Dakar, Moto, Tappa 11: bis di Meo, che ora è terzo

Speciale accorciata per il caldo, quindi la classifica potrebbe cambiare. Price scappa, Goncalves out

Dakar, Moto, Tappa 11: bis di Meo, che ora è terzo
#3 KTM: Toby Price and #47 Honda: Kevin Benavides
#3 KTM: Toby Price and #47 Honda: Kevin Benavides
#3 KTM: Toby Price
#3 KTM: Toby Price
#4 Husqvarna: Pablo Quintanilla
#3 KTM: Toby Price
#4 Husqvarna: Pablo Quintanilla
#4 Husqvarna: Pablo Quintanilla

Ormai sembra davvero non esserci verso che una tappa di questa Dakar 2016 possa concludersi per come era stata pianificata dall'organizzazione. Anche l'11esima tappa ha visto solamente 14 concorrenti della categoria auto transitare sotto il traguardo, dopo oltre 400 km cronometrati, prima che la direzione gara decidesse di interrompere la prova per il caldo che ha messo in grande difficoltà buona parte della carovana.

Buona parte del gruppo, dunque, è stata fermata al CP2 e questo vuol dire che la classifica attuale, stilata in base all'ordine d'arrivo al traguardo, potrebbe incontrare delle variazioni importanti da qui alla tappa di domani, la penultima.

Al momento, la classifica odierna sembra sorridere ad Antoine Meo, che ha piazzato la sua KTM davanti a tutti, ottenendo la sua seconda vittoria di speciale per appena 18" nei confronti di Toby Price, che ha ulteriormente consolidato la sua leadership nella generale.

Tornando al francese però, questo risultato è stato sicuramente pesante, perché gli ha permesso di salire virtualmente sul podio, favorito anche dal ritiro definitivo della Honda di Paulo Goncalves: il portoghese è stato vittima di una brutta caduta, che gli ha procurato un lieve trauma cranico. Motivo per cui è stato portato via dal medical team e tenuto sotto osservazione a scopo precauzionale.

Meo però ci ha messo anche del suo, perché ha preceduto di 2'48" la Husqvarna di Pablo Quintanilla e in questo modo è riuscito a saltare davanti al cileno di circa un minuto e mezzo. Come detto, la giornata però ha sorriso anche a Price, che ha guadagnato altri 12' sul diretto inseguitore Stefan Svitko e quindi a due giorni dal traguardo di Rosario può amministrare un margine di ben 35'.

Ha perso tanto terreno anche Kevin Benavides, che ora si è distanziato dalla battaglia per la terza posizione e forse deve guardarsi le spalle dalla Yamaha di Helder Rodrigues, che si è rifatta sotto a soli cinque minuti. Buona anche la prova di Adrien van Beveren, oggi quinto ed ora settimo nella generale. Parlando di italiani, va ricordato il ritiro di ieri di Alessandro Botturi, mentre tra i piloti che oggi hanno visto l'arrivo c'è anche Jacopo Cerutti, che ha pagato 34' con la sua Husqvarna.

condividi
commenti
Dakar, Botturi tradito dalla sua Yamaha sul più bello

Articolo precedente

Dakar, Botturi tradito dalla sua Yamaha sul più bello

Articolo successivo

Dakar, Peterhansel: "Partenza mischiata? Da rifare!"

Dakar, Peterhansel: "Partenza mischiata? Da rifare!"
Carica i commenti