Dakar, Tappa 9, Camion: Karginov è una minaccia

condividi
commenti
Dakar, Tappa 9, Camion: Karginov è una minaccia
Di: Franco Nugnes
14 gen 2014, 21:28

Il russo vince la terza speciale e si porta a soli 13 minuti dal leader De Rooy con problemi all'Iveco

Andrey Karginov è un rullo compressore: il russo ha vinto la terza speciale della Dakar 2014 e rosicchia con il camion Kamaz buona parte del vantaggio che Gerard De Rooy sperava di conservare in una tappa di dune e di sabbia come la Calama - Iquique che, almeno sulla carta, doveva adattarsi alle caratteristiche dell'Iveco Powerstar dell'olandese. Tutte le previsioni del leader della classifica assoluta sono naufragate su una duna: "Ci siamo piantati - ammette Gerard, insolitamente nervoso - abbiamo capito in fretta che non era la nostra giornata: ci siamo insabbiati in discesa, ma sotto c'era una roccia e così abbiamo urtato pesantemente con il muso. Non abbiamo più potuto prendere un buon passo, mentre il Kamaz volava. Non pensavo che avrebbe guadagnato 19 minuti, ora il mio margine si è assotigliato...". Andrey Karginov è da qualche giorno che ha rotto gli indugi e va all'attacco senza preoccuparsi dell'affidabilità del suo Kamaz che sembra indistruttibile: il russo ha completato la speciale in perfetta solitudine chiudendo in 4.58'09". Il pilota del team Red Bull è convintissimo di sgretolare le certezze di De Rooy che comanda la corsa dalla seconda giornata. "Karginov sta andando fortissimo - prosegue De Rooy - ma anche domani la tappa si dovrebbe adattare al Kamaz. Mi sono rimasti solo 13 minuti di vantaggio, ma non voglio prendere i rischi che corre Andrey in ogni momento. La mia strategia non la cambierò, ma andrò avanti come sempre: i russi non riusciranno a farmi perdere la bussola...". Il ruolo del portacolori del team Petronas De Rooy non è facile, perché si sente circondato dai Kamaz: alle spalle dell'Iveco Powerstar si sono inseriti i soliti Nikolaev e Sotnikov che hanno concluso separati di un... secondo dopo 422 km di prova speciale! Questo è il segno più evidente di come lo squadrone russo sta interpretando la seconda settimana della Dakar. Al quinto posto della tappa, m anche della graduatoria generale, si stabilizza Ales Loprais con il Tatra: il ceco può ancora ambire ad un posto da podio se saprà trovare una giornata di gloria, anche se contro questi Kamaz sembra che ci sia ben poco da fare, perché hanno dominato anche sulla sabbia che non è certo il loro terreno ideale. DAKAR 2014, Nona tappa, 14/01/2014Classifica generale Camion (primi dieci) 1. De Rooy/Colsoul/Rodenwald – Iveco Torpedo – in 36.37’45” 2. Karginov/Mokeev/Devyatkin –Kamaz - +13’28” 3. Nikolaev/Yakovlev/Rybakov – Kamaz - +1.21’41” 4. Sotnikov/Mizyukaev/Pustjovski – Kamaz - +1’23”26” 5. Loprais/Bruynkens/Pustejovsky – Tatra - +1’33”07” 6. Stacey/Ruf/Der Kinderen – Iveco Trakker Evo 3 – 3.14’15” 7. Van Vliet/Pronk/Klein – Man – +3.38’42” 8. Shibalov/Amatych/Khisamiev – Kamaz – +3.40’51” 9. Kuipers/Torrallordona/Van Der Vaet – Man – 3.47’37” 10. Van Der Brink/Willemsen/Veenvliet – Ginaf - +4.54’57”
Prossimo articolo Dakar
Peterhansel e Roma: quando la lotta è tra amici

Previous article

Peterhansel e Roma: quando la lotta è tra amici

Next article

Dakar 2014, Tappa 9, Auto: Peterhansel top, Sainz flop

Dakar 2014, Tappa 9, Auto: Peterhansel top, Sainz flop

Su questo articolo

Serie Dakar
Piloti Andrey Karginov
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie