Dakar: a Tecnopolis le verifiche tecniche e sportive

condividi
commenti
Dakar: a Tecnopolis le verifiche tecniche e sportive
Di: Elisabetta Caracciolo
01 gen 2015, 12:32

Iniziano i controlli i piloti sud americani. Cinotto ha chiesto di spostare il suo turno per fare un test con la Titano

Oggi a Buenos Aires è giornata di verifiche a Tecnopolis per gli equipaggi iscritti alla Dakar 2015. Si comincia alle 8 locali e si andrà avanti fino alle 23 con i piloti sud americani e i camion, mentre domani i verificatori lavoreranno fino a mezzanotte, mentre gli equipaggi VIP si presenteranno ai controlli il 3 dalle 7,30 alle 13. Poi ci sarà il briefing del direttore di corsa e, quindi, la sfilata che quest'anno porterà la carovana della Dakar alla Casa Rosada.

Tecnopolis è un parco della scienza e del divertimento e che i primi tre giorni di gennaio si trasforma nel Village Dakar con tanto di capannoni per le verifiche e podio. Quel podio che imperativamente tutti i piloti scenderanno una volta terminate le verifiche, prima di entrare in parco chiuso, dove i mezzi non potranno più essere toccati da nessuno.

Oggi sarà il momento degli equipaggi argentini, cileni, paraguaiani, boliviani sottoporre i loro mezzi ai severi controlli, perché non essendosi imbarcati a Le Havre, come il resto della carovana, non sono ancora stati verificati se la loro strumentazione di sicurezza è perfettamente funzionante.

Il ruolo del primo… attore lo giocherà quest'anno il pilota cileno Marco Campos che sarà il primo a presentarsi al capannone delle verifiche. Alle 8,15 locali toccherà a a Claudio Bellina con il suo Ginaf e sarà il primo team italiano a sottoporsi ai controlli.

Nella lista c’è anche Paolo Ceci: il motociclista italiano, infatti, è iscritto da un team boliviano, per cui deve affrontare le operazioni preliminari già al primo giorno. Nel pomeriggio sarà il turno di Antonio Cabini e Giulio Verzeletti con il Mercedes Unimog che precederà quello di Loris Calubini e Agostino Rizzardi.

E a seguire arriverà il momento di Carlo Seminara, Francesco Catanese e Diocleziano Toia. Ma insieme a loro ci saranno anche un po' di meccanici guidati da Max Guarisco, uomo di punta del team Tecnosport, che verificherà insieme al suo team manager, Giuliano Airoldi.

Michele Cinotto, invece, sta trattando lo spostamento della data delle verifiche con l’ASO per permettere al team di effettuare almeno un test con la Titano, la vettura che è stata spedita non appena è stata completata, per cui nella squadra tricolore sperano che si possa svolgere uno shakedown.

Prossimo articolo Dakar
Dakar: la laurea di Jacopo e la frattura di Toia

Previous article

Dakar: la laurea di Jacopo e la frattura di Toia

Next article

Dakar: sono 11 le donne sui 720 concorrenti iscritti

Dakar: sono 11 le donne sui 720 concorrenti iscritti

Su questo articolo

Serie Dakar
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Ultime notizie