WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
FP3 in
07 Ore
:
06 Minuti
:
26 Secondi
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
34 giorni
FIA F2
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
89 giorni
ELMS
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Evento in corso . . .

CISP: A Vallelunga le vittorie vanno a Ponzio e Pollini

condividi
commenti
CISP: A Vallelunga le vittorie vanno a Ponzio e Pollini
Di:
15 set 2019, 19:15

Il giovane di SG Motors guadagna il primato con una partenza bruciante e lascia alle spalle la bagarre per il podio tra Uboldi e Pollini, che si rifà primeggiando in Gara 2 davanti a Ponzio e Uboldi.

Gara 1: Ponzio vince e consolida la leadership

Lanciandosi in testa alla gara con una partenza bruciante ed un primo giro irresistibile, Riccardo Ponzio firma la sua seconda vittoria stagionale in gara 1 a Vallelunga, per il quinto e penultimo round del Campionato Italiano Sport Prototipi.

Il 22enne pilota pescare, partito solo quinto in griglia, è scattato meglio di tutti e dopo aver avuto ragione di Davide Uboldi, passato in testa nei primi metri, ha poi lasciato una concorrenza scatenata solo alle sue spalle.

Sul terzo gradino del podio sale Giacomo Pollini che, dopo essere sfilato quinto alla partenza dalla pole position, ha dovuto rimontare in un gruppo sempre ai ferri corti e rimontando nel finale fino alla scia di Uboldi e siglando anche il giro più veloce.

Tra i protagonisti più agguerriti e complice il ritiro a due giri dalla fine di Danny Molinaro (DM Competizioni), Federico Scionti (The Club) chiude al quarto posto davanti allo svedese Simon Hultén (RPM RacePromote Scandinavia), autore di una rimonta strepitosa dalla 12esima posizione in griglia ed a Gian Marco Gamberini (Giada Engineering).

Proprio come il suo compagno di squadra, che lo ha preceduto al sesto posto, Joe Castellano, vincitore per la Coppa Master e grande protagonista in un gruppo indiavolato, firma il suo miglior risultato stagionale con il settimo posto assoluto davanti ad Andrea Baiguera (Brixia Horse Power).

La Top-10 si chiude con le classificazioni di Molinaro e Stefano Attianese costretti entrambi alla resa nel finale, mentre sono costretti al ritiro anche Mirko Zanardini (Bad Wolves) e Fidel Castillo Ruiz (Ascari Driver Academy) quando erano rispettivamente al terzo e settimo posto.

La bagarre toglie subito di scena Claudio Giudice (Scuderia Giudici), Riccardo Romagnoli (Scuderia Costa Ovest) e Francesco Turatello (Vimotorsport), mentre lo svedese Erik Stillman (RPM RacePromote Scandinavia) subisce anche 25 secondi di penalizzazione per le schermaglie iniziali.

Con i risultati della prima gara del weekend Ponzio si porta ora a 14 lunghezze di Pollini e 46 su Molinaro, mentre la griglia di partenza di gara 2, determinata dall’ordine di arrivo di Gara 1 con le prime sei posizioni invertite, vedrà in pole position Gamberini con al fianco Hultén ed a seguire in seconda fila Scionti e Pollini ed in terza Uboldi e Ponzio.

LA CRONACA DI GARA 1

Alla partenza lanciata le Wolf GB08 Thunder si aprono a ventaglio con Uboldi che si lancia al comando, ma ai Cimini è Ponzio ad infilarsi e passare al comando. Nelle retrovie Turatello va in testacoda piegando l’ala posteriore in bagarre. Ponzio, Uboldi, Zanardini, Scionti, Pollini procedono vicinissimi con Molinaro e Castillo Ruiz in scia.

Il gruppo è scatenato e solo nel secondo giro Ponzio riesce a guadagnare qualche metro su Uboldi, Zanardini, Scionti, Molinaro e Pollini, sempre ai ferri corti. Al terzo passaggio sulla Campagnano Molinaro riesce a superare Scionti che inizialmente gli rimane in scia. Il romano deve poi vedersela con Pollini che precede Castillo Ruiz e poi Castellano, Hulten e Gamberini, decimo.

Intanto a partire dal quinto giro è Molinaro a rendersi pericoloso sulla terza posizione di Zanardini che però resiste anche alla tornata seguente. La bagarre permette l’avvicinamento di Scionti e Pollini che si accodano così nella lotta per il podio. Alla sesta tornata Uboldi si porta a mezzo secondo da Ponzio, mentre Pollini riesce a superare Scionti che si allarga in uscita dai Cimini.

Nel frattempo Hultén sigla il giro più veloce e rimonta superando Castillo Ruiz per il settimo posto. Al nono giro Zanardini ferma la sua Wolf alla Roma per l’improvviso cedimento del radiatore, mentre Ponzio continua a guidare la gara con minimo margine su Uboldi ed a seguire sempre in bagarre Molinaro, Pollini e Scionti e poi Castellano alle prese con Hultén scatenato nella sua scia per la sesta posizione.

Lo svedese riesce nel sorpasso all’11esimo giro poi imitato anche da Gamberini, mentre l’italo americano deve accontentarsi dell’ottava posizione. Al 14esimo giro Pollini si rende sempre più pericoloso su Molinaro riuscendo nel sorpasso alla Soratte e guadagnando così i punti del terzo posto.

Ma il bresciano non si accontenta e dopo aver siglato il giro più veloce si lancia nella scia di Uboldi che però riesce a conservare il distacco utile alla seconda posizione finale. Nel finale Molinaro esce di scena lasciando così sfilare il gruppo che guadagna una posizione.

Gara 2: Pollini vince e si rilancia nella corsa al titolo

Con un sorpasso al terzo giro ed un ritmo che nel giro più veloce migliora la sua stessa pole position, Giacomo Pollini firma la sua seconda vittoria stagionale in gara 2 del quinto e penultimo round di Campionato Italiano Sport Prototipi corsosi a Vallelunga.

Una cavalcata che il giovane bresciano di Giacomo Race innesca dalle prime battute e che lo porta ad avere subito ragione di Riccardo Ponzio. Il 22enne pescarese, dal canto suo, si era subito lanciato ai Cimini con lo stesso slancio della vittoriosa gara 1, ma ha poi dovuto cedere all’avversario che ora torna a seguirlo ad otto lunghezze nella classifica tricolore.

Il terzo gradino del podio è di Davide Uboldi (Uboldi Corse), abilissimo a contenere le incursioni di Federico Scionti (The Club), poi costretto al ritiro nell’ultimo tentativo sferrato proprio alla tornata finale, mentre quarto chiude lo svedese Simon Hultén (RPM RacePromote Scandinavia) davanti a Gian Marco Gamberini (Giada Engineering) che firma il suo miglior risultato stagionale dopo essere stato in lotta per le posizioni da podio nelle battute iniziali.

Con il suo compagno di colori Joe Castellano, retrocesso d’ufficio settimo per il contatto su Danny Molinaro (DM Competizioni), poi costretto al ritiro, Stefano Attianese (Ascari Driver Academy) è sesto assoluto e primo per la Coppa ACI Sport Master.

Tra i grandi protagonisti della gara anche Mirko Zanardini (Bad Wolves), costretto però a fermare la vettura al quinto giro quando era in piena lotta per il podio. Costretti al ritiro anche Claudio Giudice (Scuderia Giudici), che riesce a classificarsi comunque decimo a 4 giri, Francesco Turatello (Vimotorsport), Andrea Baiguera (Brixia Horse Power), Fidel Castillo Ruiz (Ascari Driver Academy) e lo svedese Erik Stillman (RPM RacePromote Scandinavia).

LA CRONACA DI GARA 2

Alla partenza lanciata è Gamberini a conservare il primato, ma solo fino ai Cimini dove ancora una volta Ponzio si lancia all’esterno e passa al comando. Pollini segue terzo davanti a Zanardini e Hulten che al Tornantino cede a Scionti, mentre Uboldi è settimo.

Al secondo passaggio al Curvone Pollini supera Gamberini per la seconda posizione e si lancia subito nella scia del battistrada. Il sorpasso è al terzo passaggio ai Cimini con Pollini che così guadagna la prima posizione davanti ad un gruppo a stretto contatto e dove Zanardini e Scionti lottano per il quarto posto davanti ad Uboldi, Hulten, Castellano, Molinaro e Turatello che chiude la Top-10.

Al quinto giro Uboldi riesce a farsi largo e supera Scionti per il quinto posto per poi superare Zanardini che deve rallentare improvvisamente per un inconveniente tecnico. Il pluricampione italiano non si accontenta e due giri più tardi ha la meglio su Gamberini per il terzo gradino del podio.

Il pilota di Giada Engineering deve poi cedere anche a Scionti ed allo svedese Hultén, mentre Uboldi inanella giri veloci per avvicinarsi alla seconda posizione di Ponzio, ma sempre con Scionti incollato in scia. Il finale è da fiato sospeso con Pollini solitario al comando con il giro più veloce migliore della sua stessa pole, ma alle sue spalle Ponzio, Uboldi e Scionti procedono in un solo secondo per il secondo gradino del podio.

Nel finale Castellano entra in contatto con Molinaro costringendolo al ritiro, mentre Hultén conserva il quinto posto davanti a Gamberini, Castellano, poi retrocesso d’ufficio e Attianese. Il colpo di scena è all’ultimo giro con un attacco di Scionti all’esterno della Campagnano, ma Uboldi resiste ed il romano finisce in testacoda. Sul traguardo Pollini firma la sua seconda vittoria stagionale davanti a Ponzio, che conserva il primato in classifica, Uboldi, Hulten e Gamberini.

Articolo successivo
Imola, Gara 1: Federico Scionti vince tra mille colpi di scena

Articolo precedente

Imola, Gara 1: Federico Scionti vince tra mille colpi di scena

Articolo successivo

Giacomo Pollini si laurea Campione Italiano Sport Prototipi

Giacomo Pollini si laurea Campione Italiano Sport Prototipi
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie CISP
Evento Vallelunga II
Location Vallelunga
Piloti Riccardo Ponzio
Autore Redazione Motorsport.com