WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
FP3 in
12 Ore
:
05 Minuti
:
29 Secondi
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
35 giorni
FIA F2
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
90 giorni
ELMS
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
03 Ore
:
45 Minuti
:
29 Secondi

CIR: la Federazione apre un'inchiesta sui fatti del Tuscan Rewind

condividi
commenti
CIR: la Federazione apre un'inchiesta sui fatti del Tuscan Rewind
Di:
25 nov 2019, 11:56

La Direzione Centrale per lo Sport in ACI in accordo con la Presidenza di ACI, in relazione ai fatti accaduti durante il 10° Tuscan Rewind ha deciso di interessare la Procura Sportiva per l'apertura di una inchiesta.

Il CIR 2019 è andato in archivio sabato pomeriggio con Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincitori del Tuscan Rewind e del titolo italiano rally, ma le polemiche sono sorte pochi istanti dopo l'arrivo dell'ultima speciale, la PS8, teatro sia nel primo giro che nel secondo di avvenimenti considerati dai protagonisti (in particolar modo da Rossetti e Campedelli) come tutt'altro che sportivi.

Citroen Italia ha emesso un comunicato in cui, tramite le parole del responsabile della comunicazione del marchio Carlo Leoni, ha esternato tutta la propria delusione.

"Terminare in questo modo le ultime due gare dal Campionato Italiano Rally, lascia sicuramente molto amaro in bocca. Questo tipo di situazioni, oltre a non essere il degno finale del Tricolore, impattano pesantemente sulla sicurezza del nostro equipaggio e – in generale – di tutti i piloti".

Ancora più duro Simone Campedelli, che già poche ore dopo il termine della corsa ha puntato il dito contro ignoti riguardo la foratura accusata nella PS6 (la stessa prova in cui ha forato Rossetti, ma nel passaggio precedente).

Leggi anche:

"Se uno capisce di corse, e non solo di social network e di tastiere capisce che non si buca solo un tassello senza una punta predisposta. Le pietre fanno tagli lunghi e strappano a discapito di quanto si vede! Non ci sono tagli, guide aggressive o traiettorie inventate! (Come qualche fenomeno da tastiera scrive)".

"Solo mitomani in giro per le strade che hanno falsato un campionato fatto di 4 piloti, colleghi che stimo tutti indistintamente e grandi sfide!".

"Comunque... Non solo voi avete amici sul percorso! Vi abbiamo fatto seguire tutto il weekend nella speranza che non agiste come le ultime due gare. Ora abbiamo nomi e targhe delle macchine utilizzate ed anche il metodo che utilizzate per piantare i chiodi a terra! Ogni cosa a suo tempo!".

Gli sfoghi di Citroen Italia e Campedelli hanno avuto un seguito importante, perché oggi la Direzione Centrale per lo Sport in ACI, in accordo con la Presidenza di ACI, Federazione Nazionale dell'Automobilismo Sportivo, ha deciso di interessare la Procura Sportiva per l'apertura di un'inchiesta in relazione ai fatti accaduti durante la decima edizione del Tuscan Rewind, ultima prova del Campionato Italiano Rally 2019.

Il titolo è stato vinto con merito da Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, ma la stagione avrà probabilmente strascichi pesanti nel corso delle prossime settimane per le forature "sospette" che hanno interessato il romagnolo del team Orange 1 e per Rossetti. Ricordiamo che i due sono stati costretti a rallentare nel corso della gara a causa di due forature mentre si trovavano in testa alla corsa. Vincendo la corsa, entrambi avrebbero vinto il titolo. Le gomme danneggiate - ancora non si sa da cosa, sarà la Procura a doverlo stabilire - hanno invece giocato un ruolo decisivo nel risultato delle loro stagioni.

Articolo successivo
CIR: anche Campedelli furioso contro le "strane" forature

Articolo precedente

CIR: anche Campedelli furioso contro le "strane" forature

Articolo successivo

CIR: Ford fa un esposto in Procura sui fatti del Tuscan Rewind

CIR: Ford fa un esposto in Procura sui fatti del Tuscan Rewind
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie CIR
Evento Tuscan Rewind
Autore Giacomo Rauli