Dakar: per il ministro Meyer vale 150 milioni di dollari!

Dakar: per il ministro Meyer vale 150 milioni di dollari!

L'Argentina trae un grande vantaggio economico dal rally raid: attesi al via 1,5 milioni di persone

Ha voluto essere presente alle verifiche della Dakar 2015: Enrique Meyer, ministro del turismo e dello sport argentino, è fra i politici che più crede nel rally raid dell'ASO. OmniCorse.it ha sentito il suo parere sulla gara e l'impatto che ha sull'Argentina...

L'ultima volta che la Dakar era partita da Buenos Aires, nel 2011, c'erano al via un milione di persone, crede che questa volta ci possa essere un aumento degli spettatori?
“Prima di tutto dobbiamo pensare anche alla partenza dello scorso anno da Rosario, perchè fra la partenza e la prima tappa, sulla strada, raggiungemmo il numero di un milione e 500 mila spettatori. Stimiamo, quindi, che quest'anno a Buenos Aires ci saranno ancora più persone a seguire lo start e la parata in città”.

E Buenos Aires sarà nuovamente chiusa al traffico, come accadeva in quei primi anni?
“Sì, sarà chiusa al traffico, ma il problema è che proprio il 3 gennaio comincia l'esodo per le vacanze estive (essendo un sabato) e quindi in città ci sarà la metà delle persone che normalmente la popolano. E' anche vero però che arriverà tutto il pubblico della Dakar e a questo punto avverrà una sorta di ricambio e di ripopolamento”.

Parliamo per un momento del significato che ha la Dakar per l'Argentina, a livello economico...
“Il movimento della Dakar genera per il nostro Paese 150 milioni di dollari, che corrispondono a quasi 950 milioni di pesos argentini in un anno. E quest'anno con la partenza da Buenos Aires siamo sicuri che questo movimento aumenterà di molto”.

La promozione dell'Argentina ne trae un grande vantaggio?
“La Dakar è davvero molto importante per l'Argentina e ha un doppio effetto. Da una parte la promozione del nostro Paese in tutto il mondo, non solo per la città di Buenos Aires, ma per quelle che sono più interne e che sono molto belle, e forse meno note. E nello stesso tempo regaliamo agli sportivi argentini qualcosa di unico. Il pubblico argentino ama due cose: il calcio e l'automobilismo, di qualsiasi genere”.

L'Argentina quest'anno torna a condizionare pesantemente il percorso della Dakar, mentre negli ultimi anni era sembrata un po' in declino: torna l'amore per il rally raid più famoso del mondo?
“E' un fidanzamento lungo che, soprattutto, si rinnova di anno in anno per cui direi che è quasi permanente...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie