Trofeo CIR: i quarti di finale non riservano sorprese

Trofeo CIR: i quarti di finale non riservano sorprese

A conquistare le semifinali del Motor Show sono stati Nucita, Colombini, Marchioro e Tempestini

I quattro più veloci nelle qualifiche del Trofeo CIR del Motor Show non hanno deluso le aspettative nei quarti di finale, conquistando tutti quanti l'accesso alle semifinali che si disputeranno tra poco meno di mezzora.

Ad aprire le danze è stato il poleman Andrea Nucita, che con la sua Peugeot 207 S2000 non ha avuto particolari problemi a sbarazzarsi della 208 T16 R5 di Alessandro Bruschetta, infliggendogli un secco 2-0 con distacchi importanti.

Poi è stata la volta dei due piloti che si erano già affrontati anche ieri nell'ambito del Trofeo TRT, ovvero Nicolò Marchioro e Simone Brusori: la loro sfida è stata molto accesa e si è conclusa sull'1-1, ma ad avere la meglio è stata la 208 T16 R5 del primo, che l'ha spuntata grazie ad un miglior giro veloce.

Ha sofferto più del previsto Denis Colombini, che anche lui si è dovuto aggrappare al giro più veloce per avere la meglio sulla Skoda Fabia S2000 di Marco Cavigioli. Dopo una vittoria agevole nella prima manche, nella seconda ha toccato le barriere con il lato posteriore destro della sua Ford Fiesta R5, permettendo all'avversario di pareggiare i conti e di andare a casa con onore.

Tutto più semplice, infine, per Simone Tempestini, che si è imposto per 2-0 nel derby tra Fiesta R5 che lo vedeva opposto a Gabriele Ciavarella.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Articolo di tipo Ultime notizie