Lorenzo Pegoraro si impone in Gara 1 a Monza

condividi
commenti
Lorenzo Pegoraro si impone in Gara 1 a Monza
Redazione
Di: Redazione
02 giu 2018, 17:31

Il pilota romano di Best Lap si impone dopo un duello iniziale con il compagno di colori Dario Capitanio, che sale sul terzo gradino del podio alle spalle dello svedese Simon Hultén. Mirko Zanardini, nei colori AC Racing è terzo ma poi penalizzato.

Mikhail Spiridonov, Rent & Race Suisse
Simone Riccitelli, Kinetic Racing
Perlini- Di Canossa, Scuderia Giudici
Perlini- Di Canossa, Scuderia Giudici
Simon Hulten, RPM Race Promote Scandinavia
Jesse Menczer, Bad Wolves Racing Club
Shaine Mobine, Bad Wolves Racing Club
Nicola Neri, Kinetic Racing Team
Claudio Giudice, Scuderia Giudici
Gianluca Carboni, Best Lap
Joe Castellano, Giada
Simone Borelli, BF Motorsport
Lorenzo Pegoraro, Best Lap

È stata una gara ricchissima di emozioni quella che ha aperto oggi a Monza la nuova edizione per il Campionato Italiano Sport Prototipi, la prima riservata alle Wolf GB08 Thunder motorizzate Aprilia RSV4.

In un gruppo di ben 20 vetture, tutte ai ferri corti, la vittoria è per Lorenzo Pegoraro, già autore del miglior tempo in qualifica ed abilissimo nel lasciare la bagarre alle sue spalle dopo un duello iniziale con il compagno di squadra in Best Lap Dario Capitanio.

A spuntarla per il secondo posto, ma solo nel finale, è invece lo svedese Simon Hultén che riesce ad avere la meglio sul giovane pilota romano costretto a difendersi nella seconda metà di gara ed a cedere anche a Mirko Zanardini. Il pilota della AC Racing è autore di un’appassionante rimonta dalla decima posizione in griglia e taglia il traguardo in terza posizione, ma a seguito di un taglio di variante viene penalizzato di cinque secondi e classificato così quarto d’ufficio.

Si chiude invece solo nel finale la lotta per il quinto posto dove Nicola Neri (Kinetic Racing Team), 15esimo sullo schieramento, risale districandosi in una bagarre accesissima e precedendo Davide Uboldi.

E sarà tra l’altro proprio il pluricampione italiano, alfiere di BF Motorsport, a partire domani in pole position sullo schieramento di partenza di gara 2, stilato sulla base della classifica di gara 1 con le prime sei posizioni in ordine inverso.

Protagonista della lotta per le posizioni di testa fino alle ultime tornate, Giacomo Pollini firma invece la settima posizione e soprattutto il giro più veloce della gara in 1’53.702, a 183,5 km/h di media.
Alle sue spalle chiudono invece i due primi alfieri di Bad Wolves, Stefano Attianese e Shahin Mobine, mentre Claudio Giudice completa la Top-10 nei colori della Scuderia Giudici.

Tra i protagonisti della lotta iniziale per le prime posizioni anche Andrea Gagliardini (Best Lap), costretto al ritiro al decimo giro, Simone Riccitelli (Kinetic Racing Team) che va in testacoda alla prima variante danneggiando poi definitivamente la vettura saltando sul cordolo quando lottava per le posizioni da podio siglando il quarto giro più veloce della gara alle spalle di Uboldi ed Hulten.

LA CRONACA DI GARA 1
Lo spettacolo si innesca già alla prima staccata dove Capitanio e Pegoraro sfilano davanti al gruppo e alle loro spalle sono scintille con Hulten ed Uboldi che entrano in contatto e Carboni che si scompone nella bagarre.

Andrea Gagliardini è terzo davanti a Riccitelli, Pollini, Hulten, Zanardini ed Eckardt, per poi avere la meglio su Gagliardini e lanciarsi all’inseguimento di Capitanio. Pegoraro riesce a gestire un minimo vantaggio su Capitanio e Riccitelli in lotta per il secondo posto e Gagliardini e Pollini per il quarto davanti a Zanardini sesto su Hulten, Neri, Giudice e Menczer decimo.

Al quarto giro Gagliardini viene risucchiato dal gruppo con Pollini che passa così quarto, mentre il romano di Best Lap scivola ottavo. Alla tornata seguente arriva invece il sorpasso per la seconda posizione con Riccitelli che riesce ad infilare Capitanio alla prima staccata per poi dover cedere nuovamente alla successiva Roggia, mentre Uboldi rallenta perdendo posizioni.

Al sesto passaggio alla prima staccata Riccitelli entra in testacoda saltando sui cordoli interni e passa ottavo alle spalle di Gagliardini. Il contatto nella stessa tornata tra Spiridonov ed Eckardt e l’uscita di Perlini impongono l’ingresso della Safety Car con Pegoraro sempre in testa davanti a Capitanio, Pollini, Zanardini, Hulten, Neri, Gagliardini, Riccitelli, Menczer e Giudice, decimo davanti a Carboni, Attianese, Gamberini, Mobine, Borelli ed Uboldi che nel frattempo era riusciti a riprendere la marcia. Alla ripresa delle ostilità Zanardini riesce ad avere la meglio su Pollini per la terza posizione in gruppo tutto ai ferri corti dove Gagliardini supera Neri per la settima.

Al decimo giro, però, il pilota romano è costretto al ritiro, mentre dopo la divagazione sui cordoli Riccitelli rallenta con l’anteriore sinistra che fuma per il contatto con la carrozzeria e deve rientrare ai box. La Top-10 è in continua bagarre e se Pegoraro e Capitanio lottano per la vittoria, Hulten riesce ad avere la meglio su Zanardini per il terzo gradino del podio. Menczer è purtroppo costretto al ritiro, imitato poco dopo da Borelli.

Al tredicesimo giro Hulten passa Capitanio alla prima staccata per poi dover cedere nuovamente al romano e costringere Zanardini alla divagazione in uscita. Il finale è con il fiato sospeso con Pegoraro che riesce a lasciare le scintille alle sue spalle dove Hulten la spunta per la seconda posizione davanti a Capitanio che scavalca d’ufficio Zanardini terzo al traguardo, ma costretto a retrocedere per 5 secondi di penalità per taglio di variante.  
 Campionato Italiano Sport Prototipi - Monza - Gara 1

Articolo successivo
Pegoraro è il più veloce, ma la prima pole stagionale è di Dario Capitanio

Articolo precedente

Pegoraro è il più veloce, ma la prima pole stagionale è di Dario Capitanio

Articolo successivo

Lorenzo Pegoraro concede il bis in Gara 2 a Monza

Lorenzo Pegoraro concede il bis in Gara 2 a Monza
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie CISP
Evento Monza
Location Autodromo Nazionale Monza
Piloti Dario Capitanio , Lorenzo Pegoraro
Autore Redazione
Tipo di articolo Gara