Adriatico: Scandola chiude la prima tappa al comando

condividi
commenti
Adriatico: Scandola chiude la prima tappa al comando
Di: Matteo Nugnes
21 mag 2010, 20:37

La seconda speciale è stata anche interrotta per l'incidente di Al Rajhi

Umberto Scandola si è confermato molto a suo agio al volante della Ford Fiesta S2000 dell'A-Style Team, facendo segnare il miglior tempo anche nel secondo passaggio di giornata sulla speciale "Cupramontana", e chiudendo quindi la prima tappa del Rally dell'Adriatico al comando. Alle sue spalle risale Giandomenico Basso con la sua Abarth Grande Punto, autore proprio del secondo tempo nella speciale, che accusa un ritardo di 15"7. Terzo si conferma il leader della classifica riservata al Trofeo Rally Terra, il finlandese Teemu Arminen, poco meno di due secondi più indietro rispetto a Basso con la sua Subaru Impreza Sti. Da segnalare che la seconda prova cronometrata è stata interrotta a causa di un incidente che ha avuto per protagonista Al Rajhi: con la sua Peugeot 207 S2000 ha sbattuto su un ponte e quindi è stato necessario l'intervento dei mezzi di soccorso. Piero Longhisi ritrova dunque in quarta posizione nonostante in questo passaggio gli sia stato contato un tempo imposto, così come a Tobia Cavallini, Gianfranco Cunico e Luca Cantamessa. La top five è poi completata dall'altra 207 S2000 di Renato Travaglia, mentre Paolo Andreucci è addirittura settimo, alle spalle anche di Mauro Trentin, secondo nel TRT. Notevole anche la caduta di Luca Rossetti, scivolato addirittura al decimo posto dopo aver chiuso la prima PS alle spalle di Scandola. CIR, Rally dell'Adriatico, 21/05/2010 Classifica al termine della prima tappa 1. Scandola/Biondi - Ford Fiesta S2000 - 11'52"8 2. Basso/Dotta - Abarth Grande Punto - +15"7 3. Arminen/Nikkola - Subaru Impreza Sti - +17"4 4. Longhi/Baggio - Peugeot 207 S2000 - +19"3 5. Travaglia/Granai - Peugeot 207 S2000 - +23"8 6. Trentin/Zanella - Peugeot 207 S2000 - +24"3 7. Andreucci/Andreussi - Peugeot 207 S2000 - +24"8 8. Kopecky/Stary - Skoda Fabia S2000 - +25"9 9. "Dedo"/Daddoveri - Peugeot 207 S2000 - +26"4 10. Rossetti/Chiarcossi - Abarth Grande Punto - +28"4
Prossimo articolo CIR
Adriatico: ecco la zampata di Andreucci

Previous article

Adriatico: ecco la zampata di Andreucci

Next article

Scandola è il primo leader all'Adriatico

Scandola è il primo leader all'Adriatico

Su questo articolo

Serie CIR
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie