiate nel canale che divide pilota e copilota nell'abitacolo della vettura. A centro vettura, invece, è posizionato il propulsore termico che deriva da quello utilizzato l'ultima stagione nel DTM. si tratta di un motore da 2 litri, 4 cilindri turbo collegato al converter (seconda MGU) della vettura. La terza MGU si trova sull'assale posteriore, ma non è collegato meccanicamente al motore elettrico posizionato sull'assale anteriore.

Ogni assale ha una piccola scatola del cambio dedicata. Piccola perché ognuna è mono marcia.  differenziali sono digitali, con il preciso obiettivo di salvare peso anche per l'adozione delle 3 MGU e del propulsore termico che ha la funzione di generatore d'energia per quelli elettrici.

Al di là della livrea, che non è ancora del tutto definitiva, la RS Q e-tron è lunga 4,5 metri (il passo è di 3.08 metri), è larga 2,30 metri (ovvero sfruttando la misura massima consentita dal regolamento T1E) e alta 1,95 metri. All'anteriore i gruppi ottici sono a led blu e bianchi, mentre al centro c'è la grande presa d'aria che servirà per raffreddare il motore elettrico.

Per quanto riguarda la parte centrale, sul tetto è posizionata una grande presa d'aria, da cui parte una pinna che ha il sapore di prototipi WEC. La parte posteriore ospita i gruppi ottici a led rossi, mentre sulle fiancate sono nascosti due vani per le ruote di scorta, così da evitare problemi aerodinamici che potrebbero compromettere l'efficienza del nuovo propulsore.

condividi
commenti
KTM rinnova il contratto di Toby Price per altri due anni

Articolo precedente

KTM rinnova il contratto di Toby Price per altri due anni

Articolo successivo

Fotogallery: la nuova Audi RS Q e-tron per la Dakar

Fotogallery: la nuova Audi RS Q e-tron per la Dakar
Carica i commenti