Dakar 2022 | Camion
Topic

Dakar 2022 | Camion

Dakar 2022 | Camion, Prologo: Nikolaev presenta il poker Kamaz

Lo "zar" si aggiudica il prologo riservato ai camion della Dakar con il nuovo Kamaz K5 435091. La squadra russa piazza davanti a tutti i quattro mezzi schierati, dando subito la chiara sensazione di quale sia l'approccio del team Master. In evidenza il Tatra di Casale e il Renault ibrido di Huzink. Un po' sottotono la partenza degli Iveco Powerstar, ma è da domani che si comincia a fare sul serio...

Dakar 2022 | Camion, Prologo: Nikolaev presenta il poker Kamaz

Eduard Nikolaev è tornato. L’anno scorso era stato destinato al ruolo di stratega del team Kamaz Master, mentre nella 44esima edizione della Dakar destinata ai camion, il russo ha voluto riprendersi il ruolo di leader. E le cose le ha subito messe in chiaro vincendo il prologo di appena 19 km con la nuova arma che hanno messo a punto a Naberezhnye Chelny: il Kamaz K5 435091 è un mezzo completamente nuovo di cui dispongono solo lo “Zar” e il vincitore dello scorso anno, Dmitry Sotnikov che ha concluso a soli sette secondi dal cinque volte vincitore della Dakar.

Ecco il posto guida di Nikolaev sul nuovo Kamaz

Ecco il posto guida di Nikolaev sul nuovo Kamaz

Photo by: A.S.O.

Gli altri due equipaggi formati da Andrey Karginov e Anton Shibalov sono in lizza con i ben noti Kamaz 43509 che hanno regalato all’armata russa un poker che la dice lunga sulle ambizioni del team Master, subito in grado di fare una bella differenza.

Il nuovo Kamaz K5 435091, pur mantenendo una meccanica molto competitiva, si riconosce facilmente per il passo più corto e per la cabina sensibilmente più stretta, derivata da un camion da cava.

Dietro ai favoritissimi spunta un po’ a sorpresa Ignacio Casale: il cileno l’anno scorso si è dedicato ai bisonti della strada dopo essere stato l’incontrastato dominatore nei buggy. Con il Tatra del Buggyra Racing ha l’ambizione di puntare in alto, potendo contare su un mezzo che è stato evoluto nel motore, capace di 1.130 cv contro i 950 del 2021 e nel cambio che ora è diventato automatico.

Casale, nono nel 2021, ha concluso a 27 secondi dalla vetta, ma a soli tre secondi dal quarto Kamaz di Shibalov a dimostrazione del salto di qualità che è stato fatto in Tatra. Dietro al cileno spunta un’altra sorpresa: stiamo parlando di Gert Huzink che ha portato il Renault C460 Hybrid al sesto posto davanti a tre Iveco Powerstar. L’olandese grazie al supporto tecnico della ceca MKR Technology è riuscito a risolvere molti problemi che il primo camion ibrido aveva palesato nei due anni precedenti.

Ci si aspettava di più dal ritorno alla Dakar del team Petronas De Rooy: la squadra olandese ha piazzato Van Kasteren e papà Van den Brinke al settimo e nono posto, mentre fra i due si è inserito Martin Macik, portacolori del Big Shock Racing. Un avvio prudente dell’Iveco nel prologo, perché si comincerà a fare sul serio solo domani.

La top 10 è completata da un altro camion Renault il K250 dell’ottimo Pascal De Baar che si è messo alle spalle il Praga dell’attesissimo Alec Loprais.

La classifica generale
Prologo (Jeddah – Ha’il)
speciale: 19 km; trasferimento: 595 km; totale: 614 km

Pos.

Pilota/Meccanico/Navigatore

Camion

Tempo/distacco

1.

Nikolaev-Iakovlev-Rybakov

Kamaz K5 435091

13’01”

2.

Sotnikov-Akhmadeev-Akhmetzianov

Kamaz K5 435091

+07”

3.

Karginov-Mokeev-Malkov

Kamaz 43509

+15”

4.

Shibalov-Nikitin-Tatarinov

Kamaz 43509

+24"

5.

Casale-Leon-Sikola

Tatra Phoenix

+27”

6.

Huzink-Buursen-Roesink

Renault C460 Hybrid

+34"

7.

Van Kasteren-Snijders-Rodewald

Iveco Powerstar

+37”

8.

Macik-Tomasek-Svanda

Iveco Powerstar

+41”

9.

Ma Van den Brink-Willemsen-Der Kinderen

Iveco Powerstar

+45”

10.

De Baar-Van der Vaet-Slootjes

Renault K520

+48"

condividi
commenti
Dakar 2022 | Sven Quandt: "Il regolamento? E' ancora in divenire"
Articolo precedente

Dakar 2022 | Sven Quandt: "Il regolamento? E' ancora in divenire"

Articolo successivo

Dakar | Sainz sul debutto dell'Audi: "E' stato un sollievo"

Dakar | Sainz sul debutto dell'Audi: "E' stato un sollievo"
Carica i commenti