Trofeo Peugeot Competition 208 Top
Topic

Trofeo Peugeot Competition 208 Top

Adriatico, 208 Top: De Tommaso leone sulla terra.

Gara entusiasmante degli iscritti al Peugeot Competition 208 Top. De Tommaso vince di un soffio su Ciuffi. Terzo Mazzocchi davanti a Manfredi.

Adriatico, 208 Top: De Tommaso leone sulla terra.

È stato un Rally Adriatico quanto mai incerto e combattuto quello appena concluso dai talenti under 25 iscritti al trofeo Peugeot 208 Top. Innanzitutto per l’entusiasmante lotta al vertice tra Damiano De Tommaso e Tommaso Ciuffi: un duello che si è risolto solo alla fine dell’ultima prova speciale con il varesino davanti al toscano per soli 4”3. De Tommaso ha così confermato i favori del pronostico – il ventunenne di Varese vanta un paio di anni di esperienza sugli sterrati del mondiale rally – primeggiando non solo tra i trofeisti ma anche nelle speciali classifiche di classe R2 e 2 ruote motrici. Con questo risultato inoltre De Tommaso fa un grade balzo in classifica portandosi in testa alla massima serie indetta da Peugeot Italia. “Siamo davvero soddisfatti – ha detto sul palco d’arrivo De Tommaso. È stata una gara tiratissima anche a causa del chilometraggio ridotto. Oggi abbiamo attaccato da subito e la tattica ha pagato. Nelle ultime prove abbiamo cercato di gestire il vantaggio per ridurre il rischio di commettere qualsiasi tipo di errore: dopo gli ultimi risultati negativi questo risultato era fondamentale per noi”.

 

 

Ciuffi dal canto suo ha da recriminare per quei 10 secondi di penalità per partenza anticipata che sono risultati decisivi per l’esito della sua gara. Il ventitreenne toscano predilige i fondi sterrati e lo ha dimostrato anche in questa occasione mettendo la sua firma su ben 9 delle 14 prove speciali effettivamente disputate. Il suo secondo posto è comunque un risultato importante che lo inserisce di diritto tra i papabili vincitori del Peugeot Competition 208 Top e del suo premio da sogno: il ruolo di pilota ufficiale Peugeot Italia nella prossima stagione. I due piloti del team Munaretto Sport sono addirittura stati in grado di battere il forte pilota Peugeot Italia Marco Pollara che ha chiuso terzo di categoria.

 

Tommaso Ciuffi, Peugeot 208 R2B
Tommaso Ciuffi, Peugeot 208 R2B

Photo by: Marco Passaniti

Dopo un susseguirsi di colpi di scena che hanno visto gli altri quattro iscritti alla serie Peugeot alternarsi sul terzo gradino del podio, la medaglia di bronzo è finita nelle mani di Andrea Mazzocchi. Il piacentino, già grande protagonista nelle prime due uscite stagionali, ha prima commesso un errore nella giornata di sabato ed ha poi saputo rimontare prova dopo prova sfruttando anche gli sbagli altrui: “Sono molto contento dei tempi fatti segnare nella prima tappa – ha raccontato Mazzocchi a fine gara. Sapevo che alcuni dei miei avversari avevano più esperienza di me sulle strade bianche ed essergli stato vicino è sicuramente positivo. Peccato solo per l’errorino di ieri e per le difficoltà che ho avuto nella seconda tappa nel trovare il giusto feeling con la vettura. Il piazzamento a podio è comunque un ottimo risultato per il campionato”. Ora il piacentino comanda la classifica del Trofeo Peugeot 208 Top insieme a Damiano De Tommaso.

 

Andrea Mazzocchi, Silvia Gallotti, Peugeot 208 R2B
Andrea Mazzocchi, Silvia Gallotti, Peugeot 208 R2B

Photo by: Marco Passaniti

Alle spalle del piacentino ha concluso Nicola Manfredi che proprio qui all’Adriatico era al debutto sulla terra. Il garfagnino ha badato solo a fare esperienza cercando di stare lontano dai guai. Un copione eseguito alla perfezione sino alla PS 12 dove il ventiquattrenne pilota toscano ha commesso un errore costatogli oltre 6’. Nonostante tutto Manfredi ha comunque racimolato i primi punti importanti della sua stagione: “Sono dispiaciuto per quanto è successo oggi: ho guidato in sicurezza per tutta la gara ma purtroppo sono comunque incappato in errore. È comunque stata una bellissima esperienza, mi sono divertito molto”.

Gara dai due volti invece quella disputata da Luca Bottarelli, che si presentava da leader della serie a questo Rally Adriatico. Il bresciano ha prima dimostrato di avere un ottimo ritmo anche sulla terra salvo compromettere il suo rally con una toccata sulla PS 6: “proprio sul finire della “Avenale” ho perso il posteriore della macchina al cambio terra-asfalto. Nonostante il radiatore fosse pesantemente danneggiato siamo comunque riusciti a raggiungere il parco assistenza. Purtroppo però, a questo inconveniente se ne sono aggiunti altri che ci hanno fatto uscire fuori tempo massimo”, ha spiegato Bottarelli. Magra consolazione per lui i 4 punti conquistati grazie ai risultati della seconda tappa che gli permettono di rimanere in scia ai nuovi capiclassifica della serie.

Amaro ritiro invece per Mattia Vita, ventenne toscano che stava firmando ottimi crono nonostante la sua limitatissima esperienza su questo tipo di fondo. Il figlio d’arte è purtroppo caduto nei mille tranelli disseminati lungo gli sterrati marchigiani uscendo di strada su una insidiosa curva a destra a soli 900 metri dallo Start della PS “Panicali 2”.

 

Mattia Vita, Nicolo Gonella, Peugeot 208 R2B
Mattia Vita, Nicolo Gonella, Peugeot 208 R2B

Photo by: Marco Passaniti

Per rivedere all’opera i protagonisti Under 25 del trofeo Peugeot 208 Top dovremo attendere il Rally di San Marino - in programma il 15-16 luglio - dove i giovani talenti della Casa del Leone ritroveranno al terra.

 

La classifica piloti del Peugeot Competition 208 Top dopo il Rally Adriatico:

Posizione Pilota Punti
1 Damiano De Tommaso 27
1 Andrea Mazzocchi 27
3 Luca Bottarelli 24
4 Tommaso Ciuffi 18
5 Tobia Gheno 10
6 Mattia Vita 10
7 Nicola Manfredi 10
8 Riccardo Pederzani 6

 

condividi
commenti
Scandola vince il Rally Adriatico e regala a Skoda la prima vittoria 2017

Articolo precedente

Scandola vince il Rally Adriatico e regala a Skoda la prima vittoria 2017

Articolo successivo

Andreucci: "All'Adriatico ho pensato solo a portare a casa punti importanti"

Andreucci: "All'Adriatico ho pensato solo a portare a casa punti importanti"
Carica i commenti