Cinotto: "La prima tappa sarà la più importante"

Ecco un'interessante intervista al pilota della CR Racing, alla Dakar con la Titano motorizzata Audi

Cinotto:

Partiranno oggi da Malpensa i componenti del team CR Racing che correrà alla Dakar 2015 con la Titano, la nuova vettura con fiche sanmarinese e motore Audi del team CR Racing. All'interno della vettura Michele Cinotto e Fulvio Zini, con Maurizio Dominella nel ruolo di team manager.

La Titano è già sul suolo argentino, atterrata forse proprio ieri. Trasportata in camion ad Amsterdam e da lì in aereo fino a Buenos Aires ora è in attesa di essere sdoganata e poi il team la troverà alla concessionaria Audi Lenkendi Buenos Aires dove fra il 29 e il primo gennaio la vettura verrà ultimata e provata. Insieme all'equipaggio ci saranno Massimo Del Prete, l'ingegnere capo del progetto, Maurizio Dominella nel ruolo di team manager, perchè Emilio Radaelli protagonista del progetto insieme a Michele Cinotto non scenderà in Sud America.

"E' vero Emilio non sarà con noi. Non sta troppo bene e venire alla Dakar sarebbe stato un carico troppo pesante per lui: affrontare le Ande, con i 4000 metri di altezza, e poi gli sbalzi di temperature. Mi spiace perchè avrei voluto che vedesse come funziona una Dakar, che tipo di gara è...pazienza, vorrà dire che lo vedrà il prossimo anno" ha detto Cinotto.

In compenso verrà Claudio Albertinazzi, della EpaPower:
"Esatto, Claudio sarà dei nostri nella prima fase della gara. Cioè per i giorni precedenti alla gara quando finiremo di sistemare la vettura e poi almeno per la prima tappa della Dakar".

Nella speranza di riuscire a fare dei test prima del via...
"La vettura è stata accesa per la prima volta alla sera prima della sua partenza per l'Olanda e da lì per l'Argentina. Accesa sui cavalletti..il che significa che il motore è partito, le marce sono state inserite, la frizione funziona, stacca bene...poi abbiamo spento tutto. Diciamo che noi volevamo provare questa macchina ma non ci siamo riusciti".

Ma forse, uno shakedown in Argentina?
"No, temo che non ci sarà il tempo. Per noi la Dakar sarà la prova ufficiale della vettura. Prima della gara nella concessionaria Audi di Buenos Aires abbiamo ancora dei lavori da fare sulla vettura, è anche per questo che viene Claudio Albertinazzi. Ma io sono estremamente positivo, so che la macchina andrà benissimo, magari non sarà bella, ma andrà bene, lo so per certo. Dal punto di vista costruzione e bravura dei meccanici e dei tecnici che l'hanno costruita non ho dubbi, sono bravi, solo che purtroppo non si può pensare di non provarla...In particolare noi faremo le prime tappe proprio per fare i test e provare la macchina. La prima tappa per noi è assolutamente la più importante. Se finiamo questa tappa (Buenos Aires-Villa Carlos Paz di 883 km) siamo già a metà dell'opera perchè per noi è davvero importante. Cambio, frizione, ammortizzatori... non sto parlando di assetto o guidabilità. Quelle cose le vedremo dopo.. Parlo a livello di affidabilità della vettura visto che, non avendola mai provata, dovrò guidarla con i guanti...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie