Bellarosa dovrà difendersi da Uboldi ad Imola

Bellarosa dovrà difendersi da Uboldi ad Imola

La vittoria di Vallelunga ha rilanciato le ambizioni del campione in carica

Sarà l’Autodromo Enzo & Dino Ferrari di Imola con i suoi 4.909 metri di lunghezza ad ospitare la terza prova stagionale del Campionato Italiano Prototipi, la serie tricolore ACI-CSAI che nel 2010 ha catalizzato l’interesse del pubblico e degli addetti ai lavori per la vivacità, l’agonismo e le tante novità in continua evoluzione. Il bresciano Ivan Bellarosa si presenta in Emilia Romagna al comando della classifica di campionato dopo la vittoria nella prova d’apertura, dove ha meravigliato con la pole ed il giro più veloce in gara dell’esordiente Wolf GB08 con motore Honda da 2000 cc., la novità del campionato 2010. L’alfiere della Avelon Formula a Vallelunga è salito sul secondo gradino del podio, portandosi in cima alla classifica assoluta, ma anche saldamente al comando della classe CN2. Il comasco Davide Uboldi arriva ad Imola da inseguitore a due lunghezze, al volante della Norma M20 spinta da motore BMW da 3000 cc. di classe CN4 e assistita dalla stessa struttura del pilota, forte della pole, giro veloce e brillante vittoria a Vallelunga, dopo il 3° posto a Misano. Molto insidioso sin dalla prima gara il bolognese Marco Jacoboni, molto a suo agio sulla Lucchini 07 Alfa Romeo curata da Audisio & Benvenuto, che attualmente si trova in terza posizione dopo un 4° ed un 3° posto. In cerca di riscatto approderà in Emilia il veneto Franco Ghiotto, dopo che un problema alla temperatura dell’Acqua ha mandato in fumo il week end romano. La WRC ha lavorato per la completa risoluzione dell’inconveniente e permettere al vicentino di riscattarsi ad Imola. Sempre tra le biposto della classe regina CN4, il calabrese di Roma Filippo Vita vorrà lasciarsi alle spalle due fine settimana negativi per noie meccaniche che hanno afflitto la sua nuova Lucchini BMW. Spera in una gara più fortunata anche il giovane campano Andrea Nava con la sua Promec con motore Alfa Romeo, accanto al napoletano ad Imola arriverà un’altra vettura in carbonio di classe CN4, affidata a Luigi Francucci. Dopo l’esordio a Vallelunga di nuovo in pista il romano Ranieri Randaccio con la nuova Lucchini BMW. Tra le cilindrate fino a 2000 cc. della classe CN2, alle spalle di Bellarosa riflettori puntati sulle Osella ed in particolare sula PA 21/P Honda della Progetto Corsa, con la quale il campano Maurizio Arfè è secondo di CN2, davanti alla gemella della squadra ufficiale affidata all’abile vercellese Marco Didaio, che anche ad Imola sarà affiancato in squadra dal comasco Bernardo Manfrè. Ha dato ottime prove di competitività la Radical APM SR5 con motore Honda assistita dalla BI&BI e pilotata dal veneto Marco Biffis, che ha scommesso sulla biposto inglese già dalla passata stagione. Nettamente cresciuta la romana Marika Diana, immediatamente buono il suo feeling con la Wolf GB08 sulla quale ha esordito quest’anno, ma privata dalla sfortuna di un risultato concreto in gara. Altro giovane desideroso di pareggiare i conti con la sorte avversa sarà il monzese di Concorezzo Marco Maria Visconti anche lui al volante di una Wolf-Avelon Formula.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIP
Articolo di tipo Ultime notizie