Ciocco, PS13: Campedelli ci prova, ma Gara 1 è di Andreucci

Il romagnolo della Ford fa segnare il miglior tempo nell'ultima prova di giornata, ma resta alle spalle del rivale della Peugeot per 3"4. Perico chiude terzo, resistendo alla rimonta di Scandola dopo una penalità di un minuto.

Ciocco, PS13: Campedelli ci prova, ma Gara 1 è di Andreucci
Paolo Andreucci, Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci, Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Simone Campedelli, Pietro Elia Ometto, Ford Fiesta R5, Orange1 Racing
Simone Campedelli, Pietro Elia Ometto, Ford Fiesta R5, Orange1 Racing
Alessandro Perico, Mauro Turati, Skoda Fabia R5, P.A. Racing
Alessandro Perico, Mauro Turati, Skoda Fabia R5, P.A. Racing
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Skoda Motorsport Italia
Umberto Scandola, Guido D'Amore, Skoda Fabia R5, Skoda Motorsport Italia
Rudy Michelini, Michele Perna, Ford Fiesta R5, Movisport

Simone Campedelli è stato il più veloce anche nella PS13 del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, il secondo passaggio sulla brevissima "Noi TV", ma questo non gli è bastato per portarsi a casa Gara 1 del primo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally.

Il pilota Romagnolo, al volante di una Ford Fiesta R5, ha infatti guadagnato appena 1"3 nei confronti della Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci, al quale è bastato il terzo tempo per fare festa con un margine di 3"4 nella classifica generale, grazie anche alle otto speciali vinte in precedenza oggi.

Tiratissima anche la lotta per il terzo posto, che ha visto spuntarla la Skoda Fabia R5 di Alessandro Perico, ma davvero per un soffio sull'identica vettura affidata ad Umberto Scandola, autore del secondo tempo lungo gli ultimi 1,90 km cronometrati.

Alla fine il veronese ha mancato il podio del sabato per solo 1"8, ma questo risultato sarebbe stato ampiamente alla sua portata se non fosse incappato in una penalità di un minuto per essersi presentato in anticipo ad un controllo orario.

Alle sue spalle completa la top five la Ford Fiesta R5 di Rudy Michelini, che a sua volta è stato in corsa per un posto sul podio fino alla fine. Più staccate invece le due Hyundai i20 R5 di "Ciava" e di Elwis Chentre, che occupano rispettivamente la sesta e la settima posizione ad oltre due minuti.

In ottava posizione c'è l'altra Skoda Fabia R5 di Andrea Nucita, che a sua volta ha dovuto fare i conti con una penalità di ben 1'40" per essere entrato in ritardo in una prova a causa della sostituzione della trasmissione, ma è anche incappato in un testacoda quando era in lizza per il podio.

Il quadro delle prime dieci posizioni si completa poi con la Ford Fiesta R5 di Rusce e con la Peugeot 207 S2000 di Luca Panzani. All'appello manca l'attesissimo Kalle Rovampera: il figlio d'arte ha danneggiato la sospensione posteriore sinistra della sua 208 T16 a causa di un contatto.

PosizionePilota/navigatoreVetturaTempo/distacco
1 Andreucci/Andreussi Peugeot 208 T16 R5 1.01'32"4
2 Campedelli/Ometto Ford Fiesta R5 EVO +3"4
3 Perico/Turati Skoda Fabia R5 +1'41"1
4 Scandola/D'Amore Skoda Fabia R5 +1'42"9
5 Michelini/Perna Ford Fiesta R5 EVO +1'44"8
6 “Ciava”/Manfredi Hyundai i20 R5 +2'09"7
7 Chentre/Florean Hyundai i20 R5 +2'26"0
8 Nucita/Vozzo Skoda Fabia R5 +2'59"7
9 Rusce/Farnocchia Ford Fiesta R5 EVO +3'20"9
10 Panzani/Grilli Peugeot 207 S2000 +3'23"4

 

condividi
commenti
Ciocco, PS12: sussulto di Campedelli. Che lotta per il terzo posto

Articolo precedente

Ciocco, PS12: sussulto di Campedelli. Che lotta per il terzo posto

Articolo successivo

Ciocco, PS14: Andreucci al top. Il differenziale mette K.O. Scandola

Ciocco, PS14: Andreucci al top. Il differenziale mette K.O. Scandola
Carica i commenti