Andreucci: "Torniamo a casa con punti pesanti"

Andreucci: "Torniamo a casa con punti pesanti"

Gara sfortunata per il campione in carica, che però è convinto di disporre di una 208 T16 competitiva

La Peugeot 208 T16 del privato Alessandro Perico vince il Rally de Il Ciocco. Paolo Andreucci, vincitore di sette delle 14 speciali in programma, dopo una grande rimonta chiude in quinta posizione assoluta.

Michele Tassone e Daniele Michi (Peugeot Rally Junior Team) chiudono in seconda posizione nella classifica riservata agli Under 25. Peugeot è leader della classifica costruttori.

Paolo Andreucci e Anna Andreussi vincono la prima speciale della gara ma vengono subito attardati da un inconveniente all’impianto frenante che, nelle PS successive, li fa scivolare in tredicesima piazza a 4 minuti dalla vetta della classifica. Grazie all’intervento dei meccanici all’ assistenza, capaci di ripristinare completamente la 208 T16, dominano la successive prove speciali infliggendo pesanti distacchi ai concorrenti. La rimonta si conclude con un quinto posto che porta punti preziosi nella classifica generale in considerazione del ritiro dei principali pretendenti alla conquista del Tricolore piloti.

Gara sul filo dei secondi anche per il Peugeot Rally Junior Team, in testa nelle prime fasi di gara ma successivamente attardato per noie meccaniche alla 208 R2. Con una conduzione accorta il giovane equipaggio del Leone conquista la seconda piazza nel Campionato Junior che si annuncia molto combattuto visto l’alto numero di pretendenti al titolo.

Paolo Andreucci: "Non è stato il Rally de Il Ciocco che ci eravamo immaginati alla vigilia, ci siamo messi quasi subito in fuorigioco per la vittoria finale. Il ritardo che abbiamo accumulato nelle cinque prove speciali affrontare con l’impianto frenante in crisi di fatto ha pregiudicato le nostre possibilità. L’ennesima grande prova dei nostri meccanici ci ha permesso di riprendere nelle migliori condizioni dopo l’Assistenza. Però dobbiamo assolutamente vedere l’esito finale: la 208 T16 si è dimostrata altamente prestazionale, con la vettura in ordine avevamo un altro passo anche in un contesto difficile ed insidioso come quello incontrato sulle strade della Garfagnana. Ottimo feeling con le Pirelli su tutti i differenti tipi di fondo. Torniamo a casa con punti pesanti per la classifica generale e con la soddisfazione di vedere Alessandro Perico sul gradino più alto del podio. È il giusto premio per la sua passione e la dimostrazione delle doti velocistiche della 208 T16".

Michele Tassone: "Siamo felici. In poche settimane il mondo intorno a noi è cambiato. Da pilota privato a ufficiale in uno squadrone come quello di Peugeot Italia. Ho sicuramente sentito un po’ di pressione alla vigilia ma siamo riusciti a portare a termine una gara impegnativa come questa. Un secondo posto importante per la classifica. La continuità nei risultati nella stagione sarà la chiave per arrivare al Tricolore Junior. Dopo il ritardo che abbiamo accumulato in alcune speciali di ieri avremmo dovuto assumerci troppi rischi per vincere, è obbligatorio ragionare in ottica campionato".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Piloti Paolo Andreucci , Michele Tassone
Articolo di tipo Ultime notizie