Scandola vince il Rally Adriatico e regala a Skoda la prima vittoria 2017

Campedelli si impone nella seconda manche per pochi secondi, ma la vittoria assoluta va al veronese. Terzo posto per Paolo Andreucci, mentre quarto c'è un ottimo Nicolò Marchioro.

Scandola vince il Rally Adriatico e regala a Skoda la prima vittoria 2017
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Skoda Motorsport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Simone Campedelli, Pietro Elia Ometto, Ford Fiesta R5, Orange1 Racing
Kalle Rovanpera, Risto Pietilainen, Peugeot 208 T16 R5, Peugeot Sport Italia
Luigi Ricci, Alessandro Biordi, Ford Fiesta R5
Daniele Ceccoli, Piercarlo Capolongo, Ford Fiesta R5
Andrea Nucita, Marco Vozzo, Skoda Fabia S2000

Dopo un inverno fatto di incertezze e di dubbi, Umberto Scandola e Skoda Italia Motorsport tornano più saldi che mai nel momento più opportuno della stagione centrando il successo al Rally Adriatico, quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally 2017 battendo con autorità i rivali più quotati.

Umberto è stato perfetto in Gara 1 svolta ieri, centrando il successo parziale. Oggi invece a portare a casa la tappa è stato un Simone Campedelli in grande spolvero al volante della Ford Fiesta R5 EVO del team Orange 1, ma al romagnolo questa vittoria non è bastata.

A portare a casa l'intera posta in palio è stato il veronese, preciso sin dalla prima speciale e autore di una guida molto spettacolare quanto redditizia sugli sterrati dell'Adriatico. Grazie a questo successo Scandola e D'Amore salgono al secondo posto nella classifica generale, staccati di 5,5 punti dal leader della classifica generale Paolo Andreucci.

Campedelli può però essere soddisfatto per aver centrato il secondo posto nella classifica generale, dopo essersi messo alle spalle Paolo Andreucci. Per il toscano del team Peugeot Sport Italia un fine settimana non semplice, in cui ieri ha dovuto aprire tutte le speciali essendo il leader della classifica, poi ha subito la grande vena di Scandola, senza riuscire mai a impensierirlo.

Eccellente quarto posto per Nicolò Marchioro al volante della sua Peugeot 208 T16 R5, arrivato però a uasi 1 minuto di distacco da Andreucci. I primi tre della classifica, infatti, hanno fatto una gara a sé, ma va ricordata l'ottima prestazione di ieri di Kalle Rovanpera, quarto nella prima manche. Oggi invece il giovane talento finlandese si è capottato, finendo la gara in anticipo e nel peggiore dei modi.

Andrea Dalmazzini ha lottato con Marchioro per la quarta posizione, ma si è dovuto arrendere per 9 secondi al termine della PS15. La scelta di Andrea Nucita - quella di correre con una Fabia S2000 al posto della consueta R5 - non ha pagato, infatti il forte siciliano non è andato oltre la settima piazza, staccato di oltre 2 minuti da Scandola.

   PosizionePilota/navigatoreVetturaTempo/distacco
1 Scandola/D'Amore Skoda Fabia R5 1.07'30”8
2 Campedelli/Ometto Ford Fiesta R5 EVO +26"5
3 Andreucci/Andreussi Peugeot 208 T16 R5 +41"4
4 Marchioro/Marchetti Peugeot 208 T16 R5 +1'37"6
5 Dalmazzini/Albertini Ford Fiesta R5 EVO +1'46"4
6 Ricci/Biordi Ford Fiesta R5 EVO +2'02"9
7 Nucita/Vozzo Skoda Fabia S2000 +2'06"3
8 Ceccoli/Campolongo Ford Fiesta R5 ST +2'09"8
9 Bresolin/Pollet Peugeot 208 T16 R5 +2'11"4
10 Dedo/Inglesi Skoda Fabia R5 +2'21"3

 

condividi
commenti
Adriatico, 208 Top – dopo PS 13: De Tommaso in fuga. Mazzocchi passa Manfredi.

Articolo precedente

Adriatico, 208 Top – dopo PS 13: De Tommaso in fuga. Mazzocchi passa Manfredi.

Articolo successivo

Adriatico, 208 Top: De Tommaso leone sulla terra.

Adriatico, 208 Top: De Tommaso leone sulla terra.
Carica i commenti