Monza: vittoria incredibile per Massei

Monza: vittoria incredibile per Massei

La pioggia condiziona decisamente il finale della gara

L’arrivo della pioggia condiziona il risultato finale della Stock 600. L’asfalto, da metà gara, diventa molto scivoloso e a farne le spese sono, tra gli altri, alcuni dei protagonisti della tappa come Gregorini, Sancioni, Vargas e soprattutto Lorenzo Zanetti (Yamaha n. 8 – TNT Racing), che fino a quel momento comandava il gruppo dei migliori. In tre, quindi, hanno battagliato per la vittoria di questa seconda tappa stagionale. Ad avere la meglio sul traguardo è stato ancora una volta il romano Fabio Massei (Yamaha n. 34, Team Piellemoto), bravo a sfruttare al meglio una pista che verso la fine è andata via via asciugandosi e a impostare nel modo corretto la traiettoria della Parabolica, beffando i rivali Boscoscuro e Lombardi. “Sapevo che la pista si sarebbe asciugata e quindi sono rimasto tranquillo fino agli ultimi giri – dice Fabio – dedico la vittoria al team, che ha lavorato molto bene e speriamo di continuare così. Boscoscuro? E’ stato molto bravo a recuperare e faccio i complimenti a lui e a Lombardi ma io alla staccata della Parabolica ho frenato prima per avere più “corda” e sono riuscito a far mia la gara”. Può sembrare una vittoria mancata, quella di Andrea Boscoscuro (Yamaha n. 1 – RCGM 2B Team Corse) ma se si considera che il veneto non saliva sulla 600 dalla fine del 2009 e che è stato protagonista di una splendida rimonta, si può capire la soddisfazione sua e della sua squadra. “Sono finito sulla sabbia alla Lesmo ed ho perso molto tempo prima di rientrare in pista – spiega Andrea – sono risalito forte dalla dodicesima posizione ed alla fine sono contento per questo risultato. Ho il numero 1 sulla carena, qualcosa vorrà dire…”. Terzo si è piazzato Dino Lombardi (Yamaha n. 13, Martini Corse), che ha comandato la gara fino all’ultimo giro prima di subire la rimonta di Massei e Boscoscuro. “Sono partito benissimo e quando Zanetti è caduto davanti a me ho cercato di amministrare il vantaggio. La moto però scivolava e io non avevo riferimenti, così gli altri sono tornati sotto. A quel punto ho pensato al risultato e mi sono accontentato del terzo posto”. Fuori dal podio, per pochi decimi, è rimasto un positivo Marco Marcheluzzo (Honda n. 211 – New Magic Moda) mentre più indietro ha chiuso Roberto Farinelli (Yamaha n. 4 – Gomme & Service), autore comunque di un’ottima prestazione. Dal sesto al decimo posto si piazzano, nell’ordine, Federico Biaggi, Daniele Moschini, Federico Monti, Nicolò Lagiongada e William Marconi. Massei rimane in testa alla classifica di campionato con 50 punti, seguito da Lombardi a 32 e da Farinelli a 21.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIV Superstock 600
Piloti Fabio Massei
Articolo di tipo Ultime notizie