Percorso rinnovato per il Rally del Ciocco

Percorso rinnovato per il Rally del Ciocco

Il rally scatterà dalla Versilia il 20 marzo per arrivare a Castelnuovo di Garfagnana due giorni dopo

Il 38° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, con l’aver rivelato le sue molte importanti novità riferite al percorso di gara, nel “giro” dei rallies tricolori, tra gli addetti ai lavori, tra gli appassionati ed ovviamente tra coloro che ne saranno attori protagonisti, si è registrato un notevole fermento. Un fermento dato dall’inizio campionato, certamente dato dalle diverse presenze annunciate ma soprattutto dato dalla notizia che il percorso di gara è stato in ampia parte rivisto, per circa il 70%. 

In programma dal 20 al 22 marzo, con le iscrizioni aperte sino a venerdì 13, la gara sarà valida anche come prima prova del Trofeo Nazionale Rally di 4^ zona a coefficiente 2,5 (disputando la sola prima tappa), oltre che per l’Open Rally Toscano ed il Trofeo ACI Lucca (per gli iscritti alle due serie è prevista un’agevolazione sotto forma del 20% di sconto sulla tassa di iscrizione), ha tutte le carte in regola per dare la giusta spinta alla stagione tricolore proponendo un percorso radicalmente rivisto comunque ispirato dalla tradizione, affascinante e certamente ancora più legato al vasto territorio che tocca.

DAL MARE AI MONTI QUINDICI PROVE SPECIALI DA “UOMINI VERI”
Già da sé, il territorio lucchese è ampio, dalle montagne della Garfagnana arriva al mare e questa caratteristica è stata associata al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio dal 2013 in modo decisamente marcato. Per il terzo anno consecutivo, infatti, i motori delle vetture partecipanti si accenderanno in Versilia. La bandiera di partenza del rally, venerdì 20 marzo, sventolerà a Forte dei Marmi, grazie alla confermata forte sinergia con l’Amministrazione Comunale e con l’Associazione Commercianti, arrivando a raddoppiare l’impegno della città per il rally. Ma già la mattina la zona litoranea ed anche il suo entroterra saranno “invasi” dalla colorita carovana del rally: a Seravezza, avrà luogo lo Shakedown, il test con le vetture da gara.

DALLA VERSILIA UN AVVIO TRICOLORE DA SOGNO
Dopo la cerimonia di partenza alle ore 19,00, la prima grande novità dell’edizione duemilaquindici sarà la Prova Speciale spettacolo allestita sul lungomare, prevista subito dopo, alle 19,07. I concorrenti si sfideranno su un tracciato di 1,200 chilometri complessivi, ove vi transiterà sempre una sola auto. E’ una grande opportunità mediatica per i rallies, Forte dei Marmi, diverrà vera e propria Capitale del rally e dello show, una commistione magica ed esaltante, ideata nel luogo migliore che si poteva pensare, capace di catalizzare l’attenzione anche a chi non conosce le corse su strada ed il loro mondo.
“Se l’avvio tricolore “al Forte” sarà con lo spettacolo, il resto del percorso saprà far vivere momenti di grande emozione e di sfide sportive spettacolari commenta Valerio Barsella, anima del Comitato Organizzatore - le strade che da sempre hanno fatto la storia del Rally al Ciocco le abbiamo in ampia parte rivisitate proprio per rimescolare il classico mazzo di carte, ma siamo sicuri che esalteranno tutti coloro che vi correranno e che verranno a vedere la gara”.

Quel mazzo di carte in parte tornato a mescolarsi propone il 70%, del percorso rivisto rispetto al recente passato, avendo comunque cercato di lasciare una forte e significativa traccia di tradizione, quella che ha eletto il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio come una delle gare di rally italiane più conosciute al mondo.

Sono in programma 15 Prove Speciali complessive, 615,700 chilometri dei quali 159,860 di distanza cronometrata (il 26% dell’intero chilometraggio), con il fulcro delle sfide concentrato nella mediavalle ed in Garfagnana.

SABATO 21 MARZO GIORNATA LUNGA
La giornata di sabato 21 marzo sarà dura, con la partenza dal Ciocco alle sei del mattino e la prima assistenza di Castelnuovo Garfagnana prevista dopo ben sei tratti cronometrati alle 13,22, esempio diretto di come il confronto sul campo potrà essere appassionante ed incerto. Grazie all’interessamento del Comune di Careggine che ha sposato con entusiasmo spirito ed intenti dell’evento, sarà possibile correre ben due Prove Speciali nel suo territorio: la prova di “Cerretoli” sarà in parte rivista e la “Careggine” è stata pensata in una nuova veste, da Poggio sino al bivio della “Fonte Azzurrina” mai più vista dal 1994. Sempre a Careggine, è previsto poi un controllo a timbro e la carovana del rally sarà accolta da una festa, segno palpabile di quanto il rally ed i suoi attori siano amati in queste zone.

Poi vi saranno la prova di “Renaio”, come disputata nel 2014, la prova di “Molazzana”, nella versione proposta invece nel 2013, oltre ai classici ed immancabili spettacolari impegni dentro la Tenuta e Parco Il Ciocco, che si prevede ancora presi d’assalto dagli appassionati. Tre soli i Service Area della giornata, proprio a significare i caratteri duri di questa edizione del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, ispirato anche alle sfide epiche di un tempo, quando ai piloti, oltre all’andar forte veniva chiesta dote di calcolo, di saper conservare la vettura e ridurre al minimo i rischi per non vanificare il risultato. E’ proprio da dire che si arriverà a far scuola, specie per i più giovani che accetteranno la prima sfida tricolore dell’anno.La giornata terminerà alle 20,00 per poi riprendere le sfide dalle ore 7,00 di domenica 22 marzo, altra giornata di alto profilo tecnico sportivo.

DOMENICA 22 MARZO UN FINALE D’EFFETTO
Novità anche per la giornata finale. Un gran finale che con molta probabilità lascerà tutti con il fiato sospeso. Gli equipaggi superstiti saranno chiamati ad una nuova prova di coraggio, di calcolo e di lucidità insieme, dovendo affrontare una sola prova speciale di 20,500 chilometri, da ripetere due volte. Saranno due prove classiche del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, due “roccaforti”, la “Coreglia” e la “Tereglio” unite per proporre una sfida unica, completa, il classico degno finale di un rally da ricordare. Tutto questo prima di vedere sventolare la bandiera a scacchi a Castelnuovo Garfagana, con lo sfondo della Porta Ariostesca, a partire dalle ore 12,30.

Come consuetudine, riordinamenti e Parco Assistenza saranno organizzati nella zona sportiva di Castelnuovo Garfagnana, mentre il quartier generale sarà ancora al Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & SPA location estremamente funzionale oltre che esclusiva, quindi irrinunciabile.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Articolo di tipo Ultime notizie