Campedelli: "Vogliamo confermarci al vertice"

Il pilota della Citroen si aspetta una grande battaglia alla Targa Florio

Campedelli: "Vogliamo confermarci al vertice"
L’equipaggio ufficiale del Citroën Team Italia, dopo aver conquistato la testa della classifica tricolore sulla terra del Rally Adriatico, cercherà di preservare il primato con una gara tutta all’attacco sulle selettive strade asfaltate siciliane. Citroën Team Italia è pronta per un nuovo assalto tricolore. L’occasione si presenta questo fine settimana sulle strade siciliane della 96° Targa Florio, quarta prova del Campionato Italiano Junior e quinto appuntamento dell’Intercontinental Rally Challenge. Appuntamento irrinunciabile per i rallies di alto livello, la prestigiosa Targa Florio, che si correrà in provincia di Palermo tra il 14 ed il 16 giugno, vedrà l’equipaggio ufficiale Simone Campedelli/Danilo Fappani e la loro Citroën DS3 R3 prendere il via, forti della leadership provvisoria della classifica riservata agli Junior, conquistata quasi un mese fa sugli sterrati del Rally Adriatico. Saranno dunque le selettive quanto esaltanti arterie asfaltate delle Madonie, quelle che hanno scritto pagine di grande storia automobilistica, a fare da arbitro ad una sfida che si annuncia particolarmente calda: Campedelli e Fappani, infatti saranno nel mirino di molti avversari che cercheranno di farli scendere dall’attico della classifica. Il target sarà dunque uno, quello di rimanere al comando. Per farlo, si dovrà difendere ed attaccare insieme confidando, oltre alla qualità dell’equipaggio, sull’affidabilità della Citroën DS3 R3 e sulle caratteristiche degli pneumatici Pirelli, che sino ad ora hanno potuto assecondare tutte quelle performance che hanno permesso di vincere tre gare su tre in calendario. Simone Campedelli:Una nuova ed esaltante sfida. Saranno giorni difficili quelli alla “Targa”, con i quali dovremo confermarci al vertice dovendo resistere agli attacchi dei diversi avversari che certamente non ci lasceranno strada. Lo scorso anno, alla mia prima esperienza siciliana, ebbi subito ottime sensazioni, la DS3 espresse il proprio potenziale anche in condizioni di strada difficile, dove non era facile trovare il giusto equilibrio di assetto e gomme. Quest’anno abbiamo dunque la scorta di un'esperienza notevole, la vettura come al solito sono sicuro che sarà in grado di assecondarci al meglio per cui dico che proveremo a rimanere primi”.
condividi
commenti
Andreucci, la Targa Florio e i rally da cambiare...
Articolo precedente

Andreucci, la Targa Florio e i rally da cambiare...

Articolo successivo

Totò Riolo pronto per la "sua" Targa Florio

Totò Riolo pronto per la "sua" Targa Florio
Carica i commenti