Andreucci: "In ottica campionato è un rally importante"

Andreucci: "In ottica campionato è un rally importante"

Secondo il campione in carica le sconnessioni sull'asfalto potrebbero risultare problematiche per la gara

Paolo Andreucci e Michele Tassone stanno scaldando i motori per la Targa Florio (28-30 maggio). Una nuova sfida per i portacolori del Leone che, a bordo delle Peugeot 208 T16 e 208 R2, guidano le classifiche assolute piloti e junior. Per loro l’impegnativa tappa siciliana del Tricolore sarà l’occasione per continuare a lottare per la vittoria assoluta finale.

Con sette vittorie, il Leone è il primatista, tra le Case non italiane, della Targa Florio Rally. Il primo successo risale al 1998. Ad inaugurare l’albo d’oro è stato Renato Travaglia con la 306 Maxi. La 306 ha vinto ancora sugli asfalti siciliani, che le erano particolarmente favorevoli, nel 2001 e nel 2002, con due piloti privati, il toscano Gian Luca Vita e l’idolo locale Totò Riolo. Il turno della Peugeot 207 S2000 è arrivato nel 2008 con Luca Rossetti e poi con Andreucci, il primatista assoluto della Targa di ogni tempo con otto vittorie. Il “Re della Madonie” ha vinto nel 2011 e nel 2013. Della coppia Andreucci-Andreussi anche la vittoria nell’ultima edizione, 2014, la prima al volante della Peugeot 208 T16.

Paolo Andreucci: “Come ogni anno la Targa è il rally che inaugura la stagione estiva. Le problematiche che quest'anno – dopo le piogge invernali - potrebbero complicare un rally, già ricco di insidie e con un percorso molto tecnico, sono le sconnessioni sull’asfalto che potremmo trovare sulle Madonie. In ottica campionato è un rally importante per noi. E’ una gara che mi è sempre piaciuta, mi ha dato molte soddisfazioni e vittorie ma so bene che sarà necessario affrontarla al 100% e concentrato dalla prima all'ultima curva”.

Anna Andreussi: “In Sicilia è sempre una festa. Sentiamo l’incredibile calore del pubblico e la grande passione per la Targa Florio. Una passione che cresce ogni anno sempre di più. Veniamo da una gara non certo esaltante come l’Adriatico e con una gran voglia di fare bene”.

Peugeot Rally Junior Team

Michele Tassone: “Affrontare le strade della Targa Florio è un’esperienza unica per un pilota. Vuoi per la particolarità della gara stessa ma anche per la passione con cui i siciliani abbracciano questo grande evento. Lo faremo da leader in classifica, quindi nelle migliori condizioni possibili. Sarà un altro importante banco di prova per noi, molto
impegnativo visto che dovremo confrontarci su prove speciali che presentano molte novità”.

Daniele Michi: “Con la Sicilia ho un legame particolare, cementato da numerose amicizie coltivate a seguito delle mie partecipazioni rallistiche nella zona. Tornare in questa regione da copilota ufficiale Peugeot è per me motivo di grande orgoglio, un ritorno da onorare nel migliore dei modi. Per dare continuità ai nostri risultati e mantenere il comando della classifica, però, dovremo ancora insistere con quella cattiveria agonistica che ha fatto la differenza a Sanremo ed all’Adriatico”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Piloti Paolo Andreucci , Michele Tassone
Articolo di tipo Ultime notizie