Dakar: c'è la solidarieta contro l'attentato di Parigi

Dakar: c'è la solidarieta contro l'attentato di Parigi

Lavigne invita piloti e tutti i presenti al bivacco di Antofagasta con una bandiera della propria nazionalità

L'attentato terroristico di Parigi ha scosso anche la carovana della Dakar 2015 e, ovviamente, ci sono state delle ripercussioni anche in Sud America, visto che l'intera macchina organizzativa della Dakar, la ASO, è transalpina. Il direttore generale, Etienne Lavigne, ha convocato per le 18,30 ora cilena, (che saranno le 22,30 in Italia) tutti i concorrenti, e non solo, per un incontro sulla piazza centrale del bivacco di Antofagasta.

“Oggi è un giorno di lutto profondo per il nostro Paese - ha detto il direttore generale della Dakar - e gradiremmo che tutti i presenti a questa gara, qualunque sia il loro ruolo, venga a condividere questo momento di dolore che ha colpito la Francia. Vogliamo esprimere la nostra solidarietà alle vittime dell'attentato e alle loro famiglie".

Un segno di unità fra le tante persone di nazionalità diverse, in rappresentanza dei cinque continenti: è stato chiesto a chi è di altra nazionalità da quella francese di portare una bandiera del proprio Paese. E anche noi di OmniCorse.it ci saremo...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie