Amazon Prime Video presenta il documentario su Alonso

Amazon Prime Video ha annunciato la realizzazione di un documentario che racconta il 2019 di Alonso. Si potrà conoscere da vicino e senza segreti il campione spagnolo.

Amazon Prime Video presenta il documentario su Alonso

La presenza di Fernando Alonso nei circuiti di mezzo mondo e nei deserti dell'altra metà è stata seguita, nel corso del 2019, da un team di registrazione che lo ha accompagnato in tutte le sue avventure dopo essersi momentaneamente ritirato dalla Formula 1 alla fine del 2018, dopo 17 stagioni consecutive.

La nuova serie di documentari sul due volte campione del mondo di F1 e campione del mondo endurance sarà presentata in anteprima quest'anno su Amazon Prime Video, il servizio di video on demand del colosso americano.

Fernando, questo il nome dell'ampio reportage, avrà cinque episodi e offrirà un ritratto unico, sia all'interno che all'esterno dei circuiti. Con i suoi momenti di gloria e di sconforto avrà come culmine la partecipazione di Alonso alla Dakar 2020 con il team Toyota Gazoo Racing insieme a Marc Coma.

La serie toccherà momenti come la vittoria epica alla 24 Ore di Daytona, il suo incoronamento come Campione del Mondo Endurance 2019 alla 24 Ore di Le Mans nonché la clamorosa mancata qualificazione alla 500 Miglia di Indianapolis.

Il documentario  Fernando “dà agli spettatori un accesso senza precedenti alla vita del campione del mondo di Formula 1 e rivela l'uomo che sta dietro al campione”.

“Fernando Alonso è uno degli atleti più riconosciuti e popolari al mondo”, ha detto Ricardo Cabornero, responsabile dei contenuti di Prime Video in Spagna. “Siamo orgogliosi di portare questo progetto in esclusiva ai membri di Prime, con immagini mai viste prima dei suoi momenti più intimi e personali”.

“La disponibilità di Fernando Alonso e del suo team nel permetterci di far entrare una telecamera nella loro vita quotidiana è stata la chiave per lo sviluppo di questa serie. Fernando mostrerà al pubblico una visione personale e molto ravvicinata del pilota, diversa dal solito profilo che abbiamo conosciuto fino ad ora”, aggiunge Javier Méndez, direttore dei contenuti di THE MEDIAPRO STUDIO.

“La serie ci permetterà anche di condividere con Fernando i suoi momenti di riflessione sul suo possibile ritorno in F1. Fernando è un vincitore e la sua sfida di quest'anno è stata quella di dimostrare di essere il miglior pilota su qualsiasi veicolo a quattro ruote”.

Prodotto da THE MEDIAPRO STUDIO in esclusiva per Amazon Prime Video, Fernando sarà disponibile nei prossimi mesi in Spagna, Francia, Italia, Regno Unito e America Latina.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
1/22

Foto di: A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
2/22

Foto di: A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
3/22

Foto di: Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma
4/22

Foto di: A.S.O.

Fernando Alonso
Fernando Alonso
5/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Adrien Van Beveren, Yamalube Yamaha Official Rally Team, Stephane Peterhansel, JCW X-Raid Team, Nani Roma, Borgward Rally Team, Carlos Sainz, JCW X-Raid Team, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
Adrien Van Beveren, Yamalube Yamaha Official Rally Team, Stephane Peterhansel, JCW X-Raid Team, Nani Roma, Borgward Rally Team, Carlos Sainz, JCW X-Raid Team, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
6/22

Foto di: A.S.O.

Nani Roma, Borgward Rally Team, Carlos Sainz, JCW X-Raid Team, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
Nani Roma, Borgward Rally Team, Carlos Sainz, JCW X-Raid Team, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
7/22

Foto di: A.S.O.

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma
8/22

Foto di: A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso
9/22

Foto di: A.S.O.

2019, La Toyota di Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Fernando Alonso che vinse la 24 ore di Le Mans
2019, La Toyota di Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Fernando Alonso che vinse la 24 ore di Le Mans
10/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nasser Al-Attiyah, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
Nasser Al-Attiyah, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
11/22

Foto di: Toyota Racing

Fernando Alonso, Ott Tänak, Toyota Gazoo Racing
Fernando Alonso, Ott Tänak, Toyota Gazoo Racing
12/22

Foto di: McKlein / Motorsport Images

Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso, Marc Coma
Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso, Marc Coma
13/22

Foto di: Toyota Racing

Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
14/22

Foto di: Toyota Racing

#205 Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso
#205 Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso
15/22

Foto di: Cetilar Racing

Fernando Alonso, nel garage McLaren
Fernando Alonso, nel garage McLaren
16/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pole sitter Fernando Alonso, Ferrari, al GP d'Italia del 2010
Pole sitter Fernando Alonso, Ferrari, al GP d'Italia del 2010
17/22

Foto di: Sutton Motorsport Images

Il vincitore della gara Fernando Alonso, Ferrari F10, al GP di Gran Bretagna del 2010
Il vincitore della gara Fernando Alonso, Ferrari F10, al GP di Gran Bretagna del 2010
18/22

Foto di: Sutton Motorsport Images

Podio: il vincitore Fernando Alonso, Scuderia Ferrari festeggia
Podio: il vincitore Fernando Alonso, Scuderia Ferrari festeggia
19/22

Foto di: XPB Images

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso
20/22

Foto di: Toyota Racing

Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso, Marc Coma
Toyota Gazoo Racing Toyota Hilux: Fernando Alonso, Marc Coma
21/22

Foto di: Toyota Racing

Fernando Alonso
Fernando Alonso
22/22

Foto di: Alessio Morgese

condividi
commenti
Consiglio Mondiale: solo le 4x4 in prima classe Dakar nel 2023

Articolo precedente

Consiglio Mondiale: solo le 4x4 in prima classe Dakar nel 2023

Articolo successivo

Rebellion smentisce impegni GT: "Dopo il WEC c'è solo la Dakar"

Rebellion smentisce impegni GT: "Dopo il WEC c'è solo la Dakar"
Carica i commenti