Un Rally Adriatico molto formativo per Rachele Somaschini

La pilota milanese ha debuttato con la Citroen C3 R5 nel Campionato Italiano Rally Terra sugli sterrati marchigiani, con una prestazione in crescita.

Un Rally Adriatico molto formativo per Rachele Somaschini

Rachele Somaschini ha affrontato con grinta il Rally Adriatico, prima prova del Campionato Italiano dedicato agli specialisti delle strade bianche, al volante della Citroen C3 R5 gestita da Sportec Engineering.

Nonostante un inizio faticoso, dovuto ad un errore commesso sulla prima prova speciale che ha compromesso il riscontro cronometrico finale della gara, la pilota milanese ha saputo tenere i nervi saldi e recuperare progressivamente confidenza e ritmo di guida nei successivi otto tratti cronometrati, guadagnando così la 17a posizione assoluta – su un parterre di 91 partenti e 63 classificati - e il secondo posto nella classifica femminile.

Obiettivi non facili tenuto conto dell’ancora limitatissima esperienza di Rachele sui fondi sterrati, in particolare alla guida della performante vettura di categoria Rally 2 con cui ha deciso di affrontare la serie, e delle alte velocità che il tracciato e la terra compatta delle prove marchigiane richiedono.

Raggiunto comunque il principale traguardo, quello formativo, che la pilota testimonial della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (malattia genetica da cui è affetta) si è prefissata in questa stagione, a cui si riconduce anche la scelta di farsi affiancare dall’esperto navigatore ligure Nicola Arena, che ha appena festeggiato le 500 gare in carriera.

Si aggiunge quindi un altro tassello di esperienza a quelli conquistati con le recenti partecipazioni al Rally Val D’Orcia (Challenge Raceday), al Rally del Ciocco e al Rally Sanremo (Campionato Italiano Rally) concluse con soddisfazione di guida e di risultato.

“E’ stato un inizio di Campionato difficile, ma sicuramente formativo – commenta Rachele – perché ho acquisito maggiore consapevolezza del lavoro da fare. Questo è il traguardo più importante per me oggi. Al Sanremo, dove ho gestito lucidamente una lotta sul filo dei secondi per la posizione, ho capito di aver imparato a dominare le mie emozioni in gara. Ora si tratta di affinare aspetti tecnici e velocistici della guida sui quali devo sicuramente lavorare ancora parecchio".

"Ma è anche questo il motivo per cui ho scelto una serie come il Campionato Terra che offre ottime gare, con fondi mutevoli e sfide molto diverse da affrontare. Il prossimo appuntamento coincide nientemeno che con una tappa del Rally Italia Sardegna, round italiano del Campionato del Mondo Rally, e dovremo davvero impegnarci a fondo, ma credo siamo nella direzione giusta".

"Inoltre, visto il grande lavoro di copertura mediatica social e TV svolto da Aci Sport, sono felice, in quanto pilota del programma federale Aci Team Italia, di poter portare in questo contesto il mio progetto #CorrerePerUnRespiro, legato alla sensibilizzazione sulla fibrosi cistica, che è la mia missione più importante nelle competizioni e nella vita. Ringrazio tutti i miei partner e sponsor che mi permettono di essere qui e di realizzare il mio sogno”.

Ora è tempo di allenamento fisico e mentale per preparare il prossimo importante appuntamento: grazie al sostegno di sponsor locali che hanno supportato questa operazione, Rachele - già al vertice della classifica femminile del Campionato Italiano Rally dopo Ciocco e Sanremo - difenderà la leadership anche nella terza gara in calendario, la prestigiosa Targa Florio, che si svolgerà su asfalto, sui tornanti delle Madonie in provincia di Palermo, il 7 e 8 maggio prossimi.

Chi desidera sostenere il progetto #CorrerePerUnRespiro, finalizzato alla raccolta fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica, può scegliere i regali solidali su correreperunrespiro.it o effettuare una donazione.

condividi
commenti
CIRT: trionfo Scandola-D'Amore con la Hyundai al Rally Adriatico

Articolo precedente

CIRT: trionfo Scandola-D'Amore con la Hyundai al Rally Adriatico

Articolo successivo

CIRT: Scandola-D’Amore in Sardegna con Hyundai per difendere la vetta

CIRT: Scandola-D’Amore in Sardegna con Hyundai per difendere la vetta
Carica i commenti