Dakar, Camion, Tappa 8: terzo tris dei Kamaz

Prima vittoria di tappa per Anton Shibalov in questa edizione della Dakar davanti al compagno di squadra Andrey Karginov e al leader della classifica dei camion, Dmitry Sotnikov: l'armata russa ha piazzato un'altra tripletta (la terza di fila) nella seconda frazione della tappa Marathon. Vishneuski con il MAZ si conferma quarto di giornata, mentre Loprais è fuori dal podio con il Praga, anche se rosicchia qualcosa a Mardeev staccato di dieci minuti dal leader.

Dakar, Camion, Tappa 8: terzo tris dei Kamaz

Non c’era storia: anche la seconda frazione della tappa Marathon che ha portato la carovana dei camion a Neom è stata caratterizza da un tris dei Kamaz. L’armata russa ha collezionato la terza tripletta di fila, mostrando una superiorità devastante per tutti.

La novità alla conclusione della speciale di 375 km è il successo di Anton Shibalov, lo “scudiero” del leader Dmitry Sotnikov. Il 35enne cresciuto in Tatarstan, patria della Kamaz, ha finalmente rotto il ghiaccio in questa edizione, portando a quattro i suoi successi di tappa alla Dakar grazie all’ottima cooperazione del navigatore Dmitrii Nikitin e del meccanico Ivan Tatarinov che ha il compito di adeguare la pressione delle gomme al variare dei diversi fondi, grazie al sistema di gonfiaggio che si regola dalla cabina.

Non è stata una speciale particolarmente difficile dal punto di vista della navigazione e a testimoniarlo sono i distacchi molto contenuti: Andrey Karginov, una volta tanto non avversato dai guai ha chiuso a 2’19” da Shalibov, finendo nove secondi davanti al capofila Dmirty Sotnikov.

Chi ha dovuto subire un ritardo è stato Ayrat Mardeev che ha pagato una decina di minuti per una foratura che lo ha costretto al settimo posto: il russo è terzo nella generale ed è l’unico che deve difendere la posizione visto che il regolarista Ales Loprais è solo a poco più di un quarto d’ora: il ceco aveva l’occasione per accorciare la distanza, ma anche lui ha accusato un distacco di oltre nove minuti per cui ha finito proprio davanti al rivale.

Al quarto posto di giornata si è infilato ancora Aliaksei Vishneuski con il MAZ 6440RR rimasto. Il bielorusso è arrivato a dieci secondi da Martin Macik, il ceco con l’Iveco Powerstar, quinto nella graduatoria dei bisonti della strada.

Bella la prestazione di Ignacio Casale con il Tatra quinto nella speciale e nono assoluto davanti al compagno di squadra Martin Soltys. Andrey Karginov, invece, ha avuto la meglio del Renault di Van Den Brink costretto a retrocedere di una piazza all’ottavo posto.

La classifica generale
8. Tappa (Sakaka-Neom)
speciale: 375 km; trasferimento: 334 km; totale: 719 km

Pos.

Pilota/Meccanico/Navigatore

Camion

Tempo/distacco

1.

Sotnikov-Akhmadeev-Akhmetzianov

Kamaz 43509

32.34’18”

2.

Shibalov-Nikitin-Tatarinov

Kamaz 43509

+43’28"

3.

Mardeev-Galiautdinov-Svistunov

Kamaz 43509

+1.13’15”

4.

Loprais-Pokora-Alkendi

Praga V4S DKR

+1.29’11”

5

Macik-Tomasek-Svanda

Iveco Powerstar

+1.51’46”

6.

Vishneuski-Novikau-Sachuk

MAZ 6440RR

+1.51’56"

7.

Karginov-Mokeev-Leonov

Kamaz 43509

+2.35’55”

8.

Van Den Brink-De Graaf-Van Den Brink

Renault Truck C460

+2.41’19"

9.

Casale-Leon-Hoffman

Tatra Phoenix

+2.43’41”

10.

Soltys-Schovanek-Sikola

Tatra Phoenix

+3.08’54"

condividi
commenti
Dakar, Auto, Tappa 8: Al-Attiyah si avvicina a Peterhansel!

Articolo precedente

Dakar, Auto, Tappa 8: Al-Attiyah si avvicina a Peterhansel!

Articolo successivo

Dakar, impresa Price: quasi 800 km con una gomma danneggiata

Dakar, impresa Price: quasi 800 km con una gomma danneggiata
Carica i commenti