Dakar, Camion: Karginov è proclamato vincitore

Dakar, Camion: Karginov è proclamato vincitore

L'ASO ha deciso di cancellare il tempo perso dal russo nell'incidente. De Rooy secondo a 3'11"

E' arrivata la decisione ufficiale: il vincitore della Dakar 2014 nella categoria camion è Andrey Karginov. Il russo è stato classificato al settimo posto della tredicesima e ultima tappa che portava la carovana da La Serena a Valparaiso con un distacco di 6"39 da Ales Loprais che con il Tatra si è aggiudicato la frazione di appena 156 km. Il verdetto è stato a lungo in discussione perché il russo, con il camion Kamaz, in realtà è giunto all'arrivo del tratto cronomentrato al quindicesimo posto con un ritardo da Gerard De Rooy di 11"59 perché aveva perso cinque minuti nel soccorrere una vettura incidentata. La giuria della gara, quindi, ha deciso giustamente di togliere dal risultato finale del russo il tempo della neutralizzazione, per cui Andrey si aggiudica la Dakar 2014 sull'olandese del team Petronas De Rooy per soli 3'11, quando ne aveva 7'25" prima del via della decisiva tappa. Questa edizione del rally raid più difficile del mondo non poteva avere un finale più thrilling: onore al merito ad Andrey Karginov, russo di 38 anni, che si aggiudica la Dakar dopo aver vinto quattro delle tredici speciali. Il pilota dell'Est è stato autore di una gara per alcuni tratti da temerario che lo ha portato a spadroneggiare nei tratti più rischiosi, infischiandose dell'affidabilità del suo Kamaz, un camion che, oltre a rivelarsi molto veloce su tutti i terreni, non ha mai accusato defaillance meccaniche. Gerard De Rooy ad un certo punto ci ha anche creduto di poter ribaltare un risultato che sembrava ormai scolpito nelle pietre: l'olandese ha pagato una foratura nell'undicesina tappa, dopo essere stato il leader indiscusso della gara fino a quel momento, dovendo cedere lo scettro della corsa nella sua fase risolutiva. Eppure non si è arreso cercando con l'Iveco Powerstar Torpedo un ultimo attacco che gli ha permesso di ridurre a meno della metà il distacco di ieri sera. Per alcuni istanti ha anche assaporato il gusto di mettere nel carniere il secondo successo dopo quello del 2012, ma puntuale è arrivata la doccia fredda dei commissari sportivi che hanno rimesso le cose a posto. Del resto proprio De Rooy aveva beneficiato di un provvedimento analogo nelle prima fasi del raid, dimostrando che esiste la solidarietà fra gli equipaggi e che si è disposti a mettere in dubbio un successo per prestare aiuto a chi si trovava in difficoltà... Alle spalle di Gerard De Rooy si è inserita un'armata di Kamaz con Nikolaev/Yakovlev/Rybakov terzi ad un'ora e mezza dal capitano, Sotnikov/Mizyukaev/Pustjovski quarti a tre ore e mezza e Shibalov/Amatych/Khisamiev quinti a oltre quattro ore. La tappa conclusiva è stata appannaggio di Ales Loprais che ha regalato alla Tatra il secondo successo di tappa, ma l'attenzione di tutti non era centrata sul ceco al comando (comunque sesto assoluto alla fine), quanto alla sfida a distanza fra i due giganti di questa corsa... DAKAR 2014, Tredicesima tappa, 18/01/2014Classifica generale Camion (primi dieci) 1. Karginov/Mokeev/Devyatkin –Kamaz - +55.00’28” 2. De Rooy/Colsoul/Rodenwald – Iveco Torpedo – +3’11” 3. Nikolaev/Yakovlev/Rybakov – Kamaz - +1.34’52” 4. Sotnikov/Mizyukaev/Pustjovski – Kamaz - +3’22”10” 5. Shibalov/Amatych/Khisamiev – Kamaz – +4.37’25” 6. Loprais/Bruynkens/Pustejovsky – Tatra - +5’04”01” 7. Stacey/Ruf/Der Kinderen – Iveco Trakker Evo 3 – 5.14’57” 8. Kuipers/Torrallordona/Van Der Vaet – Man – 6.31’08” 9. Van Vliet/Pronk/Klein – Man – +7.06’53” 10. Vila Roca/Van Eerd/Roqueta – Iveco Trakker Evo 2 – 7.53’35”

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Piloti Gerard de Rooy , Andrey Karginov
Articolo di tipo Ultime notizie