Plasa: nell'impatto si sono strappate le cinture!

Alfonso Tesoriere, responsabile medico della Rieti-Terminillo, racconta i soccorsi a Georg

Plasa: nell'impatto si sono strappate le cinture!
“Un proiettile in piena velocità che si è schiantato contro la montagna!”. Alfonso Tesoriere ha la voce rotta quando racconta il drammatico incidente che domenica è costato la vita a Georg Plasa, il tedesco di 51 anni che stava disputando la 50. edizione della Rieti-Terminillo, corsa in salita valida per il Campionato Europeo e il CIVM, con la Bmw 134 V8 Judd. Tesoriere è da anni il responsabile medico della Coppa Carotti: essendo l'apprezzato direttore del 118 di Rieti è abituato a vedere gli effetti di incidenti impressionanti: “Ho visto il filmato dell'incidente di Plasa – racconta il dottor Alfonso – e posso solo dire che è stato devastante. Non ho mai assistito a niente di simile. Georg è arrivato in prossimità della curva ad altissima velocità e solo poco prima dell'impatto con la montagna ha tentato una sterzata. Una manovra che è stata vana, ma la vettura così non è andata sbattere frontalmente, ma ha impattato sul lato guida”. Al medico rianimatore dell'equipe di Tesoriere che è intervenuto subito dal posto 33 si è presentato uno spettacolo raccappricciante. Il povero Georg era privo di conoscenza e le sue condizioni sono subito apparse proibitive. “Abbiamo chiesto l'immediato intervento dell'elicottero – prosegue il dottor Tesoriere – che in pochi minuti è atterrato accanto alla Bmw demolita. Il trasferimento dello sfortunato pilota tedesco è stato possibile solo dopo qualche minuto, perché è stato necessario stabilizzarlo prima di disporne il trasporto. I colleghi, infatti, lo hanno intubato subito e rianimato”. La situazione, quindi, era disperata... “Plasa ha avuto un arresto cardiaco prima dell'atterraggio al Policlinico Gemelli – aggiunge Tesoriere – e la rianimazione a cui è stato sottoposto nel Pronto Soccorso non è servita a salvargli la vita, perché il paziente era un pluri-traumatizzato”. L'autorità giudiziaria ha disposto l'autopsia, ma è facile prevedere che la causa del decesso sia proprio l'arresto cardiaco... “Il quadro clinico era devastante: trauma cranico, pneumo-torace destro e sinistro, frattura del femore sinistro e di tibia e perone di entrambe le gambe. L'arresto cardiaco, purtroppo, spesso è la conseguenza inevitabile di questi traumi gravissimi”. Anche se la struttura di sicurezza della Bmw 134 V8 Judd avesse tenuto, difficilmente Georg avrebbe potuto assorbire l'impressionante impatto contro il dorso della montagna? “Nell'impatto si sono strappate le cinture di sicurezza dorsali, mentre quelle ventrali hanno tenuto – prosegue Tesoriere – Plasa è passato da oltre 200 Km/h a zero in pochissimi metri: la decelerazione è stata terribile...”. Resta il mistero sulla causa dell'incidente: i tecnici che hanno visto le immagini del crash prima del sequestro del nastro disposto dalla magistratura, assicurano che Plasa non ha scalato dalla quinta alla terza come normalmente fanno tutti i piloti prima di affrontare quella curva e anche i segni di frenata sono minimi, certo inadeguati alla velocità di percorrenza in quel punto, per cui prende credito l'ipotesi che ci sia stato un errore di guida. I piloti che conoscevano il tedesco torcono la bocca, riconoscendo a Georg una grande esperienza. Toccherà al magistrato inquirente trovare una risposta a questo enigma... fotografia: www.rietilife.it
condividi
commenti
Plasa: c'è un filmato della tragedia!

Articolo precedente

Plasa: c'è un filmato della tragedia!

Articolo successivo

Plasa: nel filmato si vede una sospensione rotta!

Plasa: nel filmato si vede una sospensione rotta!
Carica i commenti