Dakar: Sainz sbaglia, Al-Attiyah gli soffia il comando!

Dakar: Sainz sbaglia, Al-Attiyah gli soffia il comando!

Coma invece consolida la sua leadership tra le moto, vincendo la sua terza tappa

L'ottava tappa della Dakar 2011 ha un doppio volto: se da una parte Marc Coma ha consolidato la sua leadership tra le moto, centrando la sua terza vittoria di tappa in questa edizione, tra le auto è arrivato un clamoroso colpo di scena, con Carlos Sainz che ha ceduto la vetta della classifica al compagno di squadra Nasser Al-Attiyah. E a rendere ancora più clamorosa questa cosa è il fatto che il "Matador" era stato praticamente perfetto per circa 500 km, prima di commettere due ingenuità davvero banali negli ultimi cinque chilometri di giornata. Lo spagnolo si è approcciato male a due dune, insabbiando in entrambe le occasioni la sua Volkswagen Touareg. Due ingenuità che però ha pagato a caro prezzo, visto che a fine giornata si è ritrovato a pagare la bellezza di 6'36" nei confronti della vettura gemella del pilota del Qatar, che ora comando la classifica con 5'14" di vantaggio nei suoi confronti. Sempre più in difficoltà Stephane Peterhansel, che anche oggi è stato nuovamente vittima di una foratura sulla sua BMW X3 nei primi chilometri di gara, ma soprattutto ha dovuto fare i conti con un surriscaldamento del suo propulsore, che gli ha consigliato di procedere lentamente fino al traguardo. Tra le due ruote, come detto, Coma ha consolidato la sua leadership, guadagnando quasi 2' nei confronti dell'altra KTM del vincitore della passata edizione Cyril Despres, che a fine giornata ha fatto capire di non aver gradito il comportamento del rivale, reo secondo lui di aver approfittato della sua scia e di quella di Francisco Lopez. Il portacolori dell'Aprilia si è mantenuto in terza posizione, ma ora è nuovamente staccato di oltre 22", quindi può solo continuare a sperare che capiti una disavventura a chi lo precede, visto che anche nei confronti di Despres paga la bellezza di 12'. Brutte notizie invece per il vincitore della quinta tappa, Paulo Gonçalves: il portacolori della BMW è caduto dopo circa 55 km di prova speciale ed è stato costretto ad alzare bandiera bianca a causa della frattura della clavicola sinistra.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Dakar
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag mobilità sostenibile, unione europea